Come scoprire chi tenta di leggere i vostri messaggi WhatsApp

MEDICINA ONLINE CELLULARE COLAZIONE SMARTPHONE APP WHATSAPP APPLICAZIONE PROGRAMMA TELEFONARE TELEFONO TELEFONINO PHONE CALL MARMELLATA MANGIARE DONNA MATTINA BREKFAST WALLPAPER PIC HI RLa sicurezza informatica è uno degli aspetti che preoccupano di più gli utenti. Tra le applicazioni maggiormente prese di mira da malware e truffe troviamo WhatsApp. I cyber criminali sono interessati alle conversazioni dell’app per la messaggistica perché contengono moltissime informazioni riservate. Tra le minacce più presenti su WhatsApp troviamo le truffe e i virus. Le prime agiscono quasi sempre attraverso messaggi di false vincite o di finti sconti e se clicchiamo sul link e allegati maligni cadremo nella trappola di una campagna phishing. I malware presenti sull’app per la messaggistica consentono agli hacker di gestire da remoto il nostro account WhatsApp. Per rintracciare i malintenzionati che tentano di spiare le nostre conversazioni esistono delle applicazioni, come “Messenger e Chat blocco“, che possiamo installare con un click sul nostro smartphone.

Come funziona Messenger e Chat blocco

Con un’app come “Messenger e Chat blocco” non avremo più paura di allontanarci per andare in bagno lasciando incustodito il dispositivo. L’applicazione, scaricabile dal Google Play Store, ci consente di cogliere in flagrante le persone che provano a spiare il nostro telefono. Una volta scaricata l’app ci basterà lanciarla e scegliere quale applicazione proteggere con una password e con l’auto-blocco. Oltre a queste funzioni “Messenger e Chat blocco” consente anche di scattare un selfie, tramite la fotocamera frontale del nostro smartphone, alla persona che tenta di accedere all’app protetta. Se qualcuno dovesse prendere il telefono o rubarlo potremo capire di chi si tratta grazie alle foto. Quando il malintenzionato tenterà di accedere a WhatsApp verrà immortalato senza che se ne accorga dalla fotocamera. L’applicazione non funziona solamente con WhatsApp, ma con tutte le app che decideremo di impostare.

Leggi anche:

Lo staff di Medicina OnLine

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato sui nostri nuovi post, metti like alla nostra pagina Facebook o seguici su Twitter, su Instagram o su Pinterest, grazie!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Storia e curiosità di medicina, scienza e tecnologia e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.