Differenza tra onicomicosi e psoriasi

MEDICINA ONLINE ONICOMICOSI MICOSI UNGHIE IMMAGINE

Onicomicosi

Onicomicosi

Con “onicomicosi” (o “micosi dell’unghia“) si indica un tipo particolare di micosi che interessa le unghie, causata generalmente da diverse forme del fungo Trichophyton. I sintomi dell’onicomicosi sono:

  • onicolisi (unghia che si rompe facilmente);
  • cambiamenti cromatici dell’unghia;
  • comparsa di macchie giallastre, verdastre o marroni sull’unghia;
  • dolore;
  • onicomadesi (perdita antiestetica dell’unghia).

L’unghia appare solitamente spessa e giallognola, con sfumature grigiastre, verdi, marroni o tendenti al nero. Al propagarsi dell’infezione, l’unghia si sfalda progressivamente fino, nei casi più gravi, a cadere del tutto. La pelle sottostante è solitamente arrossata, gonfia e caratterizzata da fastidio, dolore e/o prurito. Quando un’unghia è infettata, il fungo può propagarsi anche ad altre unghie vicine: la proliferazione si verifica tra le unghie dello stesso piede o della stessa mano o può anche trasferirsi da un piede all’altro o da una mano all’altra. Essendo una infezione causata da un fungo, il contagio tra una persona e l’altra è possibile, sia per contatto diretto, sia tramite l’uso in comune di oggetti infettati. Il contagio è più probabile frequentando ambienti a rischio, come le piscine, o usando oggetti come forbicine, lime, asciugamani, calze e scarpe in comune.

Per approfondire: Onicomicosi a mani e piedi: cause, cura, rimedi, farmaci, immagini

MEDICINA ONLINE PSORIASI ALLE UNGHIE O ONICOMICOSI MICOSI UNGHIE COME RICONOSCERE MANI MANO PIEDE.jpg

Psoriasi con interessamento delle unghie

 

Psoriasi

Con “psoriasi” si indica una patologia infiammatoria della pelle, che in genere si caratterizza per essere cronica e soggetta a delle recidive. Al contrario dell’onicomicosi non è contagiosa. I soggetti più colpiti sono le donne con la pelle chiara. Le zone maggiormente interessate dalla psoriasi sono: le mani, le unghie (oltre il 50% degli psoriasici ha coinvolgimento ungueale), il gomito, i piedi e la testa, in particolare il cuoio capelluto. La psoriasi è caratterizzata dalla presenza su alcune parti del corpo di zone tondeggianti di pelle arrossata, ispessita e ricoperta da squame bianco-argentee. Oltre ai sintomi più evidenti, le manifestazioni cutanee, è possibile che la persona interessata avverta un anomalo senso di prurito e fastidio, che può essere di varia entità e intensità. Una caratteristica tipica della psoriasi, anche se non esclusiva della malattia, è il fenomeno di Koebner, la comparsa di lesioni nei punti interessati da un trauma di tipo fisico, come cicatrici o bruciature. Le manifestazioni ungueali della psoriasi (onicopsoriasi) sono molte e differenti e possono presentarsi sia singolarmente che in maniera combinata nel paziente, il quale ne ricava un certo disagio. Il polimorfismo delle lesioni alle unghie causate dalla psoriasi dipende da vari fattori: dal letto ungueale, dalla matrice ungueale e, in generale, dalla sede in cui si manifesta il problema. Le tre lesioni caratteristiche e obiettivabili di onicopatia psoriarica sono:

  • pitting: depressioni cupoliformi della lamina ungueale;
  • onicosi: distacco parziale della lamina ungueale;
  • ipercheratosi sub ungueale: ispessimento dell’unghia di color bianco-giallastro.

La psoriasi delle unghie ha un decorso spesso cronico e difficilmente imprevedibile, con periodi di remissioni e recidive; può provocare un profondo sconvolgimento della struttura delle unghie, sia delle mani che dei piedi, con alterazioni estetiche e funzionali e gravi ricadute sulla qualità della vita e sul benessere psicologico della persona psoriasica, soprattutto quando le manifestazioni si localizzano alle mani e sono quindi più difficili da nascondere. Differenziare le lesioni ungueali derivate dalla psoriasi da quelle determinate dall’onicomicosi è spesso complesso e la diagnosi differenziale spetta solo al medico dermatologo.

Per approfondire: La psoriasi è contagiosa? Tipi, sintomi, cause, cure ed alimentazione

Leggi anche:

Lo Staff di Medicina OnLine

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato sui nostri nuovi post, metti like alla nostra pagina Facebook o seguici su Twitter, su Instagram o su Pinterest, grazie!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Bellezza e cura della persona, Dermatologia e venereologia, Inestetismi della cute e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.