Come riconoscere un atleta “natural” da un dopato in palestra

MEDICINA ONLINE Dott Emilio Alessio Loiacono Medico Chirurgo Roma RICONOSCERE ATLETA DOPATO NATURAL PALESTRA Riabilitazione Nutrizionista Infrarossi Accompagno Commissioni Cavitazione Radiofrequenza Ecografia Pulsata  Macchie Capillari A Pene.jpgE’ possibile distinguere in palestra un atleta “natural” (cioè che non usa farmaci per aumentare la propria massa muscolare/definizione/prestazione, al massimo solo integratori alimentari che NON sono doping) da un atleta “doped” (cioè che usa steroidi anabolizzanti ed altri farmaci, come ad esempio questo)? Ovviamente quando ci troviamo di fronte a Phil Heath, il vincitore di 6 titoli di Mr. Olympia che vedete in foto, è difficile avere troppi dubbi: senza ausilio farmacologico nessun uomo al mondo – anche quello con la migliore genetica possibile – potrebbe mai raggiungere quel particolare livello di massa muscolare così ben definita.

Ma quando i fisici sono meno estremi?

E’ così facile capire ad occhio chi fa uso di farmaci? Non sempre, specie se il supporto farmacologico è limitato e non esasperato, come avviene ormai sempre più spesso nel mondo dei fitness models che vedete raffigurati sui barattoli delle vostre proteine o tra chi punta al “rimorchio estivo” (con episodi grotteschi di quattordicenni che chiedono di doparsi per fare colpo su Instagram) o ancora tra gli “You Tube fitness guru“, quest’ultimi soggetti bizzarri e narcisisti che si spacciano per esperti di palestra e nutrizione senza sapere una virgola di fisiologia umana solo perché, tra chirurgia e “cicletti” estivi, appaiono nei video con un fisico più o meno decente, giurando ai propri follower creduloni che il proprio fisico è assolutamente natural e frutto di sacrifici e… “genetica”. Il doping “non esasperato” è estremamente diffuso anche tra gli attori di Hollywood (non diciamo i nomi degli attori, ma pensate a Wolverine o a Leonida…), costretti, per obblighi di sceneggiatura, ad apparire sovrappeso in un film e palestrati nel successivo (ad esempio Christian Bale). Esiste poi quella famosa “zona di mezzo” in cui atleti estremamente ben allenati, con diete perfette e magari anche molto giovani e quindi con ancora tanto testosterone in circolo, riescono ad avere fisici “migliori” di un doped che si allena e mangia estremamente male o che ha una età avanzata: in questo caso il dopato potrebbe perfino apparire più natty del naturale (questo per ricordarci che “bombarsi” non è sufficiente ad avere un fisico possente!) anche se alcuni particolari lo tradiscono quasi sempre. Tutto questo per dire che ormai il doping è intorno a noi come mai prima nella storia dell’umanità, ma non sempre è così facile vederlo.

MEDICINA ONLINE Shawn Rhoden Mister Olympia 2018 BEFORE 2008 AFTER 2018 EFFETTI STEROIDI ANABOLIZZANTI FARMACI AAS DEFINIZIONE MASSA MUSCOLARE COME RICONOSCERE DOPATO IN PALESTRA NATTY NATURAL NATURALE DOPING BODY BUILDING.jpg

