Quali sono le forme di pene più comuni ed in cosa sono facilitate nel rapporto?

MEDICINA ONLINE Dott Emilio Alessio Loiacono Medico Chirurgo Roma DIMENSIONI PENE CONTANO CONFESSIONI Riabilitazione Medicina Estetica Nutrizionista Sesso Cavitazione Radiofrequenza Ecografia Pulsata Macchie Capillari Pressoterapia Linfodrenaggio AntifumoIl piacere sessuale non solo giunge con l’esplorazione ma anche la stimolazione adeguata di ciascuna zona erogena del corpo. Nel caso dei ragazzi, la forma del pene incide in maniera determinante per ottenere le posizioni sessuali che danno maggiore piacere a entrambi. Si tratta di approfittare dell’anatomia nel miglior modo possibile, per questo motivo vi spieghiamo quali sono le forme di pene più comuni e come imparare a riconoscerle facilmente e usarle al meglio.

1) Il pene “a matita” forse è la forma di pene più comune. L’area del glande è più stretta e a cappuccio appuntito, (assomiglia alla punta di una matita), mentre il corpo è tutto dello stesso spessore, presentando una parvenza uniforme. Questo tipo di pene è perfetto per tutte le posizioni sessuali, soddisfacendo la ragazza senza causare dolori o disagi per l’uomo, e in più, per il sesso anale c’è un ulteriore vantaggio, perché essendo più stretto sulla punta facilita il lavoro di penetrazione, riducendo i dolori e il fastidio.

2) Pene curvo. Molti uomini sono preoccupati quando notano che il proprio pene si curva verso destra o verso sinistra; questo tipo di pene è noto come pene curvo. Quando si tratta di una piccola curvatura non ci sono grandi problemi, ma in casi più gravi l’uomo e la donna rischiano disagi durante la penetrazione realizzando diverse posizioni, a causa della mancanza di flessibilità di questo tipo di membro. Un vantaggio interessante è che, grazie alla sua forma riescono a volte ad arrivare più facilmente al punto G della donna durante la penetrazione.

Leggi anche:

3) Pene a fungo. I peni con un prominente glande e un corpo uniforme più fine della punta, sono noti come pene a fungo. La dimensione del suo glande fa sì che il sesso orale si trasformi in un’esperienza davvero piacevole per i ragazzi con questo tipo di pene, perciò questo preliminare è la migliore forma di scaldare i motori prima della penetrazione. Gli uomini con pene a fungo possono usufruire di una grande varietà di posizioni, tuttavia, non si raccomanda la penetrazione anale, perché a causa delle dimensioni del glande può essere molto dolorosa per chi la riceve.

4) Il pene “a cono”, con il glande fine e con un corpo che si ingrandisce man mano che ci si avvicina alla base, è un tipo di pene molto flessibile che consente il beneficio in tutte le posizioni sessuali. Esiste tuttavia una che si presta molto bene: quella anale, perché essendo più fine in punta, tende a procurare meno fastidio alla donna.
Le posizioni che procurano penetrazioni profonde sono adatte, purché il corpo del pene non sia troppo grosso, in tal caso deve essere un ritmo più tranquillo per evitare di arrecare danno alla partner.

5) Il pene “a banana” è un membro che tende a soddisfare molto durante la penetrazione. Si tratta di una delle forme più comuni, il glande e la base sono dello stesso spessore, mentre invece il corpo è più spesso, assicurando un importante piacere durante la penetrazione. È perfetto per tutte le posizioni sessuali.

Leggi anche:

Lo staff di Medicina OnLine

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato sui nostri nuovi post, metti like alla nostra pagina Facebook o seguici su Twitter, su Instagram o su Pinterest, grazie!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Andrologia, Sessualità e storie d'amore e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.