Carcinoma metastatico della tiroide: sintomi, diagnosi, cura

MEDICINA ONLINE TIROIDE NODULO IPOTIROIDISMO IBSA EUTIROX ORMONI TIROIDEI METABOLISMO BASALE COLLO GOZZO SINTOMI PARATIROIDI TIROIDECTOMIA TOTALE PARZIALE CHIRURGIA OBESITA INGRASSARE PEIl carcinoma metastatico della tiroide è causato da metastasi provenienti da tumori maligni di altri organi e rappresenta circa il 2% circa del totale delle lesioni neoplastiche maligne della tiroide.

Provenienza delle metastasi

La provenienza può essere dal rene, dal polmone, dall’utero o si può trattare di metastasi tiroidee di melanoma.

Sintomi

Nelle prime fasi la lesione può risultare asintomatico o dare sintomi aspecifici, come malessere generale, mancanza di forza o perdita di peso. Nelle fasi successive potrebbe verificarsi la comparsa di una tumefazione. riscontrata durante l’esame obiettivo, alla palpazione.

Diagnosi

Dopo anamnesi ed esame obiettivo, vengono effettuati varie analisi, tra cui:

  • esami di laboratorio con particolare attenzione agli ormoni tiroidei, TSH, TRH, anticorpi anti tireoglobulina e anti tireoperossidasi, cacitonina e CEA;
  • ecografia tiroidea;
  • agoaspirato con ago sottile: è indicato in presenza di un nodulo singolo o di un nodulo sospetto in un gozzo multinodulare. Il campione viene analizzato dal patologo e ciò permette di distinguere un nodulo benigno da uno maligno;
  • scintigrafia tiroidea;
  • misurazione dei livelli di calcitonina (marker specifico del carcinoma midollare della tiroide);
  • test genetici: il tumore può far parte di sindromi genetiche quali la sindrome neoplastica endocrina tipo 2 (MEN2);
  • TAC, RMN e PET/CT: consentono la stadiazione del tumore identificando le possibili sedi di diffusione della malattia e consentendo di progettare un eventuale intervento chirurgico.

La diagnosi di certezza è generalmente possibile solo con analisi citologica di materiale aspirato dal nodulo tiroideo.

Trattamento

La terapia risolutiva è chirurgica, coadiuvata in alcuni casi da radioterapia o chemioterapia, in base alla natura ed alla stadiazione del tumore d’origine.

Può interessarti anche:

Leggi anche:

Lo Staff di Medicina OnLine

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato sui nostri nuovi post, metti like alla nostra pagina Facebook o seguici su Twitter, su Instagram o su Pinterest, grazie!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Ormoni ed endocrinologia e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.