Barba e baffi: una moda che alla lunga può avere effetti negativi

MEDICINA ONLINE Dott Emilio Alessio Loiacono Medico Chirurgo Roma BARBA BAFFI MODA CHE HA EFFETTI NEGATIVI Riabilitazione Nutrizionista Infrarossi Accompagno Commissioni Cavitazione Radiofrequenza Ecografia Pulsata  Macchie Capillari Ano Pene.jpgPorto la barba da sempre, fin dal primo anno di università, e non l’ho mai tolta, a parte una volta solamente per ricordarmi che faccia avessi sotto. La stessa cosa non si può dire di molti miei amici che, negli ultimi anni, hanno cominciato a farsi crescere barbe, baffi e pizzetti, praticamente solo per moda. Questo trend però, vista la sua estrema diffusione, alla lunga potrebbe avere effetti negativi. Secondo alcuni ricercatori australiani dell’University of South Wales autori di uno studio pubblicato sul “Royal Society Journal Biology Letters“, infatti, più barbe ci sono in giro, meno questa caratteristica diventa attraente. Quindi, a trarne giovamento, sarebbero i maschi rasati e presto potrebbe invertirsi il trend, in una sorta di circolo vizioso, dal momento che poi – essendo tutti rasati – tornerebbero di moda le barbe!

Potete trovare la ricerca seguendo questo link

E’ bello ciò che è raro
I ricercatori australiani hanno condotto una serie di esperimenti, invitando 1.435 donne e 213 uomini a dare un voto a immagini maschili con quattro diversi livelli di barba. Il risultato: sia le facce irsute che quelle lisce diventano più attraenti quando sono più rare. Un modello che rispecchia un fenomeno evolutivo, che avvantaggia regolarmente i tratti più rari e insoliti. Si tratta, in pratica, dello stesso meccanismo che porta i popoli mediterranei ad apprezzare chiome e capelli chiari, e viceversa: in natura più una cosa è rara e più diventa ambita.”Le barbe in questi anni sono tornate a moltiplicarsi, così abbiamo cercato di capire quale fosse il fenomeno a guidare questa tendenza”, ha spiegato alla Bbc Rob Brooks, uno dei ricercatori dello studio. “Quando sempre più uomini diventano barbuti, il fascino della barba diminuisce”. Insomma, a leggere lo studio, presto le barbe cominceranno a sparire. Anche perché, generalmente, le barbe fioriscono in tempo di crisi: l’ultimo trend, stando ai ricercatori, sarebbe iniziato proprio nel 2008, un po’ come era accaduto negli anni Venti del Novecento.
Il principio è simile a quello che succede nei geni, ha spiegato Brooks. “Quando un tratto o un gene è raro sperimenta un vantaggio, ma quando è troppo comune diventa svantaggioso, secondo quella che chiamiamo la dipendenza negativa della frequenza, una forma di pressione selettiva sui geni. In modo analogo, quando le persone iniziano a seguire una moda, questa inizia a diminuire in popolarità e fascino”.

Il succo di tutto questo è: non seguite le mode, siate originali!

Dott. Emilio Alessio Loiacono
Medico Chirurgo

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato sui miei nuovi post, metti like alla mia pagina Facebook o seguimi su Twitter, grazie!

Informazioni su Dott. Emilio Alessio Loiacono

https://medicinaonline.co/about/
Questa voce è stata pubblicata in Bellezza e cura della persona, Dermatologia e venereologia e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...