Per quanto vivono gli spermatozoi dopo un’eiaculazione in vagina e nell’ambiente?

MEDICINA ONLINE SPERMA LIQUIDO SEMINALE PENIS VARICOCELE HYDROCELE IDROCELE AMORE DONNA PENE EREZIONE IMPOTENZA DISFUNZIONE ERETTILE VAGINA SESSULITA SESSO COPPIA LOVE COUPLE FRINEDS LOVLa durata della vita di uno spermatozoo è molto variabile essendo è determinata da alcuni parametri chimico-fisici tra i quali soprattutto la temperatura e il grado di acidità (il pH) dell’ambiente.

Leggi anche:

Quali sono i fattori che determinano la longevità dello spermatozoo?
Sono principalmente tre:

  • Temperatura;
  • pH;
  • disponibilità di zuccheri.

Nello sperma le migliori chance di lunga vita sono determinate dalla temperatura, che deve essere compresa tra 37 e 37,5 °, da una leggera alcalinità (pH tra 7 e 7,5) e dalla disponibilità di zuccheri. Alterazioni anche lievi di questi fattori compromettono facilmente la possibilità di sopravvivenza degli spermatozoi. I testicoli non scesi, cioè ritenuti all’interno del corpo (difetto chiamato criptorchidismo) possono provocare sterilità proprio perché la temperatura interna è troppo alta per la fisiologica vitalità degli spermatozoi.

Leggi anche:

Quanto vive uno spermatozoo emesso in vagina?
Nella vagina, durante i periodi di non ovulazione, l’ambiente è acido (pH inferiore a 6) e gli spermatozoi dunque vivono per breve periodo, anche solo alcuni minuti. Nei giorni vicini all’ovulazione, invece, quando è presente il muco cervicale, che ha il pH giusto, gli spermatozoi sopravvivono da 2 a 16 ore. Dopo aver superato il muco cervicale, essi si diffondono, a ondate, nell’utero, nelle tube e anche nella cavità peritoneale e qui possono sopravvivere anche giorni.

Leggi anche:

Quanto vive uno spermatozoo emesso nell’ambiente esterno?
Se sono emessi all’esterno, a temperatura ambiente, per esempio a 15 °, rimangono vitali circa uno o due giorni, ma non tutti e in percentuali sempre più basse col passare del tempo e comunque con grande variabilità secondo la persona e l’età. A 36 ° vivono poche ore. Per conservarli due o tre giorni si possono mettere a 4 ° (la temperatura di un frigorifero), ma per la loro sopravvvivenza è indispensabile aggiungere alcune apposite sostanze criopreservanti.

Leggi anche:

Quanto vive uno spermatozoo conservato nelle banche del seme?
Con la crioconservazione – eseguita nelle apposite banche del seme – la provetta è tenuta alla temperatura di -196 °, in azoto liquido e con sostanze preservanti: in queste condizioni gli spermatozoi si conservano per periodi estremamente lunghi, anni e anni, virtualmente all’infinito.

Leggi anche:

Lo staff di Medicina OnLine

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato sui nostri nuovi post, metti like alla nostra pagina Facebook o seguici su Twitter, su Instagram o su Pinterest, grazie!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Andrologia, Sessualità e storie d'amore e contrassegnata con , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

6 risposte a Per quanto vivono gli spermatozoi dopo un’eiaculazione in vagina e nell’ambiente?

  1. Anonimo ha detto:

    Salve io e la mia ragazza abbiamo fatto sesso più volte ed è successo che la terza volta non avevo pulito il pene, tra le varie volte che lo abbiamo fatto ci sono state delle pause in cui ci “vestivamo”, è possibile che lei possa rimanere incinta?

  2. Anonima ha detto:

    Salve , ho 16 anni e venerdì 5 gennaio ho fatto petting con il mio ragazzo. Io ero totalmente vestita, lui invece non aveva le mutande ne i pantaloni. Mentre ci stavamo baciando io gli ho toccato il pene e c’era del liquido pre-eiaculatore che però si è subito asciugato. Lui non mi ha mai toccato nelle mie parti intime e nemmeno io con le mani sporche. Dopo un po’ sono andata in bagno per fare pipì ma prima mi sono lavata le mani con acqua e sapone. La mia paura è che ci potesse essere del liquido sulla carta igienica e che possa essere entrato in contatto con la mia vagina. La cosa si è ripetuta per altre 2 volte ma io mi sono sempre lavata le mani prima di andare in bagno. Appena sono tornata a casa mia mi sono lavata le mani con acqua calda e disinfettante e poi mi sono fatta un bidè. Ho paura che però possa essere rimasto del liquido sulle mie mani e che quindi durante il bidè sia entrato a contatto con la vagina. So che per rimanere incinta la vagina deve entrare in contatto con lo sperma fresco ma sono un po’ in ansia anche perché al momento ho male allo stomaco da circa 7 giorni e sono un po’ in ansia. Il ciclo dovrebbe venirmi circa il 21 e ora sono nella fase dell’ovulazione. La prego di rispondermi, grazie mille in anticipo!

    • Stia tranquilla ed aspetti senza ansia il 21 gennaio: pur non potendo assicurarle al 100% a distanza il fatto che non è incinta, le possibilità di gravidanza, con le modalità descritte, sono praticamente zero.

      Lo Staff di MOL

  3. Anonimo ha detto:

    Il mio ciclo è solitamente di 28 giorni, gli ultimi 2 cicli sono stati di 30 giorni.

    Ieri mattina, purtroppo, io e il mio compagno abbiamo avuto un rapporto e si è rotto il preservativo… 10° giorno PM.. la stessa mattina avevo fatto lo stick (utilizzo il persona).. linea a sx ben evidenziata… stamattina 11° PM sempre linea sx evidenziata ma meno marcata.. (in entrambi i casi linea dx non presente)… secondo lei sono a rischio?

    Grazie e a presto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.