Lizzie Velasquez “la donna più brutta del mondo”: apriamo la nostra mente

Dott Loiacono Emilio Alessio Medico Chirurgo Chirurgia Estetica Roma Cavitazione Pressoterapia  Massaggio Linfodrenante Dietologo Cellulite HD Calorie Peso Dieta Sessuologia Pene Laser Filler Rughe Botulino Lizzie Velasquez DONNA PIU BRUTTA MONDO 1Oggi vorrei trasmettervi un messaggio positivo e motivante: la testimonianza di Lizzie Velasquez, crudelmente definita “la donna più brutta del mondo”. Lizzie, in realtà, non è brutta, ma malata. Ha una condizione rarissima e inspiegabile che le impedisce di immagazzinare grasso nel suo corpo e di aumentare di peso; a quanto pare non ha mai superato i 28 kg e per restare in vita è costretta a mangiare ogni 15 minuti, per un totale di circa 60 pasti al giorno. Come se non bastasse è anche cieca da un occhio.

La malattia che ha colpito Lizzie Velasquez prende il nome di Sindrome di de Barsy, cliccate su questo link per scoprire di cosa si tratta.

A prima vista può sembrare una persona molto sfortunata e infelice, ma non è così! Lizzie è una motivational speaker, tiene discorsi motivazionali e con le sue parole aiuta centinaia di persone ad accettarsi e ad apprezzarsi. Un suo video caricato appena un mese fa sta facendo il giro del mondo:

Riassumo brevemente il video per chi non avesse 13 minuti a disposizione per vederlo: Lizzie racconta la sua infanzia, dalla nascita travagliata (i dottori dissero ai genitori che la bimba non sarebbe mai stata in grado di parlare né muoversi, ma la loro riposta fu semplice: “la vogliamo vedere, la porteremo a casa e la cresceremo al meglio”) alla consapevolezza della sua malattia. Racconta che prima di iniziare la scuola non aveva mai notato di essere diversa dagli altri; poi il primo giorno in classe tutti la guardano come se fosse un mostro. Lei non capisce, si è sempre considerata normale, trova i suoi compagni estremamente maleducati perché la trattano male, quando lei non gli ha fatto niente. Quando chiede ai suoi genitori qual è il problema, cosa c’è di sbagliato in lei, loro le dicono che l’unica differenza è che lei è più piccola degli altri, ma che questo non deve definirla, anzi, deve tornare a scuola sorridente e a testa alta e dimostrare quanto vale.

È qui che Lizzie rivolge una domanda al pubblico: “Cosa definisce voi stessi? Le vostre origini, la vostra storia, i vostri amici? Cosa definisce chi siete come persone?” Per un lungo periodo lei ha pensato che a definirla fosse la sua malattia: si trovava orribile, ogni sera andava a dormire sperando di risvegliarsi normale, e ogni mattina riceveva un’amara delusione. La famiglia e gli amici l’hanno sempre supportata, principalmente trattandola come chiunque altro, senza mostrare pietà, ma non bastava; a sedici anni scopre un video su Youtube in cui compare per 8 secondi. Il titolo? La donna più brutta del mondo. 4 milioni di visualizzazioni e centinaia di commenti crudeli; dopo un primo periodo di sconforto e depressione qualcosa scatta e Lizzie realizza che non può continuare a piangersi addosso. Siamo noi a decidere cosa fare della nostra vita, che piega far prendere agli eventi e come reagire alle difficoltà, di certo non possiamo lasciare che siano gli altri ad etichettarci. Lizzie inizia a lavorare su se stessa e prende una decisione: saranno i suoi successi, i suoi pregi e i suoi obiettivi a definirla, non la malattia, la magrezza e la cecità. L’unico modo per rispondere alle cattiverie è migliorarsi, usarle come scale per raggiungere i propri traguardi. Lizzie lavora sodo, si laurea in comunicazione, diventa una motivational speaker e scrive tre libri: ora non è più considerata la donna più brutta del mondo, ma una ragazza forte, ironica, ambiziosa, un esempio da seguire per chiunque non abbia ancora trovato se stesso, per chi vaga nel mondo senza una meta, lasciando che siano i giudizi degli altri a influenzarlo.

Lizzie è una persona meravigliosa e questo video mi ha fatto venire i brividi, così ho voluto condividerlo con voi. Spero che colpisca anche voi e che vi dia la forza di reagire se vi trovate intrappolate in situazioni che non vi soddisfano: forse non è quello che volete sentirvi dire, forse non è la strada più facile, ma sappiate che, come dice Lizzie, solo voi avete il potere di cambiare le cose!

Dott. Emilio Alessio Loiacono
Medico Chirurgo

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato sui miei nuovi post, metti like alla mia pagina Facebook o seguimi su Twitter, grazie!

FONTE

Informazioni su Dott. Emilio Alessio Loiacono

https://medicinaonline.co/about/
Questa voce è stata pubblicata in Bellezza e cura della persona, La medicina per tutti, Storia e curiosità della medicina e della scienza e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...