Formicolio alla gamba ed al piede: cause, diagnosi, sintomi e rimedi

Dott Emilio Alessio Loiacono Medico Chirurgo SPASMI MUSCOLARI MIOCLONIE CONTRAZIONI Muscolo Dieta Chirurgia Medicina Estetica Roma Cavitazione Pressoterapia Grasso Dietologo Cellulite Calorie Peso Pancia Sessuologia Pene Laser Filler Rughe Botulino 1In genere il formicolio alla gamba – ed in particolare al piede – è un disturbo non preoccupante dovuto dal fatto che i nervi rimangono schiacciati a lungo e, a causa della riduzione del flusso sanguigno, si intorpidiscono. In questo caso il formicolio tende a passare in breve tempo. In altri casi invece il disturbo può essere connesso a condizioni più gravi: si può essere verificato un danno al nervo oppure il paziente soffre di diabete, oppure ci possono essere delle infiammazioni al fegato o ai reni, o delle infezioni, oppure si possono essere verificati dei traumi al piede. In particolare, quando c’è un danno al nervo è importante intervenire in maniera corretta in modo da non causare un peggioramento nella capacità motoria del paziente. I formicolii al piede possono essere più o meno intensi e a volte si associano a dolore, intorpidimento, diminuzione della sensibilità, sensazione di bruciore ed altri sintomi che analizzeremo in maniera più approfondita nel terzo paragrafo.
Il formicolio può colpire il piede ma anche altre parti del corpo come:

  • formicolio alle gambe;
  • formicolio alle dita della mano;
  • formicolio alle braccia.

Quando si avvertono dei formicolii in maniera costante, è opportuno effettuare un consulto del medico perché alla base del disturbo ci possono essere diversi motivi.

Le cause
Come precedentemente anticipato, quando il formicolio ai piedi è passeggero, dipende una uno schiacciamento dei nervi: questo avviene se si mantiene a lungo una posizione eretta o seduta oppure se si indossano scarpe troppo strette e tacchi alti. Nei casi in cui il fastidio si manifesta in maniera continua e non passa, ci possono essere diverse cause, dirette o indirette:

  • gravidanza;
  • sovrappeso o obesità;
  • danno ad un nervo;
  • compressione di un nervo (da frattura o da lussazione);
  • lombosciatalgia;
  • carenza delle vitamine B ed E;
  • traumi al piede;
  • diabete;
  • infiammazione al fegato o ai reni;
  • ipertiroidismo;
  • sclerosi multipla;
  • abuso di alcol, tabacco o altre sostanze;
  • effetto collaterale di un farmaco che si sta assumendo;
  • cattiva circolazione.

Sintomi
Il formicolio ai piedi esso stesso un sintomo, che in molti casi è accompagnato da altri fastidi come:

  • dolore;
  • intorpidimento;
  • indolenzimento;
  • mancanza di sensibilità negli arti inferiori;
  • debolezza;
  • fascicolazioni;
  • sensazione di bruciore;
  • sensazione pungente (come se degli aghi pungessero la pelle);
  • difficoltà a deambulare;
  • necessità di muovere spesso il piede.

Il formicolio tende a manifestarsi quando si rimane a lungo in una posizione eretta oppure se si indossano scarpe troppo strette e tacchi eccessivamente alti. Alcuni pazienti invece avvertono i formicolii in maniera continua durante il giorno.

Leggi anche:

Rimedi
Quando si avvertono costantemente dei formicolii ai piedi è necessario richiede un consulto medico ed effettuare delle analisi più approfondite:

  • analisi del sangue;
  • radiografia alle gambe;
  • angiogramma;
  • risonanza magnetica alla colonna vertebrale.

In questo modo, basandosi sulla diagnosi, il medico può consigliare il trattamento più mirato sulla base della patologia sottostante. Solo curando la causa specifica a monte del formicolio, si può impedire al sintomi di presentarsi. Parte della sintomatologia dolorosa riferita ai piedi può essere prevenuta o alleviata con un trattamento mirato ed è consigliato utilizzare delle scarpe e delle solette adatte a dare dei benefici ai piedi e al ginocchio.

Leggi anche:

Lo staff di Medicina OnLine

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato sui nostri nuovi post, metti like alla nostra pagina Facebook o seguici su Twitter, su Instagram o su Pinterest, grazie!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Ortopedia, reumatologia e medicina riabilitativa e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.