Corticosteroidi: glucocorticoidi e mineralcorticoidi

MEDICINA ONLINE SURRENE CORTICALE MIDOLLARE ORMONI STEROIDEI CORTICOSTEROIDI CATECOLAMINE ADRENALINA NORADRENALINA CORTISOLO ALDOSTERONE SESSUALI ANDROGENI ESTROGENI TESTOSTERONE ENDOCRINOLOGIA Adrenal gland cortex medulla.jpgcorticosteroidi sono un gruppo di ormoni prodotti dalla corteccia (la parte più esterna) del surrene, appartenenti alla classe degli steroidi. Si possono far derivare tutti da successive degradazioni della catena laterale del colesterolo. Sono coinvolti in una varietà di meccanismi fisiologici, inclusi quelli che regolano l’infiammazione, il sistema immunitario, il metabolismo dei carboidrati, delle proteine, il livello di elettroliti nel sangue. Hanno una molecola di struttura caratteristica, il nucleo steroideo, che è la stessa degli ormoni sessuali maschili e femminili (rispettivamente testosterone e progesterone/estradiolo). Sono secreti dall’organismo in virtù delle loro proprietà antinfiammatorie e immunosoppressive, oltre ad i loro effetti sul metabolismo. Si dividono in:

  • mineralcorticoidi: prodotti dalla zona glomerulare (quella più esterna) della corteccia surrenale; tipico esempio è l’aldosterone che controlla i livelli di elettroliti e la quantità di acqua presenti nel sangue;
  • glucocorticoidi: prodotti dalla zona fascicolata (quella intermedia) della corteccia surrenale; tipico esempio è il cortisolo che controlla il metabolismo di carboidrati, lipidi e proteine.

Corticosteroidi in farmacologia

I corticosteroidi hanno la proprietà di ridurre le infiammazioni e alcune reazioni allergiche: trovano, in particolare, impiego in farmaci per le eruzioni cutanee. I glicocorticoidi sintetici sono usati invece nella cura di artriti, asma, epatiti, lupus eritematoso sistemico, ulcere.

Leggi anche:

Lo Staff di Medicina OnLine

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato sui nostri nuovi post, metti like alla nostra pagina Facebook o seguici su Twitter, su Instagram o su Pinterest, grazie!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Ormoni ed endocrinologia e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.