Il Mr Olympia 2018 Shawn Rhoden: a sinistra com’era nel 2008, a destra com’è ora

Fermo restando che l’unico modo sicuro per essere certi di uno specifico supporto farmacologico è procedere con particolari test antidoping, ci sono però delle caratteristiche – alcune ricercate dall’atleta, altre decisamente meno – che possono aiutarvi a capirlo anche solo guardandolo o comparando nel tempo la quantità di risultato che raggiunge. Ricordate infatti che a volte ancor più importante del “quanto” è il “quando”: se una persona che si allena da anni con risultati piuttosto regolari, all’improvviso raggiunge risultati estremamente positivi in un arco di tempo ristretto e magari senza grosse variazioni nel tipo di allenamento/alimentazione/riposo, potrebbe essere probabile l’uso di una qualche sostanza dopante. Se il famoso “You Tube fitness guru” fresco di addominoplastica, appare flaccido dieci mesi all’anno e poi a luglio e ad agosto appare all’improvviso tonico e ben definito nei suoi video da Los Angeles, state quasi certi che usa uno o più farmaci, anche se giura il contrario e fa le crociate contro il doping. Se il cinquantenne tonico, spigoloso e svenato che si aggira perennemente in canottiera (anche a dicembre quando nevica) sui gruppi Facebook dice che i suoi risultati li ha raggiunti in 30 anni di allenamento e poi nelle foto di tre anni fa appariva “secco”, state quasi certi che usa uno o più farmaci. Se il trentenne di bassa statura che ostenta orologi e ricchezza, o l’ex concorrente del Grande Fratello, o il laureato in omeopatia con braccia natural da 50 cm di turno, appaiono grossi e tirati e poi all’improvviso si “sgonfiano” inspiegabilmente in due settimane – diventando lisci come patate e tirano fuori scuse sul tipo “ho smesso di allenarmi per tornare a combattere” – state quasi certi che usano uno o più farmaci, mentendo spudoratamente sul loro essere naturalissimi, illudendo i loro seguaci meno esperti che continueranno tutta la vita – senza riuscirci – a cercare di diventare iperdefiniti come loro con semplici creatina, BCAA e carnitina (venduti con codice sconto dal guru stesso che guadagna ampie percentuali), rischiando la vigoressia e spesso finendo loro stessi per doparsi.

Farmaci diversi per scopi diversi

Prima di analizzare le varie caratteristiche del “dopato”, è però importante ricordare al lettore che esistono molti farmaci diversi, con effetti diversi: in parole povere non esiste solo un tipo di doping. Semplificando: ad esempio esistono farmaci che aumentano la massa muscolare e ne esistono altri che diminuiscono la massa grassa, quindi un palestrato innaturalmente iperdefinito e ipervascolarizzato sarà probabilmente dopato anche se non presenta masse muscolari estreme, motivo per cui le gare di body building sono di varie tipologie ed ogni tipologia ha dei canoni di giudizio diversi. Questo punto è molto importante perché molti, sbagliando, sono sicuri che solo chi ha masse muscolari estreme stile bodybuilder sia dopato, mentre in realtà anche molti modelli molto magri e con una massa muscolare media sono in realtà altrettanto dopati, ma semplicemente usano farmaci diversi, spesso che non vengono rilevati ai ridicoli test antidoping che si effettuano prima delle gare “natural” (che di natural hanno solo la scritta sulla pubblicità).

Caratteristiche del “dopato da palestra”

Rispetto ad un “palestrato al naturale”, chi fa uso di sostanze dopanti tende ad avere una o più tra queste caratteristiche, alcune delle quali decisamente non fisiologiche:

