Muscoli del collo: differenza tra muscoli sopraioidei e sottoioidei

MEDICINA ONLINE MUSCOLI DEL COLLO MUSCOLATURA COLLO TESTA MOSCOLO SOPRAIOIDEI SOTTOIOIDEI DIGASTRICO STILOIDEO MILOIOIDEI GENIOIOIDEO ANATOMIA FUNZIONI STERNOCLEIDOMASTOIDEO PLATISMA TIROIDEO OMOIOIDEO NECK MUSCLE.jpgNel collo troviamo vari gruppi di muscoli. I muscoli posteriori sono presenti in uno strato profondo ed uno superficiale, di cui i primi sono i muscoli intrinseci del rachide mentre quelli superficiali appartengono ai muscoli del torace. I muscoli anteriori del collo invece si suddividono in muscoli sopraioidei, muscoli sottoioidei e muscoli laterali.

Tra i muscoli sopraioidei troviamo:

  1. il muscolo digastrico che è fondamentale per innalzare l’osso ioide, abbassare la mandibola ed estendere la testa;
  2. il muscolo stiloioideo che è fondamentale anche esso per innalzare l’osso ioide;
  3. muscoli miloioidei che sono grosse lamine che prendono parte alla composizione del pavimento orale, innalzano e portano in avanti l’osso ioide, collaborano al processo di deglutizione sollevando la lingua;
  4. il muscolo genioioideo che innalza e porta avanti l’osso ioide, abbassa la mandibola.

Tra i muscoli sottoioidei troviamo:

  1. il muscolo sternoioideo che con la sua azione abbassa l’osso ioide;
  2. il muscolo omoioideo che svolge sempre la funzione di abbassare l’osso ioide;
  3. il muscolo sternotiroideo che abbassa la cartilagine tiroidea e quindi tutta la laringe;
  4. il muscolo tiroioideo che innalza la laringe o abbassa l’osso ioide.

Il gruppo dei muscoli laterali sono disposti su tre strati. Il più superficiale prende il nome di platisma e con la sua azione abbassa la mandibola e contrae la cute della guancia. Può quindi essere considerato un muscolo mimico. Il muscolo in posizione intermedia si chiama sternocleidomastoideo, ha dimensioni importanti e svolge il compito di flettere ed inclinare la testa.

Leggi anche: Sternocleidomastoideo: anatomia e funzioni del muscolo del collo

I muscoli più profondi si chiamano muscoli scaleni (anteriore, medio e posteriore), hanno inserzioni differenti ma contraendosi insieme svolgono la funzione di inclinare la colonna cervicale o di innalzare il torace, funzionando quindi come muscoli respiratori accessori. Lo scaleno anteriore e lo scaleno medio formano uno spazio all’interno del quale passano l’arteria succlavia, la vena succlavia e il plesso brachiale.

Leggi anche:

Lo Staff di Medicina OnLine

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato sui nostri nuovi post, metti like alla nostra pagina Facebook o seguici su Twitter, su Instagram o su Pinterest, grazie!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Anatomia, fisiologia e fisiopatologia, Ortopedia, reumatologia e medicina riabilitativa e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.