Il sesso anale provoca incontinenza fecale?

MEDICINA ONLINE ANSIA DA PRESTAZIONE SESSO TRISTE SESSUALE PENE EREZIONE IMPOTENZA DISFUNZIONE ERETTILE PAURA TIMORE COPPIA MENTE PSICOLOGIA LETTO PENETRAZIONE MATRIMONIO FIDANZATI UOMO DONNA LIBIDO SPERMA PIACERE SEXE’ una delle domande più poste dai pazienti in ambito proctologico, tuttavia le opinioni della comunità scientifica. Prova a dare una risposta autorevole una ricerca pubblicata su American Journal of Gastroenterology che ha affrontato il problema studiando ben 6150 pazienti ed i loro dati pubblicati nel ‘National Health and Nutrition Examination Survey’ condotto negli anni 2009 e 2010 negli Stati Uniti. Lo studio potete trovarlo seguendo questo link.

La ricerca

Nella ricerca si parla di ben 4170 pazienti, 2070 donne e 2100 uomini di età compresa tra 20 e 69 anni che hanno completato un questionario riguardante l’ attività sessuale ed è stata indagata la eventuale presenza di incontinenza fecale definita come perdita di feci solide, liquide o muco almeno una volta al mese.

I risultati includono questi dati fondamentali:

  • il 37,3% delle donne ed il 4,5% degli uomini hanno praticato sesso anale (come ‘riceventi’);
  • per le donne, i rapporti si sono verificati più frequentemente tra i 20 ed i 30 anni con un calo negli anni successivi mentre per gli uomini si sono registrati due picchi di attività attorno ai 30 ed ai 50 anni;
  • vi è un rischio relativo di incontinenza fecale aumentato del 34% nelle donne e del 119% negli uomini mentre l’ aumento assoluto è risultato essere del 2.5% nelle donne e del 6.3% negli uomini.
  • una minore frequenza di sesso anale sembrerebbe associata ad un rischio minore e, nel caso, una lubrificazione adeguata è consigliabile.

  • un pene di minori dimensioni è probabilmente associato ad un rischio ridotto di incontinenza fecale nel ricevente.

Il meccanismo eziologico ipotizzato sembrerebbe associato alla dilatazione del muscolo sfintere interno con un danno sia del muscolo stesso, sia dell’innervazione e quindi riduzione della sensibilità, in caso di sesso anale. Come corollario alla loro pubblicazione gli autori della ricerca hanno consigliato di ascoltare il proprio corpo e di considerare dolore e sanguinamenti come campanelli d’allarme che dovrebbero invitare a sospendere temporaneamente la propria attività sessuale ed eventualmente interpellare il medico proctologo.

Leggi anche:

I limiti dello studio

Lo studio presenta evidenti limiti, in particolare non viene indagata la frequenza dei rapporti ed è presumibile supporre che una pratica occasionale sia differente da una ad esempio settimanale, non viene indagata poi l’ eventuale utilizzo concomitante di oggetti, cosiddetti ‘sex toys’ o altro oltre al pene ed eventuali pratiche estreme quali ad esempio il cosiddetto ‘fisting’. Infine non vengono menzionate le dimensioni del pene del partner ed in particolare il diametro penieno considerato che la lunghezza non sembrerebbe responsabile di un maggiore trauma.

Quindi il sesso anale va evitato?

No, anche perché sotto il profilo medico il sesso anale è sicuro purché si prendano le opportune precauzioni: come ad esempio il profilattico (per evitare la trasmissione di malattie anche gravi) e l’uso del lubrificante, dato che l’ano è tendenzialmente più stretto della vagina, non è lubrificato naturalmente e la sua penetrazione può dare origine a traumi ed emorragie, specie se il diametro del pene è “generoso”. A molte donne il sesso anale piace proprio perché è una zona ricca di terminazioni nervose, è altamente sensibile e c’è il grande vantaggio di non doversi preoccupare di una gravidanza indesiderata. D’altro canto, molte donne invece non la trovano una pratica eccitante: la trovano dolorosa e temono una imbarazzante fuoriuscita di feci durante il rapporto. Lavarsi accuratamente e/o fare un clistere prima del sesso anale può essere utile in questo senso.

Quale lubrificante scegliere?

Il sesso anale praticato con un lubrificante di buona qualità, rende il rapporto più piacevole ed appagante per entrambi i partner. Il miglior lubrificate anale attualmente sul mercato, selezionato, testato e consigliato dal nostro Staff, è il seguente: http://amzn.to/2BUNEAO. Questo prodotto facilita e rende più piacevole il sesso anale e può essere usato da solo, cospargendolo su pene e superficie esterna dell’ano, o inserendolo all’interno dell’ano tramite un clistere di alta qualità come questo: http://amzn.to/2kmuIU4

Vibratori e sex toy

Esistono una serie di vibratori e sex toy, che possono essere usati per ottenere più piacere e rendere più appagante il rapporto per entrambi i partner, noi vi consigliamo questi:

Leggi anche:

Lo staff di Medicina OnLine

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato sui nostri nuovi post, metti like alla nostra pagina Facebook o seguici su Twitter, su Instagram o su Pinterest, grazie!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Sessualità e storie d'amore e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.