Differenze tra proteine whey concentrate, isolate e idrolizzate: quale scegliere?

MEDICINA ONLINE PALESTRA DONNA MUSCOLI IPERTROFIA ALLENAMENTO MUSCOLARI ROSSE BIANCHE POTENZIALE GENETICO PESI PESISTICA WORKOUT PRE POST INTEGRATORI PROTEINE AMINOACIDI RAMIFICATI BCAA WHEY CASEINE CREATINA CARNITINA FISICNel corso del tempo, gli integratori di proteine whey hanno subito un’evoluzione, andando a soddisfare sempre meglio le aspettative e necessità dei fruitori. Prima sono nate le proteine concentrate, in cui il tasso di concentrazione può arrivare fino all’80%. Poi sono venute le proteine isolate, con un grado di purezza superiore al 90%, e che hanno preparato il terreno per l’ultima generazione di proteine: le idrolizzate. Vediamo quali sono le differenze tra questi tipi di proteine.

Proteine whey concentrate

Le whey concentrate sono le proteine del siero del latte più diffuse ed economiche, utilizzate frequentemente per aumentare l’introito proteico allo scopo di potenziare l’ipertrofia muscolare. Mentre gli integratori di proteine isolate contengono di norma più del 90% di proteine pure, gli integratori di proteine concentrate arrivano al massimo all’89%. Il motivo di tale differenza risiede nel fatto che gli integratori di whey concentrate presentano una percentuale più elevata di carboidrati (sotto forma di lattosio) e calorie rispetto agli integratori di proteine isolate, e ciò fa sì che queste due formule siano spesso utilizzate insieme negli shake o nei sostitutivi dei pasti. Nonostante il grado minore di concentrazione, si parla comunque di proteine di buona qualità (non adatte, però, alle persone intolleranti al lattosio) visto che le whey concentrate hanno un contenuto piuttosto alto di aminoacidi essenziali. Vanno assunte preferibilmente a colazione o dopo l’allenamento.

Pro

  • facilmente assorbibili;
  • economiche;
  • alto valore biologico;
  • il siero non denaturato contiene i naturali fattori di crescita del latte.

Contro

  • minore percentuale di proteine;
  • non adatte agli intolleranti al lattosio;
  • hanno un’alta risposta insulinica (per chi ha resistenza all’insulina, portano facilmente ad ingrassare).

Leggi anche:

Proteine whey isolate

La forma più pura di Whey Protein, le proteine whey isolate sono composti per il 90% o più da proteine pure. Le proteine vengono ottenute dal latte attraverso un processo di filtrazione, che è abbastanza raffinato da dare come risultato un prodotto praticamente privo di lattosio, carboidrati, grassi e colesterolo. Le proteine che compongono questi integratori sono considerate complete, cioè presentano tutti gli aminoacidi necessari alla nostra dieta, con percentuali particolarmente alte di aminoacidi a catena ramificata. Un altro fatto interessante è l’elevato contenuto di leucina, aminoacido che promove la sintesi proteica a livello muscolare (e dunque la crescita muscolare), e anche la riduzione del grasso, per effetto dell’aumento di energia necessaria all’organismo per dar luogo al processo di sintesi. Gli integratori di proteine whey isolate contengono anche un alto grado di cisteina. È dimostrato che le donne che presentano livelli di cisteina più alti corrono minore rischio di sviluppare il cancro al seno rispetto alle donne che hanno livelli più bassi di cisteina. Per le donne in gravidanza, che hanno naturalmente maggiori esigenze proteiche, gli integratori di whey isolate costituiscono una ricca fonte di proteine. Anche le persone anziane possono trovare in questi integratori un valido aiuto, perché contribuiscono a prevenire la degradazione ossea e muscolare. Dato il loro costo, gli integratori di proteine whey isolate sono destinati principalmente alle persone con problemi di digestione o intolleranti al lattosio o a persone esigenti, alla ricerca di un prodotto di qualità con pochi carboidrati. Possono rivelarsi molto utili al termine di una fase di definizione, per ridurre l’assunzione di carboidrati indesiderati.

