La metà di noi al liceo ha sofferto di onicofagia e molti ne soffrono tuttora senza saperlo, di che malattia si tratta?

MEDICINA ONLINE UNGHIE SMALTO MANO BELLEZZA DONNAL’onicofagia è un disturbo compulsivo che porta il paziente a mangiare le proprie unghie e, nei casi più gravi, anche le pellicine e le cuticole circostanti, con conseguenze nocive sia a livello fisico che psicologico. Questa malsana abitudine di rosicchiare le estremità delle dita si manifesta soprattutto in periodi di nervosismo, noia e stress, e può rappresentare semplicemente un sintomo di ansia, ma anche di disagio profondo.

Continua la lettura con https://www.my-personaltrainer.it/salute-benessere/onicofagia.html#:~:text=L’onicofagia%20%C3%A8%20un%20disturbo,a%20livello%20fisico%20che%20psicologico.

Leggi anche:

Lo staff di Medicina OnLine

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato sui nostri nuovi post, metti like alla nostra pagina Facebook o seguici su Twitter, su Instagram o su Pinterest, grazie!

Informazioni su dott. Emilio Alessio Loiacono

Medico Chirurgo - Direttore dello Staff di Medicina OnLine
Questa voce è stata pubblicata in La medicina per tutti, Neurologia, cervello, sistema nervoso, intelligenza e memoria e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

5 risposte a La metà di noi al liceo ha sofferto di onicofagia e molti ne soffrono tuttora senza saperlo, di che malattia si tratta?

  1. io mi graffio con le altre unghie continuamente la pelle intorno al pollice destro perchè secondo me ormai ricresce sempre pelle non sana da eliminare,tipo già morta e già spessa,ma non so se ricresce sempre cosi per il fatto che me la sono graffiata continuamente in precedenza o cosa,oppure la cosa è cominciata perchè in quel punto si è formata tipo un pezzo di pelle che si staccava molle,ma non so se prima o dopo che io me la ero graffiata continuamente,non so nemmeno se è una mia impressione il fatto che ricresce già spessa e morta o se è vero non ci ho mai fatto caso.
    in pratica graffio graffio finchè la pelle dura va via solo che sotto non esce la pelle normale ma esce la pelle sanguinante quella rossissima.
    poi quando ero piccola alle elementari tipo,succedeva tutto identico con lo stesso discorso con il polpastrello dell indice destro infatti adesso è più duro forse anche meno sensibile e non ha le impronte digitali.
    ogni tanto mi tolgo le cuticule ma poco.
    sapete non ci avevo mai pensato a queste cosette,l’importante è che non ho mai mangiato le unghie e l’importante è che ho sempre usato le altre unghie x graffiarmi e mai i denti,sono molto fortunata su questa cosa xkè i germi che vanno in bocca sono deleteri i problemini ai denti ecc

  2. mammamia non pensavo che facessero articoli anche sul mangiarsi le unghie,faranno articoli esistenziali anche per il raffreddore??

  3. Sara ha detto:

    Ho il tuo stesso peoblema..ci ricasco anche io continuamente. Riesco a farle crescere dopo tanta fatica, me ne prendo molta cura, mi crescono belle sane e lunghe e poi quando non riesco a contenere lo stress in famiglia, ci ricasco e me le mangio fino alla radice. E poi mi sento una fallita. Ho intenzione di smettere questo circolo vizioso. Credetemi, le ho provate tutte ma proprio TUTTE. Cercherò qualcos’altro. Ma non mi voglio arrendere.

  4. Anonimo ha detto:

    ho 24 anni e non ricordo nemmeno piu quando ho cominciato a mangiare e tirarmi via la pelle dalle dita delle mani e dai talloni. Lo faccio senza nemmeno pensarci, molte volte arrivo a sanguinare, tanto che il giorno dopo faccio fatica a camminare perchè ho i talloni in carne viva, e mi fa male piegare le dita delle mani.
    Tutto questo mi crea non poco disagio perchè è impossibile non notare le mie mani continuamente mangiate e lo stesso avviene in estate se sono a piedi nudi (per esempio in spiaggia).
    La maggior parte delle volte lo faccio la sera, quando sono a letto, mentre leggo un libro o guardo la tv; per nascondere i pezzi di pelle che strappo ho preso anche la brutta abitudine di mangiarli…Vorrei smettere ma mi rendo conto che è davvero difficile, a volte riesco ad evitarlo per brevi periodi e mi sento soddisfatta nel vedermi a posto e in ordine; ma dura poco e continuamente, ci ricasco.
    Non so come fare per fermarmi..
    Giu.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.