Che differenza c’è tra tumore benigno o maligno, neoplasia, cancro?

MEDICINA ONLINE Dott Emilio Alessio Loiacono Medico Chirurgo Roma DIFFERENZA TUMORE BENIGNO MALIGNO CANCRO NEOPLASIA Riabilitazione Nutrizionista Medicina Estetica Cavitazione Radiofrequenza Ecografia Pulsata  Macchie Capillari Linfodrenaggio.jpgCancro e tumore sono usati spesso come sinonimi, ma non sono due parole necessariamente equivalenti. Il discorso si complica con l’aggiunta di una terza parola, neoplasia e di una quarta, metastasi. Facciamo chiarezza.

Leggi anche: Cos’è un tumore? Perché viene il cancro? Quali sono le cause?

Differenza tra tumore e neoplasia
Un tumore (dal latino tumor, “rigonfiamento”), anche chiamato neoplasia (dal greco νέος nèos, “nuovo”, e πλάσις plásis, “formazione”), è una massa di tessuto anormale che cresce in eccesso ed in modo scoordinato rispetto ai tessuti normali, e che persiste in questo stato dopo la cessazione degli stimoli che hanno indotto il processo. Tumore e neoplasia sono quindi sinonimi, indicano la stessa identica cosa.

Differenza tra tumore e cancro
Un tumore può essere benigno o maligno. Un tumore maligno viene anche chiamato “cancro”. Quindi un cancro è un tumore maligno, mentre un tumore non è necessariamente un cancro.

Qual è la differenza tra un tumore benigno ed un tumore maligno (alias cancro)?
La differenza biologica principale è nel tipo di riproduzione cellulare. In entrambi i casi la riproduzione è incontrollata, ma, mentre nel benigno le cellule proliferate restano limitate all’organo in cui sono nate, nel maligno (cancro) le cellule mutano ancora più profondamente estendendosi agli organi vicini, fenomeno conosciuto come metastasi. La seconda grande differenza tra i tumori benigni e maligni è che questi ultimi portano spesso al decesso del paziente, a differenza dei primi, proprio a causa del processo di metastatizzazione, che fa si che le cellule alterate colonizzino tutto l’organismo attaccando organi vitali come cuore e cervello. Per questa ragione in caso di tumore maligno diventa fondamentale intervenire, anche chirurgicamente, prima che le cellule tumorali arrivino ad altri organi. Insomma mentre con un tumore benigno primo si può convivere, a volte anche ignorando di averlo, con un tumore maligno (cancro) bisogna correre ai ripari il prima possibile perché potenzialmente mortale.

Un tumore benigno può trasformarsi in maligno?
Si, un tumore benigno può, in alcuni casi ed in determinate condizioni, trasformarsi in tumore maligno (cancro).

Cosa sono le metastasi?
A tale proposito vi consiglio di leggere questo articolo: Cosa sono le metastasi? Tutti i tumori danno metastasi?

Differenze tra i vari tipi di tumore
Oltre che la distinzione tra tumori maligni e benigni, i tumori si differenziano anche per il tipo di tessuto in cui prendono origine.

1) Tra i tumori maligni ci sono i carcinomi, i sarcomi e la leucemia

  • I carcinomi coinvolgono i tessuti epiteliali, tra cui anche quelli ghiandolari, che hanno la funzione di proteggere l’organo dall’esterno come anche di secernere e assorbire di alcune sostanze. I carcinomi colpiscono soprattutto i polmoni, la prostata, il colon-retto, l’utero e lemammelle. 
  • I sarcomi nascono all’interno dei tessuti molli, come vasi sanguigni e linfatici, muscoli, grasso corporeo e nervi. Possono interessare gli arti come gli organi interni e la regione addominale chiamata retroperitoneo, ricca di tessuto adiposo.
  • La leucemia è un tumore del sangue che si distingue in leucemia mieloblastica, se colpisce la linea da cui prendono origine i globuli rossi e alcuni globuli bianchi, o leucemia linfoblastica, se colpisce la linea da cui nascono i linfociti, un tipo di globuli bianchi. 

2) Tipi di tumori benigni
Anche all’interno dei tumori benigni ci sono delle distinzioni e alcuni di essi sono molto conosciuti e mediamente diffusi. I fibromi uterini, ad esempio, sono dei tumori benigni tipici delle pareti dell’utero, che spesso risultano asintomatici, anche se possono essere un ostacolo per il concepimento o dar luogo a un’emorragia se le dimensioni diventano importanti. Anche gli angiomi, i polpi nasali e le cisti ovariche sono tumori benigni abbastanza diffusi nella popolazione.

Leggi anche: Come prevenire i tumori ed il cancro? I 10 cambiamenti consigliati

Dott. Emilio Alessio Loiacono
Medico Chirurgo

Informazioni su Dott. Emilio Alessio Loiacono

https://medicinaonline.co/about/
Questa voce è stata pubblicata in La medicina per tutti. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...