I benefici dello smettere di fumare dopo giorni, mesi ed anni

MEDICINA ONLINE SMETTERE DI FUMARE CHAMPIX VARENICLINA FUMO SIGARETTA TOP TABACCO NICOTINA TABAGISMO DIPENDENZA TOSSICODIPENDENZA DANNI FARMACO AIUTO PACCHETTO SIGARETTE SAPORE CANCRO POLMONI ICTUS INFARTOIl tema dello smettere di fumare è un tema che mi sta molto a cuore. Il motivo risiede nel fatto che io stesso sono stato fumatore per molti anni ed ho smesso da poco (con un metodo che vi racconterò nei prossimi giorni, quando avrò finito il mio periodo “terapeutico”).
Una cosa di cui mi sono accorto (già dopo pochissimi giorni senza fumo) è stato l’aumento della qualità della mia vita. Ciò mi ha fatto pensare: tutti i fumatori sanno quali sono i danni al fisico causati dal fumo, tutti i fumatori sanno quali sono i sintomi di astinenza (perchè magari hanno provato due o tre volte a smettere senza riuscirci) ma ben pochi sanno esattamente quali sono i benefici di smetterla con il tabacco e quando questi benefici inizieranno ad essere visibili.

Basta un giorno per sentirsi rinati 
L’American Cancer Society ha stilato una lista di benefici alla salute che il nostro corpo riceve fin da 20 minuti dopo aver spento l’ultima sigaretta. Dopo quel lasso di tempo, infatti, si normalizza la pressione arteriosa, il battito cardiaco torna al livello naturale, così come torna normale la temperatura di mani e piedi. Le tossine presenti nel sangue iniziano ad abbandonarci otto ore dopo aver smesso di fumare. In questo lasso di tempo, infatti, scende il livello di anidride carbonica nel sangue, normalizzando così il livello di ossigeno. Insomma, basta un solo giorno senza sigaretta affinché il nostro corpo torni a livelli accettabili e dopo 24 ore diminuisce già il rischio di attacco cardiaco.

Dopo un anno si è pronti per la maratona di New York! 
Se si resiste un giorno senza tabacco, allora si può resistere anche due giorni. E dopo 48 ore senza sigarette iniziano a ricrescere le terminazioni nervose e migliorano i sensi dell’olfatto e del gusto. Un altro giorno da salutista e dopo 72 ore il sistema respiratorio inizia a sentire i primi effetti della scelta. Si rilassano, infatti, i bronchi, migliora il respiro e aumenta la capacità polmonare. Resistere alla tentazione della “bionda”, quindi, migliora la vita già dopo pochi giorni. Se si continua, poi, la sensazione di benessere diventa evidente. Fin dalle prime due settimane, infatti, migliora la circolazione e camminare diventa sempre meno faticoso, mentre nel primo anno da non fumatore diminuiscono affaticamento, respiro corto, altri sintomi come la tosse e aumenta il livello generale di energia.

Addio all’aumentato rischio di TUTTI i tumori
Insieme alle patologie cardiovascolari, è ovviamente il cancro il più acerrimo nemico dei fumatori: le sigarette moltiplicano i rischi di tumore, non solo polmonare. Non tutti i fumatori sanno che le sigarette determinano un aumento del rischio di sviluppare qualsiasi tumore e non solo quelli polmonari! Fortunatamente anche chi è stato un tabagista può nell’arco di pochi anni azzerare gli effetti nocivi del fumo. Entro cinque anni dall’ultima bionda spenta, infatti, la mortalità da tumore polmonare per il fumatore medio (un pacchetto di sigarette al giorno) scende da 137 per centomila persone a 72. Entro 10 anni, invece, le cellule precancerose vengono rimpiazzate e diminuisce il rischio di altri tumori: alla bocca, alla laringe, all’esofago, alla vescica, ai reni e al pancreas. Infine, dopo dieci anni che non si fuma la mortalità da tumore polmonare scende a 12 per centomila che è la normalità; praticamente il rischio di decesso per tumore polmonare è quasi paragonabile a quello di una persona che non ha mai fumato.

