I bambini italiani sono i più obesi al mondo

Dott. Loiacono Emilio Alessio Medico Chirurgo Medicina Chirurgia Estetica Rughe Cavitazione Dieta Peso Dietologo Nutrizionista Cellulite Dimagrire Sessuologo Roma Sesso Sex Smettere fumare BAMBINI ITALIANI OBESI MONDOIl futuro di una nazione lo si vede innanzitutto dai bambini. La loro istruzione, la loro educazione, il loro senso civico, la loro salute: tutto rappresenta la cartina al tornasole di dove sta andando un popolo e di quale sarà il suo futuro. E il futuro dell’Italia è… obeso. I bambini italiani sono ai vertici mondiali del “grasso”.

In realtà non siamo esattamente primi in questa poco lusinghiera classifica, ma secondi: ci battono – ma di poco – solo i bambini statunitensi, ed il parere del sottoscritto è che, se non cominciamo fin da adesso con serie politiche di contenimento del problema, ci troveremo presto primi in classifica.

Un bambino italiano su tre è obeso o in sovrappeso
Il Paese culla della dieta mediterranea vanta uno dei tassi più alti di obesità infantile. La percentuale di bambini italiani obesi e in sovrappeso è pari infatti al 31,6% della popolazione, seconda solo a quello degli Stati Uniti, dove sono il 35,5%, tra i paesi occidentali. E’ uno dei dati emersi al seminario sui costi dell’obesità organizzato a Milano dal Barilla center for food and nutrition.

La media mondiale è uno su dieci
Nel mondo un bambino su 10, in età scolare, è obeso o in sovrappeso. Nei paesi Ocse la media è del 22,1%, e tra quelli con i tassi peggiori, oltre Usa e Italia, ci sono Regno Unito (24,7%) e Brasile (22,1%), mentre la Cina è quella che registra le cifre più basse (5,2%), con Giappone (15,3%), India e Germania (19%). Tra le cause di queste pessime performance dei bambini italiani, c’è senz’altro un problema di attività fisica quasi scomparsa nelle scuole, e poco praticata nella vita di tutti i giorni.

Più attività fisica
Il problema non è far fare 3 ore di nuoto a settimana al proprio figlio, ma farlo giocare all’aperto e muoversi ogni giorno. Bisogna ridurre l’apporto energetico – che in soldoni significa far mangiare di meno e meglio i nostri figli – e fare più movimento, almeno 30 minuti di camminata a passo svelto al giorno. Purtroppo ciò è sempre più difficile, soprattutto nelle grandi città dove l’inquinamento ambientale è altissimo e non ci sono abbastanza parchi dove poter far andare i figli a giocare da soli in sicurezza, né piste ciclabili.

Ambiente obesogeno
Senza contare che i nostri bambini e adolescenti vivono in un ambiente obesogeno, pieno di tentazioni. Nelle scuole ad esempio, spesso i distributori offrono solo bibite zuccherate e merendine. Mi è capitato, per ragioni di lavoro, di parlare con alcuni responsabili di varie mense scolastiche e un dato mi ha colpito molto: i genitori degli alunni si lamentano spesso. E si lamenteranno mai per la poca frutta presente nel menù? O si lamenteranno mai per la poca verdura? Niente di tutto questo: si lamentano perché il figlio riferisce delle porzioni di pasta troppo piccole! Il problema è che manca il concetto di educazione alimentare, sia nei piccoli che nei loro genitori.

L’esempio negativo dei genitori
Di solito quando devo far dimagrire un piccolo paziente, la prima cosa che noto è che quasi sempre anche i suoi genitori sono in sovrappeso. In questo caso i genitori sono i veri responsabili dell’obesità del figlio. Di solito gli adulti sono quelli che cucinano per i propri figli quindi una coppia di genitori abituati a mangiare porzioni eccessive, magari di fritti, con molto sale, molti grassi, alimenterà la propria prole con una alimentazione già sbagliata in partenza. Un figlio abituato a mangiare dolci e fritti da piccolo, difficilmente imparerà a mangiar sano da adulto. Ricordate: una casa sta in piedi solo se le fondamenta sono solide!

Dott. Emilio Alessio Loiacono
Medico Chirurgo

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato sui miei nuovi post, metti like alla mia pagina Facebook o seguimi su Twitter, grazie!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Dietologia, nutrizione e apparato digerente e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...