Differenza tra arteria brachiale, radiale, ulnare e della mano

MEDICINA ONLINE ARTERIE BRACCI ARTO SUPERIORE VASI SANGUE SANGUIGNI BRACHIALE RADIALE ULANRE MANO DOLORE CONTRAZIONI MIOCLONIE FORMICOLII CRAMPI MOVIMENTO PRESSIONE TROMBOSI VENE VARICOSLe arterie principali dell’arto superiore sono l’arteria brachiale, l’arteria radiale e l’arteria ulnare.

L’arteria brachiale è la diretta continuazione dell’arteria ascellare; prima di dividersi, a livello del gomito, nelle arterie radiale ed ulnare, fornisce diversi collaterali: l’arteria profonda del braccio vascolarizza l’omero ed i muscoli più profondi, mentre le collaterali radiali e ulnari vanno ad unirsi alle arterie radiale ed ulnare, dando origine a molti rami anastomotici (cioè connessi l’uno con l’altro) a livello del gomito.

L’arteria radiale è un’arteria molto profonda che decorre lungo il radio e rappresenta dunque il ramo laterale della biforcazione.

L’arteria ulnare è invece il ramo mediale della biforcazione; il ramo terminale dell’arteria ulnare andrà ad unirsi con alcuni rami terminali dell’arteria radiale per formare la complessa circolazione arteriosa della mano.

La circolazione arteriosa della mano, sia del lato dorsale che del lato palmare, è sostenuta da degli archi (cioè dei vasi che congiungono i rami terminali delle arterie radiale ed ulnare) dai quali partono i vasi che irrorano le dita della mano a due a due.

Leggi anche:

Lo staff di Medicina OnLine

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato sui nostri nuovi post, metti like alla nostra pagina Facebook o seguici su Twitter, su Instagram o su Pinterest, grazie!

Questa voce è stata pubblicata in Anatomia, fisiologia e fisiopatologia, Cuore, sangue e circolazione e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.