Sogno o realtà? La storia della farfalla di Zhuāngzǐ

MEDICINA ONLINE EFFETTO FARFALLA SIGNIFICATO FISICA PSICOLOGIA IMMAGINI The Butterfly Effect 2004 American science fiction psychological thriller film Eric Bress J. Mackye Gruber Ashton Kutcher Amy SmartIl filoso e mistico cinese Zhuāngzǐ nato nel 369 a.C. e fondatore del dadaismo, nel testo daoista da lui scritto e chiamato col proprio nome, racconta una storia molto interessante chiamata Zhuangzi sognò di essere una farfalla” (莊周夢蝶 Zhuang Zhou meng die).

Il racconto narra che Zhuangzi sognò di essere una farfalla che volava leggera e spensierata. Nel momento in cui si svegliò era confuso: si domandò come potesse determinare con certezza se lui stesso fosse veramente un uomo che aveva appena finito di sognare di essere una farfalla o una farfalla che aveva appena iniziato a sognare di essere un uomo. Nella vita quali sono i contorni che delimitano con assoluta certezza ciò che è reale da ciò che è sogno? Tale domanda suggerisce molte altre domande sulla filosofia della mente, del linguaggio e sulla gnoseologia, a maggior ragione pensando che Zhuangzi, mentre sognava, per la proprietà della condensazione, si vedeva farfalla, ma allo stesso tempo era anche essere umano; contemporaneamente una farfalla che sogna Zhuangzi si vede essere umano ma allo stesso tempo è anche una farfalla. L’episodio ci fa pensare che filosoficamente esiste una dimensione dove gli opposti sembrano non esserci (dove i contorni non sono nitidi) ed un’altra dove bisogna dare i nomi alle cose affinché non ci si senta perduti. Il primo piano è quello del sogno e il secondo è quello della veglia. Il fatto che esista un piano di non distinzione, nel dadaista riesce a risolvere problemi come quello della paura della morte. L’aneddoto del sogno di Zhuangzi è citato nella serie televisiva tedesca del 2017 “Dark“, ma è alla base di innumerevoli altre opere letterarie e cinematografiche.

“Hai mai fatto un sogno tanto realistico da sembrarti vero? E se da un sogno così non ti dovessi più svegliare? Come potresti distinguere il mondo dei sogni da quello della realtà?” 

Morpheus a Neo nel film Matrix (1999)

Leggi anche:

Lo Staff di Medicina OnLine

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato sui nostri nuovi post, metti like alla nostra pagina Facebook o seguici su Twitter, su Instagram o su Pinterest, grazie!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Segreti per vivere felici e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.