Il kiwi protegge la pelle dal freddo (e puoi usarlo come lassativo)

Dott Loiacono Emilio Alessio Medico Chirurgo Medicina Chirurgia Estetica Rughe Cavitazione Dieta Peso Dimagrire Grasso Dietologo Nutrizionista Cellulite Sex Dimagrire Sessuologo  Roma Seno Mammella KIWI FREDDO LASSATIVOQuando il termometro si abbassa, la pelle del viso comincia a tirare, magari ad arrossarsi e a screpolarsi. Urge difendersi. La protezione passa anche da un’alimentazione adeguata. In che modo? Dando grande spazio a diversi tipi di vegetali, che contengono molecole con una capacità di migliorare l’elasticità dei tessuti e con un potere antiossidante, in grado di combattere gli effetti di freddo e inquinamento.

La vitamina C stimola il collagene

Il kiwi è un vero campione di utilità per la pelle. Contiene ben 85 milligrammi di vitamina C ogni cento grammi di frutto (contro i 50 milligrammi di media degli agrumi) e, se non lo sapete, la vitamina C è importante per la produzione del collagene, che costituisce la struttura di sostegno dei tessuti connettivi in generale e del derma in particolare. Completano l’elenco di cibi amici della pelle: arance, pomodori, fragole, peperoni verdi, ribes, mirtilli, lamponi, zucche, cavoli.

Il kiwi usato come potente lassativo

Ma le qualità del kiwi vanno ben oltre la pelle: la sua polpa verde è un efficace lassativo naturale. Se soffrite di stitichezza seguite questa semplice “terapia naturale”: prendete tre kiwi e chiudeteli in un sacchetto di plastica insieme con due mele. Quindi lasciateli in un ambiente tiepido e dopo due, tre giorni i kiwi saranno decisamente molto maturi, quasi una crema sotto la buccia, a causa dell’etilene, gas liberato dalle mele. Mangiateli tutti e tre alla sera prima di andare a letto, ogni sera per almeno due settimane. Una terapia da ripetere ogni volta che l’intestino ha bisogno di un aiuto.

Leggi anche:

Lo staff di Medicina OnLine

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato sui nostri nuovi post, metti like alla nostra pagina Facebook o seguici su Twitter, su Instagram o su Pinterest, grazie!

Questa voce è stata pubblicata in Dietologia, nutrizione e apparato digerente e contrassegnata con , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.