  • Massa muscolare molto più sviluppata della media, a tale proposito leggi anche: I muscoli: come sono fatti, come funzionano e cosa rischiano quando ti alleni;
  • Definizione muscolare elevata;
  • Vascolarizzazione venosa molto estesa e pronunciata, con vasi sanguigni ben visibili e sopraelevati, specie su arti superiori ed inferiori, ma anche su petto e pube;
  • Percentuale di massa grassa estremamente bassa, di solito sotto l’8%, a tale proposito leggi anche: Cosa sono e qual è la differenza tra massa magra e massa grassa? Tutte le percentuali di grasso, ossa e muscoli;
  • Elevato gap tra % di massa magra e grassa: i muscoli sono molto sviluppati e contemporaneamente il grasso è estremamente ridotto;
  • Pienezza muscolare, cioè ogni muscolo tende a “esplodere” verso l’esterno come se fosse sempre in “pump” (cioè quella particolare condizione in cui, al termine di un allenamento intensivo, il muscolo appare temporaneamente più voluminoso e vascolarizzato);
  • Velocità di crescita muscolare più elevata rispetto ad un natural;
  • Tempi di recupero più brevi rispetto ad un natural;
  • Metabolismo basale molto elevato, grazie anche all’elevata % di massa magra, a tal proposito leggi: Differenza tra catabolismo, anabolismo, metabolismo basale e totale
  • Maggior facilità nel dimagrimento: a parità di calorie assunte con la dieta, il dopato tende a perdere più facilmente e rapidamente la massa grassa rispetto ad un natural;
  • Possibilità di alimentarsi con alimenti maggiormente calorici rispetto ad un natural, conservando più facilmente una bassa % di massa grassa;
  • Addome innaturalmente rigonfio, chiamato anche “bubble gut”, causato dall’ingrossamento degli organi interni, tipico effetto collaterale di alcune sostanze, con possibile estroflessione dell’ombelico, a tal proposito leggi: Ormone della crescita (GH): effetti avversi nel body building e nello sport
MEDICINA ONLINE BIG BUBBLE GUT GUTS BODY BUILDING ADDOME GONFIO GH ORMONE DELLA CRESCITA STEROIDI ANABOLIZZANTI TRENBOLONE DOPING FOTO IMMAGINI.jpg

Bubble gut

  • Stondatura molto accentuata di alcuni muscoli, ad esempio deltoidi “a palla di cannone”;
  • Maggiore potenza e/o resistenza allo sforzo;
  • Pelle estremamente sottile, che ricalca fedelmente ed innaturalmente la struttura ed i particolari del muscolo sottostante e dei vasi sanguigni;
  • Separazione muscolare molto evidente;
  • Elevata differenza tra circonferenza di spalle ed addome;
  • Mandibola GH, a tale proposito leggi anche: Mandibola GH, ormone della crescita e doping nello sport);
  • Malformazioni scheletriche: oltre alla mandibola GH, si possono verificare ingrandimenti di altre ossa del cranio, ma anche di altri distretti del corpo, come mani e piedi (acromegalia se il doping è assunto dopo la pubertà, gigantismo se è assunto prima della pubertà), per approfondire, leggi: Differenza tra gigantismo ed acromegalia;
  • Rapida perdita di alcune delle caratteristiche fin qui elencate, nel momento in cui si smette di assumere i farmaci (ad esempio diminuzione della definizione della massa muscolare).

Non tutti i segni elencati indicano necessariamente uso di doping, specie se sono presenti singolarmente. Generalmente più segni sono presenti contemporaneamente, maggiore è il rischio di uso di doping, inoltre tale rischio è tanto più elevato, quanto più tali caratteristiche sono presenti in individui che hanno più di 30 anni e/o se sono comparse quasi all’improvviso. Ad esempio un individuo di 45 anni che sviluppi in pochi mesi molte delle caratteristiche prima elencate, soprattutto se fino ad allora aveva un fisico magari anche allenato, ma non “estremo”, è quasi certo che assuma uno o più farmaci dopanti.
Ricordate infine che, in base al farmaco assunto, potrebbero essere presenti alcuni segni in modo preponderante rispetto ad altri, ad esempio un atleta man phisique con muscoli ultra definiti e con ​% di massa grassa estremamente bassa, potrebbe essere dopato anche se non possiede masse muscolari esasperate come un bodybuilder alla Phil Heath, ma l’estrema differenza tra massa muscolare e grassa lo tradisce facilmente.

