Quante calorie ha il gelato? Come mangiarlo senza ingrassare

MEDICINA ONLINE Dott Emilio Alessio Loiacono Medico Chirurgo Roma CALORIE GELATO FA INGRASSARE Riabilitazione Nutrizionista Medicina Estetica Cavitazione Radiofrequenza Ecografia Pulsata  Macchie Capillari Linfodrenaggio Pene Vagina Glutei.jpgPenso di mettere tutti d’accordo quando dico che il gelato è un alimento buonissimo, colorato, che raffredda le nostre giornate estive, che mette di buon umore e dai mille gusti che riescono a soddisfare i palati di tutti. Il gelato non è buono solo d’estate: è buono tutto l’anno tutto l’anno, inoltre, se artigianale e fatto con ingredienti di qualità, vi regala tante vitamine, sali minerali ed acqua, tuttavia è uno di quegli alimenti che bisogna mangiare con moderazione.

Il gelato fa ingrassare? Quante calorie possiede?
Certamente si, come quasi tutti gli alimenti più gustosi, purtroppo! Però le calorie del gelato sono inferiori alla maggior parte dei dolci esistenti, specialmente se riuscite a privilegiare alcuni gusti e non esagerare con altri. L’apporto calorico di 100 gr di gelato infatti varia molto in base al gusto che viene scelto: quelli alla crema si aggirano intorno alle 200/230 kcal (con picchi anche sopra le 300 kcal) ma se optate per i sorbetti e per i gelati alla frutta, le calorie si riducono a circa 100/120.

Calorie in base al gusto del gelato:

Il range di valori dipende da molti fattori: solitamente un gelato di qualità ed artigianale ha un valore calorico mediamente più basso, mentre un gelato di bassa qualità e confezionato ha un valore mediamente più alto. I valori sono espressi per 100 grammi di gelato:

Gelato alla fragola: 110/120 kcal

Gelato alla vaniglia: 170/200 kcal

Gelato al cioccolato: 180/200 kcal

Gelato alla soia con frutta: 100 kcal

Gelato al limone: 120/130 kcal

Gelato allo yogurt: 130/150 kcal

Fior di latte ricoperto da sorbetto alla fragola: 100/110 kcal

Sorbetto al limone: 120/130 kcal

Ghiacciolo qualunque gusto: 120/140 kcal

Gelato alla nocciola: 170/190 kcal

Gelato alla stracciatella: 190/210 kcal

Gelato alla panna: 180/190 kcal

Gelato alla crema: 190/200 kcal

Gelato al pistacchio: 200/210 kcal

Gelato fior di latte: 200/220 kcal

Gelato al caffè: 230/250 kcal

Gelato al cocco: 230/240 kcal

Gelato biscotto con crema zabaione e cioccolato: 270/290 kcal

Gelato, cono con panna e cioccolato: 280/300 kcal

Gelato alla panna ricoperto da cioccolato fondente: 300/320 kcal

Gelato con panna, scaglie di cioccolato e noccioline: 320/340 kcal

Cialda da cono:20 kcal (per porzione)

Qualità specifiche di ogni gusto del gelato
Il gelato di qualità contiene vitamine, sali minerali e molta acqua, tutti elementi utili per la nostra salute, inoltre si può considerare un cibo ad indice glicemico basso. Questo vuol dire che consente di evitare i picchi dell’insulina e ci fa sentire sazi più a lungo.Alcuni gusti in particolare, come la nocciola e il pistacchio, sono ricchi diomega 3 e di ome ga 6, che contribuiscono a combattere gli effetti dell’invecchiamento cellulare. Da non dimenticare che il gelato fa bene anche all’umore. Lo hanno dimostrato differenti studi scientifici sull’argomento, come quello condotto dagli esperti dell’Institute of Psychiatry di Londra: mangiando il gelato, si innesca nel cervello un meccanismo di ricompensa molto simile a quello che si ottiene nel momento in cui ci si dedica all’ascolto della propria musica preferita.
Ogni gusto ha proprietà particolari: caffè e tiramisù per ricaricarsi, amarena e pistacchio per rilassarsi, cioccolato per contrastare i momenti di tristezza. Gli zuccheri del gelato si assorbono facilmente e riescono ad attivare la corteccia frontale, un’area cerebrale inserita in quello che viene definito il circuito del piacere.
Essendo il latte uno dei suoi ingredienti principali, il gelato è abbastanza ricco di calcio, fosforo, vitamina A e alcune Vitamine del gruppo B (B1 e B2). Dato che i gelati industriali utilizzano prevalentemente latte scremato, il contenuto vitaminico decade leggermente (soprattutto quello di vitamina A).
Se tra gli ingredienti del gelato compare la frutta secca aumenta il contenuto e la qualità lipidica dell’alimento. I grassi provenienti da questi ingredienti sono infatti di buona qualità ed appartenenti alla famiglia degli acidi grassi mono e polinsaturi (i cosiddetti grassi buoni che, se assunti con moderazione in sostituzione ai lipidi di origine animale, aiutano a tenere sotto controllo il colesterolo).
Il gelato alla frutta infine è un alimento facilmente digeribile: due palline di gelato alla frutta alla fine di un pasto leggero saranno un gustosissimo dessert che non compromette in alcun modo la vostra dieta! Il vero del problema del gelato resta uno solo: riuscire a fermarsi a sole due palline!

Consigli per mangiare il gelato senza ingrassare:
1) Preferite un gelato artigianale e fatto con componenti di qualità (ovviamente il fatto che sia artigianale non è necessariamente sinonimo di qualità;
2) preferiti sorbetti e gusti alla frutta e non alla crema;
3) evitate di aggiungere al gelato panna, cialde, noccioline o creme;
4) evitate la vaschetta da portare a casa: rischiereste di mangiarla tutta in una sera;
5) preferite una coppetta di gelato ad un gelato con cono (il cono possiede circa 20 kcal in più);
6) la cosa migliore è farsi il gelato in casa, usando frutta fresca.

Dott. Emilio Alessio Loiacono
Medico Chirurgo

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Dietologia, nutrizione e apparato digerente e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...