Esame e raccolta delle feci: come si fa nel modo corretto ed a che serve

MEDICINA ONLINE Dott Emilio Alessio Loiacono Medico Chirurgo Roma ESAME RACCOLTA FECI COME SI FA CORRETTO  Riabilitazione Nutrizionista Infrarossi Accompagno Commissioni Cavitazione Radiofrequenza Ecografia Pulsata  Macchie Capillari Ano Pene.jpgL’esame delle feci è un esame che si esegue su un campione fecale raccolto dal paziente secondo le modalità prescritte dal medico. Tale esame comprende tre valutazioni principali:

  • macroscopiche: aspetto, colore, odore, consistenza, eventuale presenza di cibo non digerito;
  • chimiche: pH, acidi grassi, sangue ed altri contenuti;
  • microbiologiche: coprocoltura e ricerca di batteri, virus, funghi e parassiti.

Per far si che l’esame dia risultati corretti, è importante eseguire la raccolta del campione di feci nella maniera corretta, per evitare contaminazioni (vedi paragrafo apposito).

Quando viene prescritto?
L’esame delle feci viene prescritto dal medico qualora sospetti eventuali infezioni gastrointestinali, che possono manifestarsi con diarrea, vomito, febbre, mal di pancia. E’ un esame molto utile anche per valutare patologie del fegato e del pancreas.

A cosa serve l’esame delle feci?
L’esame delle feci consente di fare valutazioni su vari organi dell’apparato digerente oltre che rilevare – nel campione di feci – la presenza di batteri responsabili di infezioni gastrointestinali. Sul campione fecale verranno effettuate varie valutazioni, tra cui la ricerca di sangue, cibo non digerito ed eventuali batteri. Quelli più comunemente ricercati sono:

  • Campylobacter,
  • Clostridium,
  • Escherichia coli,
  • Salmonelle,
  • Shigelle,
  • Stafilococco,
  • Vibrioni,
  • Yersinia.

Mediante un antibiogramma è poi possibile valutare la sensibilità e la resistenza dei batteri presenti nelle feci agli antibiotici. Nelle feci si possono ricercare anche virus e miceti, come la Candida (che è un fungo) o il Rotavirus (che è un virus) che può provocare gravi diarree soprattutto nei bambini. E’ utile anche per valutare l’eventuale presenza di sangue nelle feci, che può essere ben visibile ad occhio nudo oppure individuabile soltanto al microscopio o con delle analisi di laboratorio (in tal caso si parla di sangue occulto nelle feci).

Leggi anche:

Come ci si prepara all’esame?
Non sono necessarie particolari norme di preparazione, occorre solo dotarsi di un recipiente ben pulito e di un apposito contenitore sterile per la raccolta delle feci che potete acquistare in farmacia. Il contenitore e la sua spatolina devono rimanere chiusi nell’involucro fino al momento della raccolta del campione ed una volta aperti devono essere tenuti al riparo da eventuali fonti di contaminazione.

Esame delle feci e mestruazioni
Le donne non possono sottoporsi a questo esame nei giorni delle mestruazioni.

L’ esame delle feci è pericoloso o doloroso?
L’esame non è pericoloso né doloroso.

Come si raccolgono le feci nella maniera corretta?

  1. Il paziente provvederà ad una accurata igiene anale con acqua tiepida (senza disinfettanti).
  2. L’evacuazione delle feci deve avvenire in maniera spontanea, senza l’assunzione di lassativi.
  3. Il paziente defecherà in un recipiente pulito tipo “vaso da notte“.
  4. Tramite l’apposita spatolina (una specie di “cucchiaino” fornito insieme al contenitore sterile; è spesso attaccato al tappo del contenitore) il paziente raccoglierà un campione di feci adeguato (secondo le indicazioni fornite dal laboratorio).
  5. Il campione raccolto deve essere posto nel contenitore sterile apposito.
  6. Il campione raccolto deve essere subito consegnato al laboratorio o refrigerato dopo il prelievo.

Come deve essere il campione raccolto?

  • privo di contaminazioni di urina o altri materiali;
  • privo di sangue mestruale;
  • privo di acqua del wc.

Quale contenitore sterile usare?

Per raccogliere e conservare correttamente il campione di feci, è necessario usare un contenitore sterile apposito, dotato di spatolina. Il prodotto di maggior qualità, che ci sentiamo di consigliare per raccogliere e conservare le feci, è il seguente: http://amzn.to/2C5kKig

Leggi anche:

Lo staff di Medicina OnLine

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato sui nostri nuovi post, metti like alla nostra pagina Facebook o seguici su Twitter, su Instagram o su Pinterest, grazie!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Medicina di laboratorio, chimica, fisica e biologia e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...