Dimmi come dormi e ti dirò chi sei

Dott. Loiacono Emilio Alessio Medico Chirurgo Medicina Chirurgia Estetica Plastica Roma Cavitazione Pressoterapia  Massaggio Linfodrenante Dietologo LDH Cellulite Dieta Sessuologia Sesso Sex Pene PSA Ecografie Senologia Dermatologia DIMMI COME DORMIHome Crux ci mostra un’indagine condotta dallo Sleep Assessment and Advisory Service che ha intervistato un campione di persone chiedendo loro di descrivere la posizione in cui, abitualmente, dormono. Il risultato ha visto emergere sei posizioni «tipiche», associate ad altrettanti tratti caratteriali che contraddistinguerebbero l’individuo. Tu in che posizione dormi?

1) Posizione fetale. E’ senza dubbio la posizione preferita dalle donne. Chi dorme in questa posizione è sensibile, gentile e molto emotivo.

2) Posizione a tronco. Dritti dritti con le braccia lungo il corpo e la testa sul cuscino. È la posizione preferita dal 15% delle persone intervistate: così dorme chi ama stare con la gente ed è “alla mano”.

3) Posizione del mezzo cucchiaio. Chi dorme così – il 13% delle persone intervistate – è amichevole e aperto, ma talvolta può essere cinico e sospettoso. Dotati di una personalità molto complessa può impiegare molto tempo a prendere delle decisioni.

4) Posizione del soldato. Chi dorme in questa posizione (8% degli intervistati) è tranquillo e riservato: ha emozioni forti ma difficilmente le mostra agli altri.

5) Posizione della caduta libera. A pancia in giù e con le braccia sul cuscino. Chi dorme in questo modo è sicuro di sé, socievole e appassionato, ma anche un po’ ansioso.

6) Posizione della stella marina. Con le braccia aperte, rovesciate sul cuscino. Chi dorme così sa ascoltare gli altri e sa farsi buoni amici. Dorme così il 5% degli intervistati.

Dott. Emilio Alessio Loiacono
Medico Chirurgo

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato sui miei nuovi post, metti like alla mia pagina Facebook o seguimi su Twitter, grazie!

Informazioni su Dott. Emilio Alessio Loiacono

https://medicinaonline.co/about/
Questa voce è stata pubblicata in La medicina per tutti e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...