Foto prima e dopo gli squat: storie di glutei risorti dalle ceneri

MEDICINA ONLINE Dott Emilio Alessio Loiacono Medico Chirurgo Roma PRIMA E DOPO SQUAT Riabilitazione Nutrizionista Medicina Estetica Cavitazione Radiofrequenza Ecografia Pulsata  Macchie Capillari Pressoterapia Linfodrenaggio Ano Sedere (2).jpgLo squat è un esercizio importantissimo, da molti addirittura reputato il migliore, per tonificare e rinforzare i glutei e gli altri muscoli degli arti inferiori. E’ un esercizio semplice, eppure è importante eseguirlo in palestra sotto la guida di un istruttore esperto, specie se siamo inesperti. La corretta esecuzione dello squat richiede una grossa sinergia tra numerosi gruppi muscolari, ognuno dei quali si rilassa e si contrae in specifiche fasi del movimento. Lo squat è capace di rimodellare letteralmente un gluteo non esattamente in forma, come vediamo da questa carrellata di immagini di “prima e dopo” aver eseguito questo esercizio per un certo periodo:

 

Pubblicato in Attività fisica, Bellezza, Passione fitness e palestra | Contrassegnato , , , , , , , | Lascia un commento

Tra le tue braccia sono al sicuro, papà!

Neonato prematuro tra le braccia del padre che lo accarezza dolcemente, poggia la testa sul suo petto e… sorride. Tanti auguri di tutto: sei forte, piccola nuova vita!

Dott. Emilio Alessio Loiacono
Medico Chirurgo

 

Pubblicato in E' amore vero quando..., Gravidanza e maternità | Contrassegnato , , , , , , , , | Lascia un commento

I difetti femminili che gli uomini odiano e che le donne sottovalutano spesso

MEDICINA ONLINE Dott Emilio Alessio Loiacono Medico Chirurgo Roma DIFETTI FEMMINILI UOMINI ODIANO Riabilitazione Nutrizionista Medicina Estetica Cavitazione Radiofrequenza Ecografia Pulsata  Macchie Capillari Pressoterapia Linfodrenaggio Ano1.jpgLe donne spesso sopravvalutano alcuni loro difetti (sbagliando) ma altre volte fanno l’errore opposto (sbagliando ancor di più!). Ecco oggi una lista di difetti, sia fisici che comportamentali, che la donna tende a sottovalutare, lista creata in base alle confidenze dei miei pazienti maschi quando parlano delle rispettive mogli, fidanzate o compagne.

Ovviamente sono considerazioni generali, dal momento che un gluteo piatto sarà brutto per un uomo, ma magari può essere considerato attraente da un altro!

1) I baffetti
I baffi stanno bene su un uomo, non su una donna! Baffetti e peluria varia (specie su guance e braccia) sono uno dei difetti più notati dagli uomini. Per quanto possa essere fastidiosa la ceretta o la luce pulsata sul contorno labbra, quei peletti vanno tolti.

2) I nei in rilievo
Per una donna, i nei e le voglie possono costituire un dettaglio erotico intrigante oppure un inestetismo che spezza disastrosamente l’armonia dell’insieme. In genere, l’apprezzabilità diminuisce con l’aumentare del rilievo e con la presenza di peli. Alcune posizioni, come quella sulla punta del naso che genera un effetto pon-pon, non sono certo il massimo per l’uomo.

Leggi anche: L’amicizia tra uomo e donna esiste? No, lui ha in testa solo il sesso

MEDICINA ONLINE Dott Emilio Alessio Loiacono Medico Chirurgo Roma DIFETTI FEMMINILI UOMINI ODIANO Riabilitazione Nutrizionista Medicina Estetica Cavitazione Radiofrequenza Ecografia Pulsata  Macchie Capillari Pressoterapia Linfodrenaggio Ano2.jpg3) Ginocchia spigolose
E’ un difetto sottovalutato da molte donne. Agli uomini piacciono le linee corporee toniche ma morbide e sinuose. Le ginocchia appuntite e spigolose di una gamba estremamente magra, non sono conformi ai gusti di molti. Durante i momenti d’intimità possono risultare scomode o, nei casi peggiori, addirittura letali come una freccia scoccata da un arciere provetto.

Leggi anche: Anoressia: le immagini drammatiche di un corpo che non esiste più

4) Odore di sudore
Che “l’uomo debba puzzà” è falso, ma lo stesso vale per la donna: per nessuna ragione al mondo il tuo odore dovrà essere quello di uno scaricatore di porto. Il tuo profumo dovrà inebriare l’uomo, non stenderlo al tappeto! Scegli un deodorante a lunga tenuta e un profumo fresco e sensuale.

