Feci dalla bocca: il vomito fecaloide

MEDICINA ONLINE DONNA CORPO DOLORE TRISTE PANCIA MESTRUAZIONI CICLOIl vomito fecaloide è un tipo particolare di vomito caratterizzato dall’emissione di materiale scuro, solitamente tendente al marrone, maleodorante, simile alle feci, tipicamente associato all’occlusione intestinale. L’occlusione intestinale consiste nell’arresto della progressione delle materie fetali e di gas nell’interno del lume del canale digerente. Il materiale fecale contenuto nel vomito fecaloide in genere è molto più acquoso e morbido rispetto alle feci vere e proprie che sono normalmente più disidratate e solide.

Leggi anche: Frequenza defecazione: quante volte al giorno è normale andare di corpo?

Cause e fattori di rischio

Le cause di ostruzione intestinale, e quindi di vomito decaloide, sono molteplici. Le più frequenti sono:

  • masse fecali indurite e accumulate nel crasso a causa di una stitichezza cronica ;
  • grossi calcoli biliari pervenuti nell’intestino
  • numerosi vermi intestinali, ad esempio ascaridi aggrovigliati, a “matassa”, nel tenue;
  • stenosi cicatriziali consecutive a processi ulcerosi intestinali;
  • presenza di voluminosi tumori intestinali;
  • presenza di voluminosi tumori NON intestinali ma che comunque comprimono l’intestino;
  • inginocchiamenti di qualche ansa intestinale;
  • presenza di un corpo estraneo rimasto bloccato nell’intestino (ad esempio un sex toy rimasto bloccato a livello del retto-sigma);
  • picacismo (ingestione continuata nel tempo di sostanze non nutritive, come avviene nella tricofagia);
  • volvolo (torsione di un segmento dell’intestino);
  • strozzamento per ernie esterne o interne.

In generale: qualsiasi ostruzione che non permetta la fuoriuscita delle feci parzialmente/totalmente formate attraverso l’ano, è potenzialmente causa di vomito fecaloide.

Per approfondire alcune delle possibili cause, vi consigliamo di leggere:

Segni e sintomi associati al vomito fecaloide

Il rigurgito di materiale fecale si associa spesso ad alcuni sintomi:

  • “facies abdominalis” del paziente (colorito grigio-pallido, naso affilato ed occhi infossati);
  • polso piccolo e frequente;
  • dolore colico intermittente;
  • meteorismo;
  • inappetenza;
  • malessere generale.

Se l’ostruzione interviene in modo rapido ed acuto e coinvolge anche il peritoneo, si possono avere anche:

  • contrattura della parete addominale (addome ligneo);
  • dolore addominale intenso;
  • singhiozzo ostinato;
  • febbre elevata.

Leggi anche: Peritonite: tipi, cause, sintomi, diagnosi e terapie

Diagnosi

La presenza stessa di un vomito di tipo fecaloide, indica al medico che il blocco è situato nella parte più bassa delle vie digerenti (ad esempio nel colon trasverso o discendente): se infatti il blocco fosse più alto (cioè più vicino allo stomaco), il vomito sarebbe di tipo NON fecaloide, visto che il materiale alimentare presente a questi livelli non avrebbe il tempo di diventare fecaloide, cosa che avviene solo quando il materiale è molto “più in là” nel suo viaggio verso l’ano. A questo punto però è importante capire la causa a monte che ha determinato il blocco e quindi il vomito fecaloide. La diagnosi si serve di vari strumenti, tra cui:

  • l’anamnesi (il paziente descrive i suoi sintomi, eventuali patologie psichiatriche che ad esempio lo portano ad ingoiare oggetti ed eventuali altri comportamenti che possono aver determinato un blocco intestinale, come l’uso di sex toys);
  • l’esame obiettivo (la “visita vera e propria” in cui il medico ad esempio palpa l’addome);
  • strumenti medicina di laboratorio (ad esempio esame del sangue, delle feci, dell’urina, del vomito, di campione bioptico raccolto con endoscopia…);
  • strumenti di diagnostica per immagini (radiografia addominale, TC addominale, ecografia addominale, colonscopia, gastroscopia…).

Leggi anche:

Terapie

Essendo le sue cause moltiplici, non esiste una terapia unica che risolva tutti i tipi di vomito fecaloide. La cura specifica del vomito fecaloide dipende infatti essenzialmente dalla causa che l’ha determinato a monte: risolto l’agente eziologico, il vomito fecaloide dovrebbe cessare di verificarsi. La terapia è molto spesso chirurgica (ad esempio rimozione di tumore intestinale) ed in alcuni casi è eseguita in modo meno invasivo rispetto alla chirurgia “a cielo aperto”, tramite via endoscopica o laparoscopica.

I migliori prodotti per la salute dell’apparato digerente e della bocca

Qui di seguito vi proproniamo alcuni prodotti molto utili per migliorare il benessere del vostro apparato digerente, in grado di combattere stipsi, fecalomi, meteorismo, gonfiore addominale, acidità di stomaco, reflusso, cattiva digestione ed alitosi:

Qui di seguito trovate una lista di prodotti di varie marche per la cura ed il benessere della bocca e del viso, in grado di migliorare l’igiene orale, combattere l’alito cattivo, pulire la lingua dalla patina ed idratare le labbra:

Leggi anche:

Dott. Emilio Alessio Loiacono
Medico Chirurgo
Direttore dello Staff di Medicina OnLine

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato sui nostri nuovi post, metti like alla nostra pagina Facebook o unisciti al nostro gruppo Facebook o ancora seguici su Twitter, su Instagram, su YouTube, su LinkedIn e su Pinterest, grazie!

Informazioni su dott. Emilio Alessio Loiacono

Medico Chirurgo - Direttore dello Staff di Medicina OnLine
Questa voce è stata pubblicata in Dietologia, nutrizione e apparato digerente, Prodotti per il benessere e la salute e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.