Spaventoso incidente per Peroni in Formula 3, la sua monoposto decolla VIDEO

Ha davvero dell’incredibile l’incidente capitato questa mattina durante la gara della Formula 3 all’autodromo di Monza, con la vettura del pilota australiano Alexander Peroni che, colpendo un dissuasore all’esterno della Parabolica, ha preso letteralmente il volo, finendo capovolta contro le barriere della pista.

Il volo

Mancavano solamente pochi giri allo sventolare della bandiera a scacchi di Gara 1 quando, improvvisamente e senza che nessun contatto venisse inquadrato dalla regia internazionale, la Direzione Gara ha esposto bandiera gialla per poi chiamare in causa la Safety Car. Dopo alcuni minuti di incertezza da parte di tutti, commentatori compresi, un replay ha fatto chiarezza sul pazzesco incidente che ha visto coinvolto Alex Peroni. Il giovane australiano è finito largo all’ultima curva del tracciato brianzolo ed è letteralmente decollato sul dissuasore posto all’esterno della Parabolica. Le immagini sono impressionanti: la vettura “vola via”, roteando più volte su sé stessa e terminando a testa in giù contro le barriere di gomme e le reti di protezione piazzate nella via di fuga.

Halo salvavita

Alla vista delle immagini tutti temono il peggio ed un’altra giornata drammatica per il mondo delle corse, dopo quella stampata nella memoria negli appassionati, in cui ha perso la vita il pilota francese Hubert. Il 19enne pilota della Campos Racing invece per fortuna sta bene e – un paio di minuti dopo del “volo” – riesce a scendere con le proprie gambe dalla propria monoposto. Per l’ennesima volta l’halo (la barra curva posta a protezione della testa del pilota) sembra essersi rivelato un dispositivo di sicurezza imprescindibile per evitare conseguenze ben peggiori ai piloti: senza di esso le ripercussioni sul giovane pilota australiano sarebbero oggi potute risultare fatali.

Leggi anche:

Lo Staff di Medicina OnLine

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato sui nostri nuovi post, metti like alla nostra pagina Facebook o unisciti al nostro gruppo Facebook o ancora seguici su Twitter, su Instagram o su Pinterest, grazie!

Questa voce è stata pubblicata in Sport, attività fisica e medicina dello sport e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.