Asma bronchiale: cosa avviene quando viene inalato un allergene?

MEDICINA ONLINE Dott Emilio Alessio Loiacono Medico Chirurgo Roma ASMA COSA AVVIENE INALATO ALLERGENE  Riabilitazione Nutrizionista Infrarossi Accompagno Commissioni Cavitazione Radiofrequenza Ecografia Pulsata  Macchie Capillari Ano Pene.jpgPrima di leggere questo articolo, ti consiglio di leggere: Asma bronchiale in bambini e adulti: cause, sintomi e cura

Quando un allergene viene inalato, induce nei bronchi una serie di reazioni in sequenza che portano alla crisi asmatica. Quali sono queste tappe? Ecco una semplificazione del processo:

  1. L’antigene viene inalato per la prima volta, viene fagocitato e smontato in piccole parti dalle cellule specializzate come presentatrici di antigeni (come i macrofagi), allo scopo di esporne alla propria superficie alcune piccole parti (i peptidi).
  2. Grazie a questa presentazione sulla propria superficie, i macrofagi rendono gli antigeni riconoscibili dai linfociti T.
  3. I linfociti T, riconosciuti gli antigeni, si attivano e producono sostanze che attivano i linfociti B.
  4. I linfociti B attivati producono anticorpi contro l’allergene, chiamati immunoglobuline E (IgE), che si legano ai mastociti.
  5. Arrivati a questa fase, il soggetto non si accorge ancora di nulla, però l’organismo è ora attrezzato a rispondere nel caso di un’altra esposizione al medesimo allergene.
  6. Nel momento in cui altri allergeni uguali vengano inalati una seconda volta, il sistema immunitario reagisce prontamente, in maniera però spropositata:
  7. si attivano i mastociti che liberano i mediatori dell’allergia, tra i quali l’istamina, che agisce da broncocostrittore: induce i broncospasmi, le contrazioni dei muscoli che opprimono la respirazione).
  8. Parallelamente l’istamina agisce sui capillari inducendoli a liberare liquido nel tessuto che quindi si rigonfia restringendo il bronchiolo.
  9. Vengono prodotte altre sostanze, quali le proteine basiche che possono danneggiare l’epitelio bronchiale. Lo spasmo bronchiale a questo punto è manifesto al soggetto e la malattia può divenire cronica nel caso di un accumulo continuo dei mediatori dell’infiammazione.

Dott. Emilio Alessio Loiacono
Medico Chirurgo

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato sui nostri nuovi post, metti like alla nostra pagina Facebook o seguici su Twitter, su Instagram o su Pinterest, grazie!

Informazioni su dott. Emilio Alessio Loiacono

Medico Chirurgo - Direttore dello Staff di Medicina OnLine
Questa voce è stata pubblicata in Polmoni ed apparato respiratorio e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.