Una malattia che sembrava scomparsa sta raggiungendo picchi allarmanti in Italia: come difendersi?

Dott Emilio Alessio Loiacono Medico Chirurgo Specialista in Medicina Estetica Roma MALATTIA SCOMPARSA PICCHI ITALIA Radiofrequenza Rughe Cavitazione Grasso Pressoterapia Linfodrenante Dietologo Cellulite Calorie Pancia Sessuologia Filler Botulin Sex

Le malattie dei secoli scorsi erano causate soprattutto dalla scarsa igiene personale e degli agglomerati urbani; basti pensare che solo fino ad alcuni decenni fa, in Italia gli scarichi delle fogne erano quasi sempre alla luce del sole, malsane, malcostruite ed in balia della colonizzazione di topi ed animali delle fogne. Ora per fortuna le cose, nel nostro Paese, le cose sono cambiate e moltissime patologie infettive del passato sono state virtualmente azzerate. Ma è davvero così per tutte le malattie?

Ritorno al passato

Alcune malattie stanno tornando ad essere diffuse: torna infatti la sifilide (vedi foto in alto) e non è sola: con lei anche le infezioni da clamidia e la gonorrea.  Sono le tre malattie a trasmissione sessuale che stanno raggiungendo negli ultimi mesi – in Italia ed in Europa – picchi allarmanti. Secondo l’ultimo rapporto dell’European center for diseases control and prevention, al primo posto, in Europa, sono appena balzate le infezioni da clamidia, infezioni batteriche spesso subdole che, quando trascurate, possono perfino portare all’infertilità. Con il termine infezioni da clamidia si indicano una varietà di patologie causate nell’uomo da un batterio gram-negativo, Chlamydia trachomatis. Si tratta di varie infezioni tra cui il linfogranuloma venereo, la malattia infiammatoria pelvica e il tracoma.

Leggi anche: Quel fastido al pene potrebbe essere una infezione: scopri sintomi, cause e terapie

ed anche: Il sesso orale provoca cancro alla gola

A rischio soprattutto i più giovani

Anche le altre due, in particolare la sifilide, sono in rapida ascesa. E sono i giovani tra i 15 e i 24 anni la categoria più a rischio. I casi di sifilide in Europa sono circa ventimila, ben il 9% in più rispetto all’anno precedente. In questo caso, però, la maggior parte dei pazienti aveva più di 25 anni. La sifilide, conosciuta anche come lue, è una malattia causata dal batterio Treponema pallidum. Si ritiene che circa 12 milioni di persone siano state infette da sifilide nel 1999, con più del 90% dei casi registrati nei paesi in via di sviluppo. La malattia colpisce tra le 700.000 e le 1,6 milioni di donne gravide all’anno, con conseguenti aborti spontanei, bambini nati morti e casi di sifilide congenita.

Leggi anche: Infezioni sessuali in aumento tra i minorenni italiani

ed anche: I giovani italiani precoci e disinformati: uno su cinque ha il primo rapporto sessuale entro i 14 anni

Come difendersi dalle malattie a trasmissione sessuale?

Il profilattico rappresenta – ad oggi – il mezzo più sicuro per difendersi dalle malattie a trasmissione sessuale. Protegge efficacemente dall’HIV, dalla gonorrea, dalla clamidia, dalla tricomoniasi e dalla sifilide. Per l’herpes e l’HPV il grado di protezione è più basso, in quanto queste infezioni sono trasmesse attraverso il contatto con zone cutanee infette che sono vicine agli organi genitali. Il preservativo deve essere conservato con cura e controllando prima dell’uso la data di scadenza. È importante utilizzarlo sin dall’inizio del rapporto sessuale, fare attenzione a non danneggiaro con denti o unghie durante l’apertura. E’ indispensabile usare sempre lubrificanti a base d’acqua. Si consiglia, inoltre, di evitare la condivisione di effetti personali (rasoi, spazzolini, pettini, aghi e siringhe) e assicurarsi che parrucchieri e tatuatori usino strumenti sterilizzati o monouso.

Leggi anche: Profilattico: i consigli per evitare che si deteriori e come comportarsi quando si rompe durante il rapporto

Cosa fare se si è stati contagiati?

Se il trattamento viene effettuato tempestivamente, quasi tutte le malattie sessualmente trasmissibili sono curabili in maniera definitiva. Alcune di queste malattie possono essere asintomatiche e, se vengono trascurate, possono provocare seri danni e gravi complicazioni. Per questo motivo, se si ha qualche dubbio, è fondamentale il ricorso al proprio medico, a un ginecologo, a un consultorio o ai centri ospedalieri.
Quando si scopre di avere contratto un’infezione sessualmente trasmissibile è molto importante informare le persone con cui si hanno avuto rapporti negli ultimi 6 mesi, affinché si sottopongano ai test e alle cure.

Leggi anche: Profilattico: come si usa e come scegliere quello più adatto alle tue esigenze

Dott. Emilio Alessio Loiacono
Medico Chirurgo

Advertisements

Informazioni su Dott. Emilio Alessio Loiacono

https://medicinaonline.co/about/
Questa voce è stata pubblicata in Dermatologia e venereologia, La medicina per tutti, Sessualità e storie d'amore e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Una malattia che sembrava scomparsa sta raggiungendo picchi allarmanti in Italia: come difendersi?

  1. visit here ha detto:

    My partner and I absolutely love your blog and find most of your
    post’s to be exactly what I’m looking for. can you offer guest writers
    to write content in your case? I wouldn’t mind publishing a post or elaborating on some of the subjects you write related to
    here. Again, awesome site!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...