Il termine “cancro” tra malattia e segno zodiacale: etimologia e mito

MEDICINA ONLINE ANIMALI MARE SCOGLI CANCRO TUMORE MALIGNO NEOPLASIA MALATTIA SEGNO ZODIACALE ZODIACO STELLE ERCOLE ERACLE ERA IDRA MITO LEGGENDA GRECO LATINO CROSTACEI CHELE CUCINA EPICA ASTROLOGIA ASTRONOMIA STELLE ACUBENS.jpgCome tutti sappiamo, il termine “cancro” viene usato in due ambiti completamente diversi: in astrologia, ad indicare il segno zodiacale del cancro che caratterizza le persone nate tra il 22 giugno ed il 22 luglio, ed in medicina, ad indicare la crescita incontrollata e scoordinata di un gruppo di cellule capaci di invadere tessuti diversi da quelli di origine, come sinonimo di tumore maligno.

Cosa lega il termine “cancro” usato in astrologia, con quello usato in medicina? L’etimologia.

Il segno zodiacale “cancro”, il quarto dei dodici segni, è raffigurato con un granchio ed il termine deriva dal greco καρκίνος che significa “granchio” inteso come animale. Il granchio è un personaggio minore in una delle fatiche di Eracle (Ercole). Secondo il mito, mentre Eracle lottava contro il mostro Idra, il granchio emerse dalla melma della palude e morse il piede dell’eroe che lo calpestò con forza riducendolo in poltiglia. Secondo il mito, la dea Era (nemica di Eracle) ringraziò l’animale riservandogli un posto fra le stelle dello zodiaco, seppur minore (quella del Cancro è la meno brillante delle costellazioni dello zodiaco) dal momento che il contributo al combattimento era stato minimo. La stella Alfa della costellazione del Cancro si chiama Acubens, che significa “chela” in arabo.

Il termine “cancro” riferito alla malattia, deriva dal termine latino carcinoma, che a sua volta deriva dal greco καρκίνωμα, derivazione di καρκίνος ossia appunto “granchio”, seguito dal suffisso –ωμα. Per quale motivo si usa un termine indicante un animale per descrivere una malattia? Ci sono diverse interpretazioni a riguardo: secondo alcuni viene applicato ai tumori maligni a causa della somiglianza fra le le vene (allargate e distorte nel tumore) e le zampe del granchio, secondo altri a causa del fatto che una neoplasia maligna è una malattia che “afferra il paziente come un granchio“, secondo altri il corpo del granchio rappresenterebbe il tumore primario e le chele che si ramificano in tutte le direzioni verso l’esterno ricorderebbero la diffusione metastatica tipica di un tumore maligno.

Leggi anche:

Lo Staff di Medicina OnLine

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato sui nostri nuovi post, metti like alla nostra pagina Facebook o unisciti al nostro gruppo Facebook o ancora seguici su Twitter, su Instagram o su Pinterest, grazie!

Questa voce è stata pubblicata in Oltre la medicina e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.