Leggi anche: I vari tipi di ghiandole e di sudore che influenzano l’odore del nostro corpo

5) Il non ascoltare mai i consigli
Agli uomini piace dare soluzioni, opinioni e suggerimenti. E’ nella loro natura: devono risolvere problemi. Il problema è che moltissime donne non danno il giusto peso a quello che il loro uomo gli consiglia e fanno di testa loro: ciò alla lunga allontana il maschio dal rapporto.

Leggi anche: Esercizi e consigli per rassodare e tonificare il seno

6) Estremità fredde
Molte donne possiedono una fisionomia assolutamente normale ma, per motivi quantomeno misteriosi, delle mani e dei piedi perennemente freddi. Anche quando è Ferragosto e ci sono 40°C all’ombra, il loro tocco è come quello di Mister Freeze. Questa caratteristica consente di tenere le bevande sempre al fresco, ma nei momenti d’intimità non è davvero il top!

Leggi anche: Perché ho sempre le mani ed i piedi freddi? Cosa fare e cosa NON fare per scaldarli

7) La voce stridula
La voce stridula è un difetto femminile terribile per gli uomini. Quando viene associata ad una parlantina costante, provoca gli stessi effetti degli infrasuoni, come i brividi, l’ansia e la paura, provocando vertigini, nausea e mal di testa. Per sopravvivere fino alla fine del discorso, l’uomo deve possedere delle buone capacità di concentrazione e la donna un seno

MEDICINA ONLINE Dott Emilio Alessio Loiacono Medico Chirurgo Roma DIFETTI FEMMINILI UOMINI ODIANO Riabilitazione Nutrizionista Medicina Estetica Cavitazione Radiofrequenza Ecografia Pulsata  Macchie Capillari Pressoterapia Linfodrenaggio Ano3.jpg8) Glutei piatti
Il fondoschiena femminile sodo e tondeggiante rappresenta un’arma di seduzione fenomenale, che molti uomini cercano insistentemente. Quello basso e piatto non è molto gradito. Un buon rimedio potrebbe essere quello di iscriversi in palestra e di fare un bellissimo esercizio chiamato squat: vedrete quanto piacerete di più a noi uomini!

Leggi anche: Il segreto per avere dei glutei perfetti

9) Piedi troppo grandi
I piedi costituiscono una delle parti del corpo più sensuali di una donna, perché possono conferire loro una fisicità sinuosa e slanciata. Le similitudini con Frodo Baggins e Big Show si possono mascherare con un look piuttosto sportivo. Indossare un paio di ballerine di taglia 46, invece, non è una buona soluzione.

10) La fronte troppo spaziosa
Anche se è mascherata da una graziosa frangetta, la fronte spaziosa è un difetto che gli uomini non ignorano. Quando accarezzano la chioma di una donna con un’insistenza sospetta, significa che ne stanno valutando l’effettivo posizionamento e la densità.

Leggi anche: L’attività fisica per migliorare la sessualità femminile e trarre più piacere dal rapporto

11) L’assenza di indipendenza
Le donne che vivono solo ed esclusivamente per la coppia non piacciono agli uomini. L’indipendenza è in grado di esercitare un fascino unico sull’uomo. Donne che hanno obiettivi e passioni proprie attirano da subito l’interesse maschile. Una coppia, per avere basi solide, non deve essere composta da due metà che insieme formano a malapena un’unità. No. Una vera coppia è formata da individui completi che insieme danno vita a qualcosa di ancora più completo.

MEDICINA ONLINE Dott Emilio Alessio Loiacono Medico Chirurgo Roma DIFETTI FEMMINILI UOMINI ODIANO Riabilitazione Nutrizionista Medicina Estetica Cavitazione Radiofrequenza Ecografia Pulsata  Macchie Capillari Pressoterapia Linfodrenaggio Ano4.jpg11) La ricrescita dei capelli
Al contrario di quello che si dice, l’uomo fa caso ai capelli di una donna. Diciamo che non ci fa caso quando sono perfettamente in ordine, ma quando hanno qualche difetto… lo notano eccome! Se non hai avuto tempo di andare dal parrucchiere, il tuo lui se ne accorgerà, specialmente se sei mora e ti sei tinta biondo platino. La ricrescita infatti, non è per nulla attraente. Trova il tempo per andare dal tuo hair stylist e ricreare il tuo look perfetto!