Più ricchi, più belli!
E ricordate che senza fumo si risparmiano decine di migliaia di euro in una vita. Senza dimenticare che se smettete adesso, avrete meno rughe e sarete più belli!

Ricapitoliamo:

  • Dopo 20 minuti – La pressione del sangue si stabilizza e migliora, scendono le pulsazioni e si normalizza la frequenza cardiaca.

  • Dopo 8 ore – E’ il momento in cui vorresti accenderti subito una sigaretta ma proprio dopo 8 ore i livelli di monossido di carbonio nel sangue scendono, quelli di ossigeno tornano alla normalità e la nicotina diminuisce fino a oltre il 90%.

  • Dopo 24 ore – I sintomi da astinenza sono forti: depressione, irritabilità, frustrazione, ansia. Eppure sono già tornati alla normalità i livelli di monossido di carbonio.

  • Dopo 2 giorni – Migliorano il senso del gusto e dell’olfatto’odorato.

  • Dopo 3 giorni – Migliora il respiro, soprattutto se sotto sforzo. In molti riferiscono sintomi influenzali come insonnia, difficoltà a riposarsi, cambiamenti nell’appetito, vertigini.

  • Tra 15 giorni e 9 mesi – Migliorano la circolazione sanguigna e l’attività polmonare. Sparisce la cosiddetta tosse da fumatore e la congestione nasale. Aumenta l’energia fisica e diminuiscono il senso di fatica e spossatezza. Il corpo si libera della nicotina.

  • Dopo 1 anno – Cuore e arterie registrano i maggiori miglioramenti: si dimezza il rischio di malattie coronariche, infarto miocardico e ictus.

  • Dopo 5 anni – Il rischio di emorragia cerebrale diminuisce del 41 per cento, mentre quello di ictus diventa pari ai livelli di chi non ha mai fumato. Per le donne ex fumatrici, scende la minaccia di ammalarsi di diabete al livello delle donne che non hanno mai fumato.

  • Dopo 10 anni – Per gli uomini il pericolo di contrarre diabete si abbassa ai livelli dei non fumatori. Scende anche il rischio di contrarre alcuni tumori come alla bocca, gola, esofago, vescica, rene e pancreas. Il rischio di tumore al polmone scende del 70%.

  • Dopo 15 anni – Il corpo si normalizza e le condizioni si equiparano a quelle di chi non ha mai fumato per la perdita di denti, le malattie coronariche, e il rischio di morte precoce.

  • Dopo 20 anni –  Dopo 20 anni di totale assenza delle sigarette si è completamente liberi dalle conseguenze patologiche del fumo ed ogni rischio di malattia è equiparato a quello di chi non ha mai fumato.

Il sesso migliore della vostra vita
Ultima cosa per convincervi a smettere: avrete rapporti sessuali più appaganti, migliori orgasmi e, riferito ovviamente agli uomini, erezioni più imponenti (basti pensare che il fumo è un fattore di rischio per l’impotenza)! Ne vale davvero la pena, fidatevi!

Leggi anche:

Lo staff di Medicina OnLine

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato sui nostri nuovi post, metti like alla nostra pagina Facebook o seguici su Twitter, su Instagram o su Pinterest, grazie!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Smettere di fumare e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a I benefici dello smettere di fumare dopo giorni, mesi ed anni

  1. GinPolo ha detto:

    Non si sa quanto sia innoqua e tendenzialmente sono una persona diffidente dai rimedi alternativi, ma come fumatore incallito, nella scelta di quello che potrebbe essere un “male minore”, fumo una sigaretta elettronica da un anno. Ho recuperato fiato, non ho più la gola infiammata, la tosse é sparita! Adesso non mi resta che convincere mia madre a cambiare perché l’esperienza é nettamente inferiore alla sigaretta tradizionale, ma é efficace!

  2. Pingback: La disfunzione erettile (o impotenza) cause e prevenzione | Medicina e Chirurgia Estetica e del Benessere

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...