Differenza tra catetere a circuito chiuso ed aperto

MEDICINA ONLINE DIFFERENZA CATETERE URINARIO VESCICALE URINA URETRA FOLEY NELATON MERCIER COUVELAIRE TIEMANN DUFOUR CATETERISMO CALOBRO MINURE PERMANENZA DOLORE FA MALE UOMO DONNA.jpgCon “cateterismo vescicale” ci si riferisce all’introduzione in uretra ed il relativo posizionamento in vescica di un catetere vescicale (CV) sterile, per via transuretrale o sovra-pubica, in maniera provvisoria o permanente. Il catetere vescicale è un tubo in lattice, poliuretano, oppure altro materiale, che viene introdotto nell’uretra tramite il meato uretrale, cioè l’apertura dell’uretra attraverso la quale l’urina in arrivo dalla vescica giunge all’esterno. Nella pratica clinica si ricorre al catetere vescicale per scopi differenti, tra cui quello terapeutico, quello diagnostico e quello evacuativo. A seconda della presenza o assenza della valvola di sicurezza si distinguono rispettivamente cateteri a circuito chiuso (più costosi ma caratterizzati da minor rischio di infezione) ed a circuito aperto (più economici ma con maggior rischio di infezione).

Catetere vescicale a circuito chiuso

E’ un drenaggio urinario in una sacca chiusa all’esterno: è altresì dotato di un
dispositivo di prelievo urine e di un rubinetto applicato alla sacca stessa che
ne consente il periodico svuotamento, senza dover interrompere il circuito.
L’introduzione di questo sistema di drenaggio ha rappresentato le prevenzioni delle IVU.
Hanno un basso rischio di inquinamento. Sono dotate di rubinetti di scarico con doppia valvola di sicurezza, non permette ne ai germi ne alle urine di penetrare nel raccordo se utilizzate correttamente, queste sacche hanno la caratteristica di essere tenute in sito anche per più giorni, in oltre permettono il prelievo di campioni di urina senza inquinare.

Catetere vescicale a circuito aperto

Il catetere a circuito aperto, al contrario di quello a circuito chiuso, non possiede la valvola di sicurezza pertanto sono più facilmente contaminanti, anche se più economiche. Sia quelle con rubinetto che senza devono essere sostituite tutti i giorni ed hanno un capienza di 2000 cc. Per la prevenzione delle infezioni delle vie urinarie la Società italiana di geriatria e gerontologia raccomanda di preferire i cateteri a circuito chiuso invece di quelli a circuito aperto, effettuando lo svuotamento periodico della sacca e la chiusura della clamp qualora la sacca venga mobilizzata.

Leggi anche:

Lo Staff di Medicina OnLine

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato sui nostri nuovi post, metti like alla nostra pagina Facebook o seguici su Twitter, su Instagram o su Pinterest, grazie!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Rene ed apparato urinario e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.