Pro

  • contengono un’elevata percentuale di proteine pure;
  • sono quasi totalmente prive di grassi e carboidrati;
  • sono adatte agli intolleranti al lattosio.

Contro

  • sono mediamente molto più costose rispetto alle whey concentrate;
  • il siero a volte viene denaturato, ovvero privato dei fattori di crescita del latte che aiutano a stimolare ulteriormente la crescita muscolare.

Leggi anche:

Proteine whey idrolizzate

Le whey idrolizzate sono considerate la formula aurea nel campo delle whey. A differenza delle concentrate e delle isolate, queste proteine sono state già scomposte da alcuni enzimi in grandi peptidi, per cui vengono assimilate in maniera molto rapida, e ciò le rende più efficaci delle altre nel promovere l’ipertrofia muscolare post-allenamento. Gli integratori di proteine idrolizzate possono aiutare a rinforzare il sistema immunitario, provocando un aumento del glutatione, un tripeptide che ha la capacità di disintossicare l’organismo e di proteggere le cellule del sistema immunitario. Essendo la caratteristica peculiare delle whey idrolizzate la loro rapida assimilazione, va da sé che è la miglior forma di proteine per la fase post-allenamento. Per questo motivo gli integratori di whey idrolizzate sono normalmente i più cari.

Pro

  • ottime nel post allenamento per chi ne ha necessità;
  • vengono assimilate molto rapidamente.

Contro

  • molto costose;
  • meno adatte lontano dall’allenamento;
  • spesso è inutile risparmiare mezz’ora di digestione a fronte di una spesa elevata e della mancanza dei fattori di crescita.

Oltre alle whey, esistono proteine che derivano da altre fonti, come:

  • proteine della carne;
  • proteine dell’uovo;
  • proteine della soia.

La differenza è appunto la fonte da cui vengono prodotte. L’utilizzo di queste proteine è lo stesso di quello delle proteine del siero del latte. Risultano adatte a chi ha qualche intolleranza o – nel caso delle proteine della soia – a chi segue uno stile di vita vegano.

Leggi anche:

Quali proteine preferire?

Come abbiamo visto in questo articolo, ciascun tipo di whey ha i suoi punti forti. Che siano isolate, concentrate o idrolizzate, tutte le proteine whey possiedono comunque, in generale, eccellenti proprietà.

Se le proteine isolate sono, sotto molti aspetti, superiori a quelle concentrate, questa “purezza” ha un costo, a volte anche un po’ sproporzionato. Nonostante la percentuale di proteine pure sia minore nelle proteine concentrate, il fatto che si mantenga comunque un buon valore biologico e che l’ordine di spesa sia inferiore, fa delle whey concentrate la scelta adatta alla maggioranza degli sportivi amatoriali, specie se si vuole contenere la spesa avendo comunque un buon prodotto.

Gli sportivi più esigenti, che vogliono assumere meno carboidrati o intolleranti al lattosio sceglieranno le proteine isolate, anche se un po’ più costose rispetto alle concentrate.

I consumatori estremamente esigenti e senza particolari problemi economici, daranno invece particolare rilievo alla rapida assimilazione delle proteine idrolizzate, che permettono di avere una performance migliore negli allenamenti grazie alla loro “formula aurea”.

Leggi anche:

Lo Staff di Medicina OnLine

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato sui nostri nuovi post, metti like alla nostra pagina Facebook o unisciti al nostro gruppo Facebook o ancora seguici su Twitter, su Instagram o su Pinterest, grazie!

Questa voce è stata pubblicata in Integratori alimentari, vitamine e sali minerali, Malati di palestra e di fitness, Sport, attività fisica e medicina dello sport e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.