Zdenek Spicka: l’uomo che ispirò Smoke on the water dei Deep Purple

MEDICINA ONLINE Zdenek Spicka l’uomo che ispirò Smoke on the water dei Deep Purple MUSICA ROCK STORIA FRANK ZAPPA Casinò di Montreaux Durante l’esecuzione di King Kong GIORNALE PHOTO PICTURE HD WALLPAPERL’uomo nella foto è Zdenek Spicka, ovvero la persona che (indirettamente) ha regalato al mondo uno dei riff più famosi della storia del rock, grazie a cui intere generazioni di chitarristi hanno mosso i primi passi e preso confidenza con lo strumento.

È il 4 dicembre 1971 ed il “buon” Zdenek decide di andare a sentire Frank Zappa al Casinò di Montreaux. Durante l’esecuzione di “King Kong”, quel vecchio volpone di Spicka pensa bene di celebrare la sua gioia sparando in aria con una pistola lanciarazziIl soffitto del Casinò di Montreaux era fatto quasi esclusivamente di materiali altamente infiammabili come tendaggi e legno e tutto prende fuoco in un attimo. Nasce un rogo enorme con fiamme altissime ed un’imponente colonna di fumo a sovrastare il lago di Ginevra. Il Casinò viene completamente distrutto (ci vorranno 4 anni per ricostruirlo), Frank Zappa perde tutta la sua strumentazione, ma, incredibilmente, nessuno si ferisce in maniera grave e nessuno perde la vita.

Quella sera all’interno del Casinò ci sono anche i Deep Purple: si trovano a Montreaux, nel Rolling Stones Mobile Studio, per lavorare a quello che sarà il loro nuovo album (“Machine head”). È proprio da quell’incendio che nasce “Smoke on the water“, una delle canzoni più famose della storia del rock con un riff tanto accattivante, quanto semplice da spingere tanti giovani neo-chitarristi a prendere in mano lo strumento e ad iniziare a suonare. Il titolo del pezzo è da attribuire ad un sogno fatto da Roger Glover, bassista dei Deep Purple, qualche notte dopo l’incendio. Il riff è, ovviamente, figlio di Ritchie Blackmore.

Il mitico “Some stupid with a flare gun” del testo è proprio il nostro Zdenek.

Nessuno sa che fine abbia fatto Spicka. La leggenda narra che (per timore di essere riconosciuto e linciato da altri spettatori o arrestato dalla polizia) abbia abbandonato immediatamente il luogo del concerto e, dopo aver tagliato capelli e barba, sia salito, la sera stessa, sul primo aereo disponibile, sparendo per sempre.

Leggi anche:

Lo staff di Medicina OnLine

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato sui nostri nuovi post, metti like alla nostra pagina Facebook o seguici su Twitter, su Instagram o su Pinterest, grazie!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in La medicina per tutti. Contrassegna il permalink.