Leggi anche: Si lava i capelli senza shampoo per venti giorni: il risultato è…

12) L’alito cattivo
Cosa c’è di più terribile dell’alito cattivo quando sei in intimità con il partner? Se soffri di alitosi cerca di lavarti frequentemente i denti e utilizza un collutorio per rinfrescarti.

MEDICINA ONLINE Dott Emilio Alessio Loiacono Medico Chirurgo Roma DIFETTI FEMMINILI UOMINI ODIANO Riabilitazione Nutrizionista Medicina Estetica Cavitazione Radiofrequenza Ecografia Pulsata  Macchie Capillari Pressoterapia Linfodrenaggio Ano5.jpg13) Non essere mai chiare
Capita a volte di litigare e la donna è arrabbiata con l’uomo per qualcosa, tuttavia quando lui le chiederà “cos’hai?”, lei risponderà “nulla” pur rimanendo sulle sue per tutto il giorno. La donna spesso presume che l’uomo debba capire da solo dove ha fatto un errore, e lo fa mentre dall’altra parte invece l’uomo ancora deve capire di averlo fatto, un errore! Molti uomini desidererebbero una donna che parli chiaro, anziché essere enigmatica e parlare per monosillabi.

Dott. Emilio Alessio Loiacono
Medico Chirurgo

Pubblicato in Bellezza, Sessualità e storie d'amore | Contrassegnato , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Sciame di vespe assale e uccide un agricoltore veneziano

MEDICINA ONLINE Dott Emilio Alessio Loiacono Medico Chirurgo Roma SCIAME VESPE KILLER UCCIDE UOMO Riabilitazione Nutrizionista Medicina Estetica Cavitazione Radiofrequenza Ecografia Pulsata  Macchie Capillari Pressoterapia Linfodrenaggio Pene.jpgNon ce l’ha fatta Ermete Boscolo Papo, agricoltore settantunenne di Sottomarina (Venezia). Le punture su tutto il corpo gli hanno provocato probabilmente uno shock anafilattico e un conseguente arresto cardiaco che ha reso inutili i soccorsi. E’ successo alcuni giorni fa nel garage di casa dell’agricoltore dove evidentemente c’era un nido di vespe di cui l’uomo non era a conoscenza.
Lo sciame ha aggredito l’uomo che ha cercato inutilmente di scacciarle. Le urla strazianti sono state udite da un vicino che ha trovato Boscolo a terra e non ha potuto fare altro che chiamare il pronto soccorso. Quando l’ambulanza è arrivata il cuore aveva già cessato di battere e a nulla sono valsi i tentativi di rianimazione.

Leggi anche: Morire per una puntura di vespa: capire cos’è uno shock anafilattico può salvarti la vita

Dott. Emilio Alessio Loiacono
Medico Chirurgo

Pubblicato in La medicina per tutti | Contrassegnato , , , , , , , , , | Lascia un commento

Sempre stanco dopo la palestra? E’ la Sindrome da sovrallenamento. Ecco gli errori ed i rimedi

MEDICINA ONLINE Dott Emilio Alessio Loiacono Medico Chirurgo Roma SINDROME SOVRALLENAMENTO PALESTRA Riabilitazione Nutrizionista Medicina Estetica Cavitazione Radiofrequenza Ecografia Pulsata  Macchie Capillari Pressoterapia Linfodrenaggio.jpgLa Sindrome da sovrallenamento, o Sindrome da overtraining, è l’insieme di sintomi che si manifestano a seguito (in genere non nell’immediato) di un periodo di allenamento molto intenso e/o con elevato volume di lavoro, in cui l’organismo non è riuscito a recuperare.
Questa sindrome, diffusa nella maggior parte degli sport di fatica, è da evitare assolutamente, sia perché determina un calo drastico della qualità della vita e della salute, ma anche perché è controproducente: quando si sperimenta un sovrallenamento cronico si tende a perdere massa muscolare ed aumentare il grasso, cioè l’opposto di quello che ogni atleta cerca di ottenere. E’ una sindrome più diffusa di quello che si pensi, specie tra i corridori: circa il 60% dei runners che corrono su lunghe distanze mostrano segni di overtraining.

