Acne e punti neri, i nostri nemici ai tempi del liceo ma non solo, ecco i rimedi naturali per sconfiggerli

acne punti neri rimedi

Pensate che acne e punti neri colpiscano solo gli adolescenti? Sbagliato! Anche a 20, 30 e 40 anni possiamo essere colpiti da questi inestetismi. La pelle del viso appare lucida, magari solo in alcune zone (fronte, mento e naso), compaiono brufoletti e punti neri che ci danno il tormento. Spesso la colpa è dello stress, ma anche disturbi ormonali o assunzione di certi farmaci possono contribuire a rovinare l’aspetto del nostro viso. Un lato positivo, però, c’è: consolatevi, perché chi ha la pelle grassa è molto meno soggetto alla comparsa di rughe!

Acne, lo stile di vita conta

Quando pelle grassa, brufoli e punti neri diventano il vostro problema principale, la cosa fondamentale è controllare l’alimentazione: a tavola evitate insaccati, fritti, e dolciumi vari. Preferite, invece, frutta, verdura, yogurt, cibi integrali, carne e pesce magri e cereali. Anche il fumo è uno dei principali nemici della nostra pelle, perché la “intossica”, letteralmente. Meglio smettere subito e non certo e non solo per eliminare i malefici brufoletti dal nostro viso. Per combattere il problema esistonoprodotti per la cura del viso, spesso di tipo farmacologico se la nostra acne è davvero molto grave, ma per i casi meno drammatici, ci sono anche i rimedi della nonna che, per fortuna, non passano mai di moda e sono sempre apprezzati. Vediamo qualche ricetta casalinga utile per decongestionare la pelle e combattere i brufoli e i punti neri.

Combattere l’acne con il tonico all’edera

Ecco la ricetta anti-acne del tonico decongestionante all’edera. In erboristeria acquistate delle foglie di edera (per l’infuso ve ne serviranno 30 grammi circa). Sminuzzate le foglie, mettetele in un recipiente e versateci sopra mezzo litro di acqua bollente. Dopo mezz’ora circa, filtrate, poi utilizzate l’infuso come un normale tonico, anche più volte al giorno, sulla pelle perfettamente pulita. Potete conservarlo in un recipiente di vetro a chiusura ermetica per un paio di giorni.

Combattere l’acne con miele e limone

Utile contro l’acne anche la maschera a base di succo di limone e soprattutto miele,il quale è davvero un prezioso alleato per la nostra pelle. Montate a neve un albume, aggiungete due cucchiai di miele e alcune gocce di limone. Applicate questa maschera sul viso ben pulito e lasciate in posa per 20 minuti prima di sciacquare. Potete fare questa maschera ogni due giorni. Il limone, a sua volta, è eccellente anche puro sulla pelle, basta passare sulle parti acneiche del viso un batuffolo di cotone imbevuto di succo di limone, e il gioco è fatto.

Combattere l’acne con l’aglio

Anche l‘aglio fresco, oltre a tenere lontani i vampiri, è ottimo contro acne e punti neri da pelle impura. Il suo utilizzo è estremamente semplice: basta tagliare dell’aglio crudo a fettine e strofinarlo contro i nostri comedoni e brufoli infiammati più volte al giorno. Certo, il “profumo” è un po’ antisociale, ma davvero l’aglio è un toccasana per la pelle, e il suo effetto antinfiammatorio è noto.

Impacco di borragine anti-acne

Ecco una semplice ricetta a base di borragine, una pianta che si trova comunemente in tutte le nostre campagne, ma che più facilmente ancora troverete dal vostro erborista di fiducia. Per preparare questo impacco anti-acne vi occorrono 80 g di foglie di borragine e 1 L d’acqua.

Procedimento: fate bollire la borragine per 12 minuti esatti, quindi lasciate intiepidire e filtrate per bene l’infuso. Quest’ultimo lo dovete utilizzare un po’ come un tonico per il viso, imbevendone dei batuffoli di cotone o di garza sterile e picchiettandoli sulla pelle, insistendo sulle zone acneiche. La borragine ha un potente effetto antinfiammatorio e potrà davvero aiutarvi a purificare la vostra epidermide.

Cataplasma alle foglie di viola mammola

La viola mammola, oltre ad essere un bellissimo fiore, migliora visibilmente lo stato della pelle che sia soggetta a problemi come l’acne, ma anche malattie dermatologiche come la psoriasi e gli eczemi. Vi servono 10 foglie di viola mammola (anche in questo caso potete andare in erboristeria, oppure tranquillamente da un fiorista) e 50 g d’acqua.

Preparazione: le foglie di viola mammola dovranno essere raccolte dopo il periodo di fioritura. Le farete bollire nell’acqua per 15 minuti, quindi le scolerete e asciugherete, e le ricoprirete con una garza sterile. A questo punto il vostro cataplasma è pronto, e non dovrete fare altro che applicarlo alle zone del vostro viso soggette a brufoli o psoriasi per circa 20 minuti. Efficacia garantita.

Dott. Emilio Alessio Loiacono

Se ti è piaciuto questo articolo, condividilo su Facebook o su Twitter: basta premere il bottone apposito proprio qui sotto! Per restare sempre aggiornato sugli ultimi articoli, metti “Mi Piace” alla mia pagina Facebook! Se vuoi aggiungermi o seguirmi su Facebook, questo è il mio account! Grazie!

Advertisements

Informazioni su Dott. Emilio Alessio Loiacono

https://medicinaonline.co/about/
Questa voce è stata pubblicata in Dermatologia e venereologia e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...