I dieci comandamenti delle unghie sane, forti e belle: mai più unghie fragili e che si spezzano

Dott. Loiacono Emilio Alessio Medicina Chirurgia Estetica Benessere Dietologia Sessuologia Ecografie I dieci comandamenti delle unghie sane e belle

Le unghie, per la loro posizione nel corpo, rivestono fin dall’antichità una grande importanza dal punto di vista estetico per le donne, che da sempre le usano come straordinaria arma di seduzione. Purtroppo però, anche se apparentemente possono apparire robuste, le unghie possono andare incontro a sfaldamento, rottura, fragilità oltre a costituire sede di svariate patologie di grande complessità e varietà. Eppure ci sono molti modi, anche estremamente semplici, che permettono di mantenere le unghie in forma, vitali, robuste e forti, in una parola: belle! Vediamo quali sono con questo pratico decalogo.

Leggi anche:

1) NON MANIPOLATE LA CUTICOLA 
E’ l’errore fondamentale commesso da chi pratica il manicure. Secondo la Draelos il 75% delle affezioni cosmetiche dell’unghia dipende da questa tendenza a scalzare la cuticola, considerata poco attraente anche perchè lo smalto ungueale non può esservi applicato facilmente. In realtà la cuticola rappresenta una barriera fondamentale contro agenti chimici, fisici e infettivi, la cui mancanza può causare perionissi e onicodistrofie.

2) INDOSSATE DEI GUANTI QUANDO POSSIBILE PER PROTEGGERE LA LAMINA
Qualunque danno provochiamo all’unghia questo non si risolverà fino a che non sarà prodotta un unghia nuova. Per questo la protezione è molto importante. Se l’unghia è esposta a dei solventi, essa perde il suo contenuto di acqua diventando fragile: è il fenomeno della onicoschizia. Solo i guanti possono mantenere per lungo tempo l’unghia nel suo stato naturale.

Leggi anche: L’alimentazione per avere unghie più forti e più belle: mai più unghie spezzate o che si sfaldano

3) NON MORDETEVI LE UNGHIE
Mordersi le unghie o la cuticola può creare una soluzione di continuo dove possono entrare microrganismi batterici o virali: questo spiega la frequenza delle verruche periungueali negli adolescenti. Nei soggetti predisposti per evitare questa cattiva abitudine la Draelos suggerisce smalti a base di capsaicina o unghie artificiali.

4) USATE IDRATANTI PER LE UNGHIE TUTTE LE VOLTE CHE USATE IDRATANTI PER LE MANI
Anche se l’unghia non è una struttura vivente, il suo contenuto di acqua può essere aumentato. L’urea e l’acido lattico aumentano il contenuto di acqua della lamina così come la glicerina. Gli indurenti ungueali possono rendere l’unghia più fragile in quanto possono disidratarla. Spesso gli stessi smalti ungueali possono essere dotati di proprietà indurenti.

Leggi anche: Le unghie sono lo specchio della nostra salute: impara a leggere i segnali che ti inviano

5) TAGLIATE LE UNGHIE DI FREQUENZA
Quando l’unghia è danneggiata, tagliarla di frequente in modo che venga agevolmente rimpiazzata dall’unghia nuova è la cosa migliore. Inoltre le unghie lunghe vanno incontro più frequentemente a problemi che le unghie corte, quali fratture, onicolisi e onicoschizia.

6) LIMITATE L’ESPOSIZIONE DELL’UNGHIA AI SOLVENTI PER TOGLIERE LO SMALTO
Molti solventi (nonostante presentino in aggiunta sostanze che ritardano l’evaporazione dell’acqua) contengono acetone e pertanto provocano una disidratazione dell’unghia. Pertanto non vanno utilizzati più di una volta la settimana e se possibile ancora meno.

Leggi anche: Fragili, rosicchiate, gialle: perché le unghie si sfaldano e si rovinano e quali sono le cure?

7) INDOSSATE LE UNGHIE SCOLPITE SOLO PER TRE MESI CONSECUTIVI
Le unghie scolpite possono creare problemi alle unghie naturali provocando un danno al letto ungueale; molti operatori preferiscono lasciare le unghie crescere e agire con supporto di nuovo materiale ( il cossidetto processo di “filling”). Tuttavia è consigliabile non indossare le unghie scolpite per più di tre mesi e praticare un mese di riposo.

8) APPLICATE ALLE AREE DI ONICOLISI ALCOOL O ACIDO ACETICO
L’Onicolisi (la separazione dell’unghia dal letto) può essere fonte di sovrapposizione batterica: per questo devono essere messe in atto misure preventive quali l’applicazione di sostanze che contrastino l’insorgenza di infezioni ungueali.

9) NELLE UNGHIE FRAGILI AGGIUNGETE SUPPLEMENTI DI BIOTINA
Mentre è più discutibile l’aggiunta di calcio e cistina nella onicoschizia, è stato visto che la biotina costituisce il migliore integratore per combattere la fragilità ungueale.

Leggi anche: Le tue unghie sono fragili? Rinforzale e falle crescere più velocemente con gli integratori giusti

10) ATTENZIONE ALLA PRESENZA DI CRESTE 
Se trovate creste biancastre sulle unghie, potete essere affette da una carenza acuta di calcio e vitamina D. Introducete della fresca frutta estiva e succo di carota, mirtilli e fragole nella vostra dieta, in quanto le sostanze in esse contenute impediscono che le cuticole si asciughino. Massaggiate le unghie con olio di oliva o olio di mandorle.

Leggi anche: Le 10 regole d’oro per rinforzare le unghie

Dott. Emilio Alessio Loiacono
Medico Chirurgo

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato sui miei nuovi post, metti like alla mia pagina Facebook o seguimi su Twitter, grazie!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Bellezza e cura della persona, Cosmetica e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...