I tre errori che possono portare a sovrallenamento

1) Non riposare abbastanza
Sono sicuro che a molti di voi è capitato di allenarsi sei giorni a settimana e riposare uno. Certo potete riuscire ad andare avanti per un po’, ma alla lunga sarà un problema! Se c’è uno sbilanciamento tra giorni di allenamento ad alta intensità/volume e non abbastanza giorni di recupero, allora le tue prestazioni molto presto ne risentiranno. Sai che il tuo organismo “costruisce” i muscoli durante il riposo, non durante le giornate di potenziamento. Quando sollevi pesi, ad esempio, rompi le fibre muscolari. Durante il recupero il nostro corpo ripara quei muscoli. Se continuiamo a romperli senza dar loro modo di ricostruirsi supercompensando allora stiamo solo perdendo tempo. La fatica è uno dei segnali principe del sovrallenamento e non è facile da individuare perché potresti semplicemente avere un giorno di bassa ed essere di nuovo performante il giorno successivo. Ma se ti accorgi di essere quasi sempre stanco per un periodo di tempo prolungato allora prenderti un riposo di 3 o più giorni potrebbe aiutarti alla lunga.

2) Alimentazione sbagliata
Se hai sessioni di allenamento intense è meglio che tu ti nutra in maniera appropriata. Se non lo fai i tuoi muscoli non recupereranno. Una dieta ben bilanciata può proteggerti da questa sindrome, al contrario una dieta povera può accelerare il manifestarsi del sovrallenamento. Quando aumentiamo l’intensità dell’allenamento abbiamo bisogno di ingerire abbastanza proteine, carboidrati e grassi durante il giorno. Le proteine che aiutano a riparare e costruire i muscoli costituiscono circa il 20-25% delle tue assunzioni giornaliere. I carboidrati, che danno energia al tuo corpo, 45-60%. I grassi “buoni” (come ad esempio gli insaturi) danno energia e dovrebbero comporre il 15-20% della tua dieta.

3) Esagerare con la palestra
A volte esagerazioni o cambiamenti nei programmi di allenamento a secco possono davvero “sconquassare” il corpo. Quando capita di fare molte ripetute ad alta intensità per più giorni alla settimana, magari sugli stessi gruppi muscolari, questo può diminuire la tua energia e allungare il tempo di recupero.

Sintomi e segni della Sindrome da sovrallenamento

  1. Stanchezza cronica;
  2. decremento della performance;
  3. inefficacia del recupero;
  4. persistenza del senso di fatica anche dopo periodo di riposo relativamente lungo;
  5. disturbi del sonno;
  6. perdita della massa magra;
  7. aumento della massa grassa;
  8. alterazioni ematologiche (specialmente ormonali);
  9. calo di desiderio sessuale in entrambi i sessi;
  10. l’assenza del ciclo mestruale nella donna;
  11. assenza di altre patologie che giustifichino la stanchezza cronica.

Sindrome da sovrallenamento: prevenzione e cura

  1. Avvertire il proprio istruttore ed il proprio medico dei sintomi riscontrati;
  2. insieme al proprio allenatore (o per chi non lo ha tenendo da se un diario degli allenamenti) registrare gli allenamenti, le prestazioni, i recuperi, l’alimentazione;
  3. pianificare con il proprio medico una attenta visita generale con bioimpedenziometria e valutazione ematologica completa che comprenda oltre alla valutazione di eventuali stati si anemia anche alcuni ormoni (testosterone libero, testosterone totale e cortisolo in particolare), enzimi epatici e muscolari, vitamina D;
  4. dedicare le giuste ore al recupero notturno (almeno 7-8 ore), il sonno è veramente importante per il riposo psicofisico ed il sistema immunitario;
  5. sapersi ascoltare evitando o posticipando allenamenti quando si è troppo stanchi e stare attenti ad eventuali periodi di depressione e/o stress cronico non motivati;
  6. evitare di allenarsi se non si sta molto bene o aggiungere giorni di recupero dopo eventuali infezione alle vie respiratorie superiori (anche “semplici” raffreddori);
  7. adeguare l’alimentazione dal punto di vista qualitativo e quantitativo, con l’aiuto del medico.
  8. uso di opportuni integratori alimentari, specie omega 3, probiotici e multivitaminici con sali minerali;
  9. usare il buonsenso: non esagerare coi pesi e con gli esercizi;
  10. se i sintomi non cessano, chiedere consiglio al proprio medico.

