Morto il bodybuilder di San Donà Enrico Vignotto

MEDICINA ONLINE Enrico Vignotto PALESTRA MORTO ALLENAMENTO PESI MUSCOLI PALESTRA DOPING PROTEINE MORTE INTEGRATORE BODY BUILDING 14 FARMACI ILLEGALI PROIBITI ANFETAMINE TREMBOLONE OBESO MUSCOLI FOTO PICTURE deathMorire sotto gli occhi della propria moglie. Come riportano i quotidiani locali, un infarto è stato fatale ad Enrico Vignotto, body builder 51enne residente in via Tagliamento a San Donà di Piave. Una morte inaspettata ed improvvisa, che ha lasciato tutta la comunità sconvolta: tutti sapevano quanto curasse il proprio fisico e la sua salute, con allenamento constante e cura dei dettagli. Ma evidentemente non sono bastati.

Pochi istanti. Enrico stava facendo colazione alle 7.30 di venerdì, quando improvvisamente ha avvertito un malore al petto, accasciandosi al suolo. La moglie, che si trovava in casa con lui, ha subito dato l’allarme, poi ha cominciato a praticargli il massaggio cardiaco. Quando i sanitari del 118 sono intervenuti sul posto, però, non c’era già più nulla da fare.

Enrico era proprietario di un’azienda con il fratello, si occupava di installazione di serrande e basculanti. La sua passione, quella del body building, l’avevano portato a vincere il titolo di campiono italiano Aicap over 45, nonché quello del Triveneto. La sorella, Elisabetta, è stata una delle calciatrici professioniste italiane più forti di sempre. Chi lo ha conosciuto, lo ricorda come un uomo gioviale, sempre allegro e dal cuore d’oro. Un grande uomo, non solo per il fisico possente. Le esequie saranno celebrate lunedì, nel duomo cittadino.

Leggi anche:

Lo staff di Medicina OnLine

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato sui nostri nuovi post, metti like alla nostra pagina Facebook o seguici su Twitter, su Instagram o su Pinterest, grazie!

Questa voce è stata pubblicata in Malati di palestra e di fitness, Sport, attività fisica e medicina dello sport e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.