MEDICINA ONLINE GINECOMASTIA EFFETTI COLLATERALIFARMACI LISTA ANNI ALLENAMENTO MUSCOLI PESI GINNASTICA GUINNESS RECORD MORTE DEAD DEATH CUORE STEROIDI DOPING SOSTANZE DOPANTI GH BODYBUILAltro effetto collaterale possibile è la ginecomastia (vedi foto a sinistra) cioè una condizione caratterizzata dallo sviluppo delle mammelle (composte da tessuto ghiandolare e grasso) nell’uomo; per approfondire leggi:

L’uso, specie continuato, di sostanze vietate come ad esempio trenbolone acetato, stanozololo (Winstrol ®), metenolone enantato (Primobolan Depot ®) e metandrostenolone (Dianabol ®) possono anche tipicamente portare ad:

A seconda del farmaco specifico usato, il doping può inoltre – direttamente o indirettamente – aumentare il rischio di:

  • nefropatie (come le glomerulonefriti);
  • epatopatie;
  • cancro (come la leucemia ed il tumore ai testicoli);
  • insufficienza cardiaca;
  • morte cardiaca improvvisa;
  • arresto cardiaco;
  • asma;
  • emorragia cerebrale;
  • trombosi;
  • ipertensione o ipotensione arteriosa;
  • angina pectoris;
  • aritmie cardiache;
  • shock circolatorio;
  • paralisi respiratoria letale;
  • gravi squilibri endocrini;
  • diabete mellito da abuso di insulina;
  • ingrandimento di alcuni organi (cardiomegalia, epatomegalia, splenomegalia…);
  • immunodeficienza;
  • maggiore suscettibilità alle infezioni;
  • osteoporosi;
  • infertilità o sterilità;
  • disfunzione erettile (impotenza);
  • alterazione della temperatura corporea;
  • tremori;
  • alterazioni della glicemia (ipoglicemia o iperglicemia);
  • coma ipoglicemico;
  • danni cerebrali irreversibili;
  • depressione (“effetto rimbalzo” al cessare dell’uso del farmaco);
  • vari disturbi psichiatrici;
  • morte improvvisa.

Alcune di queste patologie o condizioni sono irreversibili.

Leggi anche:

MEDICINA ONLINE GINECOMASTIA ACNE EFFETTI COLLATERALIFARMACI LISTA ANNI ALLENAMENTO MUSCOLI PESI GINNASTICA GUINNESS RECORD MORTE DEAD DEATH CUORE STEROIDI DOPING SOSTANZE DOPANTI GH BODYBUILDER BODY BUILDING CULTURISTA.jpg

Doping nei bambini

Se le sostanze dopanti sono assunte in età pre-puberale, sono possibili alterazioni estremamente gravi ed in alcuni casi irreversibili del normale sviluppo osseo e muscolo-tendineo (ad esempio gigantismo) ed alterazioni dell’apparato sessuale.

Leggi anche:

MEDICINA ONLINE EFFETTI DOPING BODY BUILDING DONNE IMMAGINE

Doping nella donna

Se le sostanze vietate sono assunte da una donna, agli effetti collaterali prima citati a proposito degli uomini, si aggiungono:

Gli effetti del doping tra le donne sono evidenti nelle foto riportate in questo articolo: Gli effetti del doping nel body building femminile IMMAGINI

Per approfondire:

I migliori integratori per lo sport
I migliori integratori alimentari scelti, selezionati ed usati dal nostro Staff di esperti, sono:

Costruisci una palestra a casa tua
Un ottima idea per allestire una minipalestra a casa tua, è quella di acquistare apparecchi specifici come tapis roulant, cyclette, panche, bilancieri, apparecchi all in one o vogatori. Alcuni apparecchi di buona qualità, scelti dal nostro Staff di esperti, ognuno imbattibile nella sua fascia di prezzo, sono :

Prodotti per contrastare i dolori muscolari
Chi fa parecchio sport potrebbe trovare estremamente utili i seguenti prodotti per contrastare i dolori muscolari ed accelerare i tempi di riabilitazione e recupero:

Leggi anche:

Lo Staff di Medicina OnLine

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato sui nostri nuovi post, metti like alla nostra pagina Facebook o unisciti al nostro gruppo Facebook o ancora seguici su Twitter, su Instagram o su Pinterest, grazie!

Questa voce è stata pubblicata in Malati di palestra e di fitness, Sport, attività fisica e medicina dello sport e contrassegnata con , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.