Dott. Emilio Alessio Loiacono
Medico Chirurgo

Pubblicato in Attività fisica | Contrassegnato , , , , , , , | Lascia un commento

Due suore si sposano a Pinerolo: “Dio vuole persone felici”

MEDICINA ONLINE Dott Emilio Alessio Loiacono Medico Chirurgo Roma DUE SUORE SI SPOSANO PINEROLO Riabilitazione Nutrizionista Medicina Estetica Cavitazione Radiofrequenza Ecografia Pulsata  Macchie Capillari Linfodrenaggio Pene Pancia Vagina.pngIl giorno 29 settembre, quello della canzone di Battisti, la città di Pinerolo sarà protagonista di un evento del tutto singolare, specialmente in un paese bigotto come l’Italia: il matrimonio tra Isabel e Federica. Due donne. Ed allora? Che c’è di così strano, dal momento che le unioni civili sono ora possibili? La particolarità è che Isabel e Federica sono due ex suore. La cittadina in provincia di Torino sarà il teatro dell’unione di due ex suore francescane che si sono conosciute durante un viaggio pastorale e che hanno capito di amarsi. Una delle ex religiose ha trascorso la vita nelle missioni del mondo, l’altra si è sempre dedicata ai poveri e ai tossicodipendenti. “Dio vuole le persone felici, che vivano l’amore alla luce del sole”, dice Isabel. “Chiediamo alla nostra chiesa di accogliere tutte le persone che si amano”, dice Federica.

Cerimonia officiata dallo scomunicato Franco Barbero

L’unione civile verrà celebrata dal sindaco del Movimento 5 Stelle Luca Salvai in municipio, la seconda da quando è entrata in vigore la legge. Ma ci sarà anche una funzione religiosa, e forse davvero non poteva essere diversamente. Verrà officiata dalla persona che meglio di tutte conosce la storia di Isabel e Federica: Franco Barbero che nel 2003 ha ricevuto da papa Giovanni Paolo II la sospensione a divinis, che di fatto lo ha messo fuori dalla Chiesa cattolica. All’origine della scomunica papale ci sono proprio le sue posizioni sui matrimoni omosessuali.

Pubblicato in Sessualità e storie d'amore | Contrassegnato , , | Lascia un commento

Nasce femmina, ma è maschio: bimbo di 2 anni operato per cambiare sesso

MEDICINA ONLINE Dott Emilio Alessio Loiacono Medico Chirurgo Roma NASCE FEMMINA MASCHIO OPERATO 2 ANNI Riabilitazione Nutrizionista Medicina Estetica Cavitazione Radiofrequenza Ecografia Pulsata  Macchie Pressoterapia Linfodrenaggio Perdere Pancia.jpgUn caso davvero eccezionale, come eccezionale è stato l’intervento chirurgico realizzato al Policlinico Paolo Giaccone di Palermo da Marcello Cimador, associato di Chirurgia pediatrica e responsabile dell’Urologia pediatrica. Il piccolo era stato dichiarato alla nascita come appartenente al sesso femminile, ma ulteriori accertamenti eseguiti presso la Neonatologia del Policlinico Universitario di Palermo avevano poi accertato un corredo cromosomico del tutto compatibile con l’appartenenza al sesso maschile. La famiglia ha avviato quindi la procedura per il cambio di sesso da femmina a maschio presso l’anagrafe del comune di nascita. Il caso è stato poi affidato al professore Marcello Cimador, che ha pianificato la strategia chirurgica per restituire al piccolo la sua identità di maschio, con dei genitali appropriati al proprio sesso cromosomico.

La genitoplastica mascolinizzante, un intervento complesso

In 2 distinti interventi è stato prima ricostruito il pene e la via urinaria intra-peniena mentre nei giorni scorsi si è provveduto ad asportare l’utero e la vagina con una tecnica combinata laparoscopica e tradizionale, coadiuvato in questo caso da Renato Venezia, responsabile della Ginecologia dello stesso Policlinico di Palermo. “Spesso in passato in questi bambini venivano mantenuti i genitali femminili, a causa dell’alta complessità di eseguire una genitoplastica mascolinizzante – dichiara Marcello Cimador -. Era poco conosciuta infatti la cosiddetta ‘androgenizzazione cerebrale’ ovvero l’esposizione del cervello del feto e del piccolo bambino agli ormoni androgeni che orientano sessualmente l’individuo verso la mascolinità, col risultato di avere dei soggetti che si sentivano maschi in tutto tranne per il fatto di avere dei genitali di femmina. Casi clinici così complessi possono essere curati solo nell’ambito di un’intensa collaborazione multidisciplinare, come nel caso in questione, in cui neonatologi, genetisti, ginecologi e chirurghi pediatrici afferenti al Dipartimento Materno-Infantile del Policlinico di Palermo hanno dato il loro contributo al successo delle procedure”.

Dott. Emilio Alessio Loiacono
Medico Chirurgo

 

Pubblicato in Storia e curiosità della medicina e della scienza | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento