I dieci fatti curiosi che non sai sulla marijuana

Dott. Loiacono Emilio Alessio Medico Chirurgo Medicina Chirurgia Estetica Plastica Cavitazione Dieta Peso Dietologo Nutrizionista Roma Cellulite Sessuologia Smettere fumare Droga Obama Marijuana

Lo riconoscete? E’ Barack Obama, l’attuale presidente degli Stati Uniti. Ha ammesso pubblicamente di aver fumato marijuana quando era un ragazzo

Sulla marijuana se ne sentono dire di tutti i colori: un giorno additata come uno dei peggiori mali dell’umanità, il giorno dopo, proclamata soluzione universale contro dolori e malattie. Non c’è che dire, il dibattito è aperto e non è certo moderato. Se volete partecipare, assicuratevi di aver letto questo post per conoscere un po’ di aneddoti di cui pochi sono a conoscenza.

1. La marijuana veniva usata come “pozione della verità” dall’esercito americano durante la seconda guerra mondiale. Viene voglia di conoscere un prigioniero di guerra che abbia provato questa “spiacevole” esperienza!

2. L’attacco di fame che spesso si presenta dopo aver fumato marijuana ha una spiegazione scientifica. La leptina è l’ormone che controlla la sensazione di sazietà. Il THC intacca il suo buon funzionamento, da qui la sensazione di “fame chimica” che segue l’assunzione di marijuana.

3. George Washington e Thomas jefferson furono dei grandi produttori di marijuana. O per essere esatti di canapa, una coltura molto diffusa all’epoca. La prima versione della Dichiarazione d’Indipendenza degli Stati Uniti fu scritta proprio su un foglio di canapa! Ma le lobby dei produttori di cotone puntarono sul potenziale psicotropo della canapa per eliminarne la concorrenza : la produzione fu regolamentata e proibita in alcuni stati dalla fine del XIX secolo.

4. L’assunzione di marijuana era comunemente prescritta per affrontare i dolori del parto, e questo fino al 1942. Futuri padri di tutto il mondo, invece di dover assistere alle sofferenze della vostra donna in pieno travaglio, aiutatela offrendole una canna!

5. Il Paraguay sarebbe il maggiore produttore mondiale di marijuana. Essere il primo produttore di una droga che ti manda sulle nuvole, e avere come capitale Asuncion… Neanche a farlo apposta!

6. Il latte materno contiene cannabinoidi. Secondo voi, da dove viene lo sguardo sognante dei bambini in età di allattamento? Ebbene sì: il latte materno funziona un po’ come il THC sui neonati, riempiendoli di una sensazione di sazietà ma anche di benessere. Non siamo riusciti a scoprire se fargli ascoltare del reggae durante il pasto sia la chiave per farli addormentare in 2 minuti: se qualcuno volesse sperimentare!

7. Quasi tutti gli orologi del film Pulp Fiction sono regolati sulle 4 e 20.  E cosa c’entra, direte voi? Si tratta di una strizzata d’occhio degli sceneggiatori, visto che l’espressione 4 e 20 (four-twenty) in inglese è comunemente usata per indicare l’assunzione di marijuana. Quest’espressione in codice data degli anni ’70, quando un gruppo di liceali si dava appuntamento ogni giorno alle 4 e 20 per cercare un fantomatico campo di marijuana abbandonato. Velocemente rassegnati, si limitarono a fumare qualche canna rispettando scrupolosamente l’orario degli appuntamenti. Essere un po’ fatti non impedisce la puntualità, no?

8. L’olio di canapa è l’alimento più ricco in Omega 3 fino ad oggi conosciuto. Altro che salmone, pollo, olio di fegato di merluzzo: ecco una vera soluzione contro il colesterolo!

9. Mangiare un mango ben maturo 20 minuti prima di fumare una canna, ne aumenta considerevolmente gli effetti. Strano, eh? Eppure, è provato che il mircene, un principio attivo d’origine vegetale, aiuta le molecole di THC a circolare nel sangue, facilitando loro l’accesso al vostro povero cervello. E quand’è maturo, il mango contiene una fortissima concentrazione di mircene!

10. Bisognerebbe consumare circa 800 spinelli in 20 minuti per fare un overdose.  E in ogni caso, il decesso sarebbe dovuto più a un’intossicazione da monossido di carbonio che a un vero e proprio overdose di THC. Sappiate che la solanina, sostanza presente nella buccia delle patate, è molto più tossica: ci sono molte più possibilità di fare un overdose mangiando patate che fumando marijuana.

Leggi anche:

Lo staff di Medicina OnLine

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato sui nostri nuovi post, metti like alla nostra pagina Facebook o seguici su Twitter, su Instagram o su Pinterest, grazie!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in La medicina per tutti, Neurologia, psicopatologia e malattie della mente, Storia e curiosità di medicina, scienza e tecnologia e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.