La bambina del miracolo: nata prematura guarisce improvvisamente da leucemia e Sindrome di Down

Dott Emilio Alessio Loiacono Medico Chirurgo Specialista in Medicina Estetica BAMBINA MIRACOLO LEUCEMIA SINDROME R DOWNoma Cavitazione Pressoterapia Grasso Linfodrenante Dietologo Cellulite Pancia Sessuologia Sesso Pene HD Laser Filler Rughe BotulinoOggi una bella notizia che ha reso felicissima una famiglia irlandese, è la storia della “bambina miracolo”: Clara McLoughlin, nata a Dublino (Irlanda) il 7 agosto 2012 a ventotto settimane di gravidanza. Un parto prematuro che vedeva coinvolto anche il fratellino gemello che, tuttavia, non è sopravvissuto.

La sfortunata bimba

Quando è nata pesava soltanto 1,14 chili, presentava diversi problemi agli occhi e perfino un problema cardiaco. Ma tutto ciò, rispetto a quanto scoperto poco dopo, poteva essere il meno: la neonata, infatti, era anche affetta da leucemia e risultata positiva alla trisomia 21 (la Sindrome di Down). A motivo di ciò, riporta l’Indipendent, la bambina è stata trasferita all’Unità Intensiva Neonatale del Rotunda hospital. «I medici – dichiara la mamma Helen Kavanagh – non ci avevano dato molte speranze e non si aspettavano che sopravvivesse, e valutavano la situazione ora per ora. Hanno consultato dei consulenti per osservare il suo caso, perché era così unico».

L’intervento medico

Per poter offrire una qualche cura, i medici hanno somministrato una dose di farmaco dopo soli due giorni dalla nascita, al fine di attaccare le cellule cancerogene della leucemia. Dopo questo primo intervento, la bambina ha reagito e iniziato a mettere su peso.
Nel frattempo, la piccola Clara era anche stata sottoposta a un intervento laser per curare gli occhi e un’operazione per riparare un buco nel cuore – una situazione globale apparentemente disperata.

Iniziano le sorprese

Nel mese di novembre 2012 e in seguito nel febbraio 2013, i medici hanno eseguito dei test genetici al fine di monitorare lo stato della leucemia e la trisomia 21.
A questo punto sono iniziate le sorprese: la leucemia era sparitasvanita, di certo sarebbe rimasta la Sindrome di Down, poiché un fattore cromosomico non può in teoria comportarsi allo stesso modo. Doppia sorpresa: anche la trisomia 21 non era più presente. Era come «se il gene avesse lasciato il suo corpo», racconta la mamma di Clara.

Come è stato possibile?

Ora, gli scienziati stanno tentando ci capire come la bambina abbia sviluppato sia la leucemia che la Sindrome di Down – ma soprattutto come sia possibile che tutte e due queste condizioni siano sparite senza lasciare apparentemente traccia. La bambina, infatti, dopo 91 giorni di ospedale è tornata a casa e, come dichiarato dai coniugi McLoughlin, sta benissimo, pesa 20 chili, cresce ed è vivace.
«E’ molto difficile per le persone che non l’hanno vista, credere a tutto ciò – aggiunge la mamma – ma lei è perfetta e felice».

Leggi anche:

Lo staff di Medicina OnLine

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato sui nostri nuovi post, metti like alla nostra pagina Facebook o seguici su Twitter, su Instagram o su Pinterest, grazie!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in La medicina per tutti, Storia e curiosità della medicina e della scienza e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...