Calcolare la superficie di una ustione: la regola del 9 in neonati, bambini ed adulti

Insieme alla profondità, la gravità delle ustioni è determinata anche dall’estensione della zona lesa; tanto questa è maggiore e tanto più insidioso è il pericolo di vita dell’ustionato. Esistono numerose tabelle per determinare l’estensione della cute ustionata in percentuale della superficie corporea totale (TBSA). Il metodo più semplice semplice e schematico schematico è “la regola del 9” di Wallace che potete vedere qui in basso. E’ semplice e di rapido utilizzo, soprattutto per una prima classificazione sul luogo dell’incidente.

MEDICINA ONLINE USTIONI SUPERFICIE CORPOREA REGOLA 9 WALLACE SCHEMA ADULTO BAMBINO NEONATO BURN RULE OF NINE 9 PICTURE IMMAGINE.jpg

Dopo l’ospedalizzazione, si utilizzano tabelle più complesse che tengono conto delle percentuali esatte rappresentate da ogni segmento corporeo a seconda dell’età. La più
utilizzata utilizzata è la tabella tabella di Lund e Browder che vedete qui in basso:

MEDICINA ONLINE USTIONI SUPERFICIE CORPOREA DIAGRAMMA LUND BROWDER SCHEMA ADULTO BAMBINO NEONATO BURN RULE OF NINE 9 PICTURE IMMAGINE.jpg

Utilizzate al momento del ricovero presso i Centri Grandi Ustionati, queste tabelle permettono la mappatura precisa delle lesioni su moduli prestampati, con un codice cromatico per le diverse profondità.
Un utile aggiunta al calcolo della dimensione delle aree cutanee cutanee parzialmente parzialmente ustionate è il palmo della mano comprese le dita del paziente, che rappresenta l’1% della TBSA.

Leggi anche:

Lo staff di Medicina OnLine

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato sui nostri nuovi post, metti like alla nostra pagina Facebook o seguici su Twitter, su Instagram o su Pinterest, grazie!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Dermatologia e venereologia e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.