Il cibo si trasforma in grasso tre ore dopo averlo mangiato

MEDICINA ONLINE DIETA FIBRA VERDURA GRASSI ZUCCHERI PROTEINE GONFIORE ADDOMINALE MANGIARE CIBO COLAZIONE MERENDA PRANZO DIMAGRIRE PANCIA PESO MASSA BILANCIA COLON INTESTINO DIGESTIONE STOMACO CALORIE METABOLISMO FIANCHISe pensavate che il detto “un attimo sul palato, per sempre sui fianchi” fosse un cliché creato solo per motivare chi è a dieta, fareste meglio che cambiate idea.

Una ricerca dell’Università di Oxford ha infatti scoperto che i grassi diventano ciccia dopo appena tre ore dal pasto, soprattutto se consumato la sera, e che quindi non si ingrassa in maniera graduale, come invece si era sempre pensato finora.

Per dimostrarlo, gli scienziati hanno dato ad alcuni volontari 30 grammi di strutto (pari a due o tre cucchiaini da tè), tracciandone poi gli spostamenti nel corpo già dopo un’ora dall’assunzione. Si è così visto che solo una piccolissima quantità dei grassi presi a colazione finiva per raccogliersi sul girovita, mentre la sera la percentuale di immagazzinamento diventava della metà.

«Si tratta di un processo molto veloce – ha spiegato il professor Fredrik Karpe, esperto di metabolismo, al Daily Mail – causato dai cambiamenti ormonali che avvengono sul finire della giornata e che rendono più facile il deposito adiposo nella zona della vita. Ma la buona notizia è che tale deposito è temporaneo, perché il grasso deve poi muoversi da lì per andare a nutrire i muscoli, a patto però che non si mangi troppo, perché in quel caso si salta la fase della mobilitazione e si ha solo l’accumulo, con inevitabili ripercussioni sulla bilancia».

E anche la nostra stessa aspettativa di vita potrebbe risentire in negativo di una pancia troppo abbondante, come ha messo in guardia un altro studio, presentato nel corso dell’ultimo European Congress on Obesity di Lione, che non a caso ha proposto la sostituzione del BMI (indice di massa corporea) con il WHtR (ovvero, il rapporto fra girovita e altezza), stabilendo che per aumentare la longevità di una persona la circonferenza della vita debba essere la metà dell’altezza.

Leggi anche:

Lo staff di Medicina OnLine

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato sui nostri nuovi post, metti like alla nostra pagina Facebook o seguici su Twitter, su Instagram o su Pinterest, grazie!

Questa voce è stata pubblicata in Dietologia, nutrizione e apparato digerente e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.