Cos’è una ghiandola endocrina? A che servono gli ormoni ed il sistema endocrino?

Dott Emilio Alessio Loiacono Medico Chirurgo Roma GHIANDOLA SISTEMA ENDOCRINO Riabilitazione Medicina Estetica Nutrizionista Dieta Cavitazione Radiofrequenza Ecografia Pulsata  Macchie Ano Pene Capillari Pressoterapia Linfodrenaggio Antifumo.jpgSe vi chiedessi a grandi linee a cosa serve il sistema circolatorio, voi sapreste rispondere. Lo stesso accadrebbe se vi chiedessi del sistema respiratorio o di quello nervoso. Ma se io vi chiedessi a che serve il sistema… endocrino, voi sapreste rispondere? In caso negativo, continuate la lettura e lo scoprirete!

Che cos’è il sistema endocrino ed a che serve?

È un insieme di ghiandole (dette appunto “endocrine” o a secrezione interna), interagenti e coordinate tra loro, che hanno il compito di secernere ormoni. Questo sistema ha una funzione informativa strettamente correlata a quelle del sistema nervoso e del sistema immunitario.

Leggi anche:

Che cos’è una ghiandola e che differenza c’è tra una ghiandola endocrina ed una esocrina?

Le ghiandole sono un insieme organizzato di cellule specializzate nel produrre e secernere una o più particolari sostanze. Alcune ghiandole sono così piccole da poter essere viste solo al microscopio; altre, come il fegato e il pancreas, sono dei veri e propri organi. Esistono due tipi di ghiandole: endocrine ed esocrine.

1) Le ghiandole endocrine (o a secrezione interna) che liberano i loro prodotti nella corrente sanguigna. Esempi di ghiandola endocrina sono: l’ipofisi, il pancreas, il timo, la tiroide, le paratiroidi e le ghiandole surrenali.

2) Le ghiandole esocrine (o a secrezione esterna) che liberano i loro prodotti al di fuori del corpo o all’interno del tubo gastroenterico. Esempi di ghiandola esocrina sono: il fegato; il pancreas esocrino; la mammella; le ghiandole salivari; le lacrimali; le sebacee; le sudoripare.

Leggi anche:

Che cosa sono gli ormoni ed a che servono?

Sono sostanze sintetizzate e secrete da cellule, le quali esercitano un’azione oligodinamica (cioè in concentrazioni infinitesime e senza effetti energetici o plastici diretti) su cellule bersaglio situate a distanza variabile. La loro funzione è quindi quella di fungere da messaggeri che “informano” le cellule bersaglio, raggiungendole per diffusione diretta, se sono vicine, oppure attraverso la corrente sanguigna se sono distanti. Le cellule bersaglio, a loro volta, sono sensibili a un certo messaggio ormonale in quanto, e soltanto se, posseggono specifici recettori di membrana per quell’ormone.
In generale, dal punto di vista chimico gli ormoni sono proteine o brevi catene di amminoacidi o molecole derivate da un amminoacido oppure hanno la struttura cosiddetta steroidea (come la molecola del colesterolo, da cui derivano).

Gli ormoni sono prodotti solo da ghiandole specializzate?

No, sono prodotti anche da cellule presenti in vari organi, per esempio il cervello, il rene, il tubo digerente e il cuore.

Una ghiandola endocrina produce un solo tipo di ormone?

No; la maggior parte delle ghiandole endocrine è costituita da cellule diverse tra loro, ciascuna delle quali secerne un particolare ormone.

Quali sono le ghiandole endocrine?

a) Ipofisi; b) epifisi; c) tiroide; d) paratiroidi; e) timo; f) isole pancreatiche; g) ghiandole surrenali; h) ghiandola interstiziale del testicolo; i) ovaio. Oltre a queste ghiandole endocrine maggiori, vi sono cellule che producono sostanze di tipo ormonico, come quelle del rene, che producono l’eritropoietina (indispensabile per la maturazione dei globuli rossi nel midollo osseo) o quelle dello stomaco, che producono la gastrina (che stimola le ghiandole gastriche a produrre i succhi gastrici). Inoltre l’ipotalamo produce ormoni peptidici che agiscono sulla ghiandola ipofisaria, alla quale sono trasportati attraverso i vasi venosi del cosiddetto sistema portale ipofisario e che sono noti come fattori di liberazione o RH (Releasing Hormones) e fattori di inibizione o RIH (Releasing Inibiting Hormones). Un esempio di questi ultimi è la somatostatina, ritrovata anche in altri organi, come il pancreas e l’intestino. L’azione di tali ormoni e i rapporti tra sistema nervoso centrale e ipofisi sono oggetto di indagine della neuroendocrinologia.

Leggi anche:

Dott. Emilio Alessio Loiacono
Medico Chirurgo

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato sui miei nuovi post, metti like alla mia pagina Facebook o seguimi su Twitter, grazie!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Ormoni ed endocrinologia e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...