E’ italiano il primo trapianto di mano bionica al mondo

Dott. Loiacono Emilio Alessio Medico Chirurgo Medicina Chirurgia Estetica Plastica Roma Cavitazione Pressoterapia  Massaggio Linfodrenante Dietologo Cellulite Dieta Amore Sessuologia Sesso Pene PSA Ecografie Senologia Robot TRAPIANTO MANO BIONICA

Immagine tratta da “Terminator 2 – Il giorno del giudizio” film del 1991: a distanza di 22 anni la fantascienza è diventata realtà

Può già prendere in mano la penna e scrivere, guidare e lanciare una palla a soli 15 giorni dal trapianto di protesi di mano. Walter Visigalli, il primo uomo a subire un intervento del genere, è ora anche il primo al mondo ad avere, dopo un trapianto di mano vera, una protesi di mano bionica. Ed è già funzionante dopo l’espianto dell’arto avvenuto a giugno scorso a causa di crisi di rigetto. I dettagli di questa nuova soluzione terapeutica sono stati presentati dal chirurgo Marco Lanzetta, presso l’Istituto Italiano di Chirurgia della Mano a Monza.

Sulla sinistra il chirurgo Marco Lanzetta e sulla destra Walter Visigalli che ha subito l’innovativo trapianto

LA PROTESI TECNOLOGICA

”Abbiamo sostituito il trapianto da donatore umano con quello da donatore tecnologico” ha spiegato Lanzetta. “L’utilizzo di questa protesi di mano bionica apre importantissimi scenari per le persone che subiscono amputazioni di arti, e che potrebbe far diventare il trapianto di mano, se fatto in giovane età, una misura temporanea, nel caso vi siano effetti collaterali d rigetto o cali di funzione, come avvenuto per Walter”.  Visigalli, 48 anni, a soli 15 giorni dal trapianto di questa mano, è in grado di compiere gesti e azioni che dopo il trapianto era stato capace di raggiungere dopo un anno di lavoro. La protesi, realizzata da un’azienda con sede a San Marino, è internamente in titanio e carbonio, ed esternamente in silicone.

Leggi anche:

Lo staff di Medicina OnLine

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato sui nostri nuovi post, metti like alla nostra pagina Facebook o seguici su Twitter, su Instagram o su Pinterest, grazie!

Questa voce è stata pubblicata in Storia e curiosità di medicina, scienza e tecnologia e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.