Pelle mista: cause, caratteristiche e trattamenti

Dott. Loiacono Emilio Alessio Medico Chirurgo Medicina Chirurgia Estetica Cavitazione Dieta Dietologo Roma Cellulite Sessuologia Laser Rughe pelle pulsato frazionato Lifting  Antiaging Trattamenti Viso Pelle MistaSi definisce mista una pelle non uniforme, che presenta zone molto aride e secche alternate ad aree impure, acneiche e grasse. La particolarità della pelle mista è dunque quella di presentare simultaneamente caratteristiche affini a pelle secca e pelle grassa. Quello della pelle mista è un disturbo estetico molto diffuso tra la popolazione; tant’è che la moderna cosmesi sta ancora oggi ricercando soluzioni sempre più appropriate per migliorare, quanto possibile, l’aspetto estetico e le caratteristiche intrinseche di questo tipo di pelle.
Caratteristiche

Assodato che la pelle mista non è omogenea, perché caratterizzata da punti molto secchi intervallati da altri spiccatamente oleosi e grassi, vediamo dunque come si distribuiscono i differenti tipi di pelle nelle varie parti del volto e quali sono le caratteristiche principali.

Componente grassa della pelle mista
Alla vista, una pelle mista appare lucida ed oleosa, soprattutto a livello di naso, fronte e mento; in queste zone la pelle può perfino manifestare le tipiche imperfezioni dell’acne, dunque punti neri, punti bianchi e pori dilatati. Proprio per la particolare distribuzione delle zone impure ed acneiche – che tra l’altro accomuna la maggior parte dei soggetti che lamenta questo disturbo – si dice che la pelle mista è grassa nella cosiddetta zona T del viso, che comprende appunto mento, naso e fronte.

Componente secca della pelle mista
Nella zona delle guance, nel contorno occhi, lungo il perimetro delle labbra e sul collo, la pelle tende invece a mostrare caratteristiche differenti: si presenta secca, arida, desquamata e fragile al tatto.
La composizione del film idrolipidico di una pelle mista è variabile nelle differenti aree del volto.

Cause

Quella mista è dunque un tipo di pelle molto particolare e, per certi versi, unico nelle sue caratteristiche.
Nelle zone più aride della pelle mista (guance, collo, zona perioculare e contorno labbra), sembra quasi che il funzionamento di alcune delle migliaia di ghiandole sebacee sia andato in tilt; diversamente, nella zona T, le ghiandolette qui presenti producono abnormi quantità di secreto, come se dovessero compensare la carenza di sebo dei tratti più secchi del viso.
L’influenza della genetica è estremamente importante in questo tipo di pelle: non a caso, la pelle mista è un elemento che accomuna spesso i membri della stessa famiglia.
Tra le varie cause, non possiamo dimenticare l’importanza dell’enzima 5-alfa reduttasi: probabilmente, un’esagerata concentrazione di quest’enzima nei follicoli piliferi di certe aree del volto, e la sua carenza in altri tratti, può determinare la particolare alternanza “a macchie” delle zone più secche e più grasse della pelle mista.
Da non dimenticare, poi, l’importanza di utilizzare cosmetici adeguati per il proprio tipo di pelle, non irritanti e delicati: alcuni prodotti cosmetici sono infatti formulati con agenti abrasivi troppo aggressivi, tali da alterare il naturale film idrolipidico dell’epidermide.
Anche un eccesso di detersione è un atteggiamento errato, talvolta responsabile di pelle mista: eccedere con l’utilizzo di alcuni cosmetici, specie se di scarsa qualità, può causare un assottigliamento della cute, che diviene inevitabilmente più sensibile, fragile e arida.

Leggi anche:

Trattamento cosmetico

Non esiste un trattamento cosmetico standard per le pelli miste: ogni caso è unico, di conseguenza il problema dev’essere attentamente valutato da un occhio esperto.
Una pelle mista non dev’essere ipernutrita, ma nemmeno aggredita con lavaggi troppo frequenti o con prodotti altamente irritanti: le ghiandole sebacee sono delicate e possono reagire all’insulto incrementando esageratamente la produzione di secreto nelle zone in cui vengono “istigate”.
Quando ci si trova di fronte al problema della pelle mista, un importante consiglio è quello di prendersi cura della condizione dominante: in altri termini, quando la pelle mista è evidentemente più grassa e poco secca, è preferibile scegliere cosmetici che agiscano direttamente sul controllo dell’iperproduzione sebacea. Gli ingredienti naturali come essenza di limone, salvia, incenso e lavanda sono molto utili per sebo-normalizzare la cute.
Attenzione anche con gli scrub: una pelle mista non richiede applicazioni quotidiane di cosmetici ad azione esfoliante. Normalmente, si consiglia di esfoliare la pelle mista non più d’una volta a settimana.
Ricordiamo, poi, che la pelle mista risulta molto suscettibile ai cambi di stagione; pertanto, è bene variare l’utilizzo dei prodotti cosmetici durante i 12 mesi dell’anno.
In linea generale, possiamo affermare che i prodotti più indicati per questo tipo di pelle sono i detergenti extra-delicati, sebonormalizzanti ed idratanti. Da evitare, invece, tutti i prodotti formulati con ingredienti comedogenici, che potrebbero dunque favorire l’insorgenza di punti neri od altre imperfezioni sulla pelle.

Leggi anche:

Lo staff di Medicina OnLine

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato sui nostri nuovi post, metti like alla nostra pagina Facebook o seguici su Twitter, su Instagram o su Pinterest, grazie!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Bellezza e cura della persona, Cosmetica, Dermatologia e venereologia, Inestetismi della cute, La medicina per tutti e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.