Vivi accanto ad un fumatore? rischi demenza ed Alzheimer

MEDICINA ONLINE CIGARETTE SIGARETTA FUMO PASSIVO ATTIVO TERZIARIO DANNI DIFFERENZE NICOTINA SMETTERE DI FUMARE NO STOP SMOKING CANCRO POLMONE TOSSICODIPENDENZA VIZIO ARIA TUMOREIl fumo passivo può essere pericoloso tanto quanto quello attivo, Una ricerca internazionale condotta da scienziati provenienti da Cina, Stati Uniti e Gran Bretagna è riuscita a trovare una correlazione tra il respirare il fumo espirato dagli altri e la demenza.

La pericolosità del fumo passivo è ormai cosa nota. Basta pensare al forte rischio di imbattersi in malattie cardiache, vascolari e respiratorie. Ora il cerchio delle possibili conseguenze note, grazie a questa ricerca pubblicata sulla rivista di settore Occupational and Environmental Medicine, diventa più ampio, inserendo anche patologie come l’Alzheimer e la demenza come possibili conseguenze. Gli scienziati, per dare voce alle loro ipotesi, hanno preso in considerazione nelle loro analisi un campione di circa 6mila persone provenienti da cinque provincie differenti della Cina. La scelta di questo paese è stata tutt’altro che casuale: lo stato orientale è infatti il più grande consumatore di tabacco dell’intero globo. Al suo interno si stima vivano circa 350 milioni di fumatori.

Sebbene il Governo abbia varato delle leggi antifumo severe per salvaguardare la salute dei propri cittadini, i casi di demenza negli ultimi anni sono aumentati, fino a tornare al periodo precedente al 2006, anno di immissione delle norme. Il coordinatore della ricerca, Ruoling Chen, ed i suoi colleghi del King’s College di Londra, hanno scoperto che il 10% del campione analizzato era affetto da demenza grave e che la stessa era correlata in “modo significativo” all’esposizione al fumo passivo. Parliamo di persone che non avevano mai fumato, oltre che in fumatori ed ex fumatori.

Spiega in una nota l’esperto: “Il fumo passivo dovrebbe essere considerato un importante fattore di rischio per la sindrome della demenza grave, secondo quanto mostra lo studio. Evitare l’esposizione al fumo passivo può ridurre il rischio di sindrome da demenza grave”.

Questo studio rappresenta l’ennesimo tassello di un grande quadro globale che evidenzia come il fumo di sigaretta, in ogni sua forma sia un elemento sconsigliabile per la salute delle persone.

Leggi anche:

Lo staff di Medicina OnLine

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato sui nostri nuovi post, metti like alla nostra pagina Facebook o seguici su Twitter, su Instagram o su Pinterest, grazie!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Neurologia, psicologia e malattie della mente, Smettere di fumare e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.