Pleura infiammata: sintomi, contagio e dolore nella pleurite

MEDICINA ONLINE PLEURA POLMONI CAVO PLEURICO SPAZIO VISCERALE PARIETALE LIQUIDO ESSUDATO TRASUDATO EDEMA TORACE TORACENTESI VOLET COSTALE COSTA COSTOLE ARIA PRESSIONE PH PROTEINECon “pleurite” in medicina si intende l’infiammazione acuta o cronica della pleura, determinata da varie cause. La pleura è una membrana che ricopre il polmone, composta da due foglietti: quello viscerale (che riveste il polmone) e quello parietale (che riveste l’interno della cavità toracica), divisi da uno spazio chiamato “cavo pleurico”, il quale contiene liquido pleurico. La pleura è importante soprattutto per permettere l’espansione e lo scorrimento del polmone durante l’inspirazione.

Cause

La pleurite, pur essendo considerata una patologia a sé stante, è il campanello di allarme che indica la presenza di un’altra malattia o condizione che l’ha determinata a monte, come ad esempio:

  • traumi toracici;
  • infezioni polmonari come polmonite o tubercolosi;
  • esposizione cronica all’asbesto;
  • alcuni tumori;
  • embolia polmonare;
  • artrite reumatoide;
  • lupus eritematoso sistemico.

Per approfondire, leggi anche:

Sintomi

La malattia comporta una serie di segni e sintomi, tra cui:

  • dispnea (difficoltà respiratoria);
  • febbre;
  • tosse secca;
  • dolore intenso e trafittivo al torace.

Il dolore al torace, che può essere anche estremamente intenso, a volte può irradiarsi alle spalle e tende ad aumentare nelle inspirazioni ed espirazioni profonde.

Diagnosi

Il sospetto di pleurite nasce quando all’anamnesi il paziente descrive un dolore trafittivo, vivace e lancinante al petto. All’esame obiettivo il tipico reperto all’auscultazione del torace sono gli sfregamenti pleurici (i rumori prodotti dall’attrito tra i due foglietti pleurici: vanno da uno scricchiolio simile a quello delle scarpe nuove al fruscio della seta, possono essere inspiratori o espiratori. Indicano l’ispessimento dei foglietti causata da un processo infiammatorio. La diagnosi viene confermata da altri esami: alla radiografia del torace è generalmente possibile accertare un versamento pleurico ed i segni di una eventuale infezione. Per determinare la causa della pleurite può essere estremamente utile l’analisi di un campione di liquido pleurico ottenuto tramite toracentesi: quest’ultima procedura è utile sia per diminuire quantità eccessive di liquido (toracentesi terapeutica), sia per fare diagnosi (toracentesi diagnostica). Per approfondire: Toracentesi: procedura, complicanze, rischi, è dolorosa?

Trasmissione

Non tutte le forme di pleurite sono contagiose, solo quelle causate da malattie infettive: in quel caso la trasmissione del patogeno può avvenire tramite le goccioline di saliva emesse ad esempio durante la tosse. A tal proposito, leggi anche:

Terapia

La cura specifica di una pleurite, dipende dalla causa a monte che l’ha determinata. Quando la pleurite è secondaria a cause infiammatorie e/o infettive, il trattamento in genere prevede l’uso di farmaci antibiotici, FANS (antiinfiammatori non steroidei) e cortisonici per mitigare il quadro sintomatologico ed al contempo eradicare l’agente eziologico.

Complicanze

Le complicanze principali di una pleurite sono il versamento pleurico e l’aggravarsi/estendersi dell’infezione primaria. Nel caso in cui la pleurite complichi e/o si associ all’accumulo di fluidi nel torace, possono insorgere altri sintomi:

  • pelle del torace bluastra;
  • respiro molto affannoso;
  • tachipnea (aumento della frequenza respiratoria);
  • grave tosse;
  • dolore toracico più intenso.

Il versamento pleurico generalmente scompare curando la pleurite, in caso contrario può essere rimosso tramite una toracentesi terapeutica, come precedentemente accennato.

Prevenzione

Il rischio di pleurite può essere ridotto diminuendo la possibilità e trattando tempestivamente tutte le patologie e condizioni che possono determinarla, soprattutto le infezioni respiratorie batteriche ed i traumi toracici.

Leggi anche:

Lo Staff di Medicina OnLine

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato sui nostri nuovi post, metti like alla nostra pagina Facebook o seguici su Twitter, su Instagram o su Pinterest, grazie!

Questa voce è stata pubblicata in Anatomia, fisiologia e fisiopatologia, Polmoni ed apparato respiratorio e contrassegnata con , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.