Epistassi (sangue dal naso) nei bambini e in gravidanza: cosa fare?

epistassiEpistassi? Alcuni esclameranno “cos’è?” eppure tutti noi ne abbiamo sofferto almeno una volta nella vita, specie da piccoli. Non è un grave problema di salute: epistassi significa semplicemente perdite di sangue dal naso, frequenti specie durante la gravidanza e tra i bambini. Evento spesso drammatico, specie quando succede ad un bimbo, tuttavia non bisogna allarmarsi troppo perché di solito dipende da una fragilità dei capillari, che sotto sforzo a causa dei raffreddori o delle allergie cedono, causando emorragie. In alcuni casi, specie nei bambini, anche piccoli o medi traumi possono dar luogo a sanguinamento nasale: ad esempio una pallonata in viso. Per le donne incinte invece, le grandi modificazioni degli ormoni possono dare luogo a perdite di sangue più o meno frequenti.

Sangue dal naso nei bambini, cosa fare?

Quando il vostro bambino perde sangue dal naso, niente paura: prima di tutto fate chinare il piccolo in avanti per qualche minuto, su una bacinella o nel lavandino, serrandogli le narici. Non deve deglutire il sangue, ma sputarlo. Il più delle volte dovrebbe concludersi qui l’episodio, se non dovesse invece smettere, vediamo cosa fare. A questo punto tenete la testa del piccolo eretta e mettete sulla fronte e sul naso del ghiaccio o una benda fredda. Stringete le narici per altri 10 minuti. Se anche questo è inutile, andate al pronto soccorso. Mi raccomando, superata la crisi, il bimbo non si deve soffiare il naso per almeno 4 ore. Non fatevi vedere spaventate o anche il bambino sarà ancor più preoccupato. Usate dell’ovatta nel naso, quando l’emorragia non è più abbondante per tamponare gli ultimi residui. Questo va fatto solo alla fine del sanguinamento e non mentre andate al pronto soccorso, perché potreste rendere più complessa la medicazione del dottore. Molto spesso il sanguinamento dipende dalla secchezza delle mucose nasali: mettete un umidificatore in casa, soprattutto in camera e fate usare ai bambini delle pomate per evitare le croste nasali. Inoltre, ricordate ai bambini che non si devono mettere le dita o oggetti nel naso.

Sangue dal naso in gravidanza, cosa fare?

Capita spesso anche alle donne in dolce attesa di perdere sangue dal naso. La spiegazione è molto semplice e va ricercata nel fatto che gli ormoni in gravidanza si modificano e soprattutto il progesterone è il responsabile di una maggiore fragilità delle mucose, ovvero del naso e della bocca. Esattamente come capita che le gengive sanguinino di più, lo stesso accade anche con il naso. Ma cosa fare quando esce del sangue dal naso? Prima di tutto niente paura, perché nella stragrande maggioranza dei casi non è la spia di altri problemi. Non soffiate il naso e non piegate la testa indietro ma semplicemente cercate di stringere con due dita le narici, per comprimere e fare cicatrizzare il vaso da cui esce il sangue. Utilizzate anche del cotone idrofilo da inserire nel naso per arrestare il flusso.

Leggi anche:

Lo Staff di Medicina OnLine

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato sui nostri nuovi post, metti like alla nostra pagina Facebook o unisciti al nostro gruppo Facebook o ancora seguici su Twitter, su Instagram o su Pinterest, grazie!

Questa voce è stata pubblicata in Gravidanza e maternità, La medicina per tutti e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.