Un topo mangia la sua tartaruga, lui lo crocifigge e gli dà fuoco vivo

MEDICINA ONLINE STUDENTE CINESE CROCIFIGGE FUOCO VIVO TOPO RATTO RODITORE CRUDELTA ANIMALI SOFFERENZA chinese student crucifies rat-for eating his pet turtle.jpgGli animali domestici sono tra i migliori compagni di vita che possiamo mai chiedere e molti proprietari di animali gli sono a volte così attaccati che farebbero qualsiasi cosa per loro, arrivando a gesti anche crudeli e criminali per “vendicarli”, come purtroppo è accaduto in questo caso.

Crocifisso e bruciato

Come riportato da Daily Mail, uno studente universitario cinese ha letteralmente crocifisso un ratto, tenendolo immobilizzato per un’intera giornata, perché aveva ucciso la sua piccola tartaruga. Il sadico studente “vendicativo” ha mostrato pubblicamente l’animale bloccato sulla croce impalata in un giardino del Guangxi Arts Institute, una scuola d’arte nella città di Nanning, in Cina, domenica scorsa (6 gennaio) come potete vedere dalle foto in alto pubblicate sui social. Lo studente non si è fermato solo alla crocifissione del piccolo roditore: secondo quanto riferito, ha continuato la sua punizione dando fuoco al topo, il giorno successivo. Al momento non ci sono prove che il ratto fosse ancora vivo durante la sua bruciatura, ma alcuni presenti confermano che il povero animale non era morto, durante il crudele l’atto.

Le reazioni

La notizia è diventata subito virale e diversi post sui vari social hanno condannato aspramente l’ignobile gesto. In molti hanno detto che, pur comprendendo il fortissimo dolore causato dalla perdita del proprio animale domestico, il povero topolino non si meritava certo questo trattamento sadico, considerazione a cui si associano tutti i membri del nostro Staff. La notizia è giunta anche ovviamente al rettore dell’università ed portavoce di quest’ultima ha pubblicamente confermato di aver parlato con lo studente dell’incidente e di aver criticato il suo comportamento, giudicandolo “crudele ed indecente”. Attualmente non si sa ancora di preciso quali provvedimenti verranno presi nei confronti del giovane studente cinese.

Leggi anche:

Lo Staff di Medicina OnLine

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato sui nostri nuovi post, metti like alla nostra pagina Facebook o unisciti al nostro gruppo Facebook o ancora seguici su Twitter, su Instagram o su Pinterest, grazie!

Questa voce è stata pubblicata in Noi che amiamo la natura e gli animali e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.