Glucomannano per dimagrire: nel tuo stomaco aumenta di 100 volte il proprio volume, ti sazia e ti impedisce di mangiare troppo

Dott. Loiacono Emilio Alessio Medico Chirurgo Medicina Chirurgia Estetica Plastica Cavitazione Dieta Peso Dietologo Nutrizionista Roma Cellulite Ecografie DermatologiaSmettere fumare Obesità Glucomannano DimagrireIl glucomannano è un polisaccaride ad alto peso molecolare, formato dalla concatenazione di tante piccole unità di glucosio e mannosio (zucchero molto diffuso nei polimeri vegetali). Il glucomannano viene estratto dal tubero di Amorphophallus konjac, una pianta utilizzata nella cucina giapponese come agente gelatificante.

Da tale pianta si ottengono anche gli Shirataki, la pasta senza carboidrati e senza glutine che non fa ingrassare e può essere consumata anche da chi è celiaco.

Il glucomannano purificato è considerato uno dei più efficaci prodotti per favorire il dimagrimento. Con la sua azione si è infatti dimostrato un supplemento ideale nell’ambito di diete globalmente finalizzate al controllo o alla riduzione del peso corporeo. Questa fibra ha infatti la capacità di attirare molta acqua, aumentando fino a 100 volte il proprio volume e dando origine ad una soffice massa gelatinosa. Tale caratteristica conferisce al glucomannano un duplice effetto:

1) “riempie” e ciò attenua il senso di fame 

2) riduce l’assorbimento di grassi e zuccheri, che vengono intrappolati nella massa soffice e viscosa che forma a livello intestinale

Rallentando l’assorbimento di quest’ultimi il glucomannano assume una certa rilevanza anche nell’alimentazione del diabetico, in quanto impedisce un rapido innalzamento della glicemia. Anche chi soffre di turbe del metabolismo lipidico (colesterolo alto) può beneficiare degli integratori a base di glucomannano. Accelerando la velocità di transito nel lume intestinale il glucomannano riduce il tempo di contatto tra le tossine e la parete intestinale, contribuendo a prevenire alcune forme tumorali come il cancro al colon. Infine, grazie alla sua azione igienizzante e regolatrice, il glucomannano è indicato in caso di ridotto apporto dietetico di fibra ed aiuta a risolvere i problemi di stitichezza.

Dott. Loiacono Emilio Alessio Medico Chirurgo Medicina Chirurgia Estetica Plastica Cavitazione Dieta Peso Dietologo Nutrizionista Roma Cellulite Sessuologia Ecografie DermatologiaSmettere fumare Obesità Glucomannano 2

Amorphophallus konjac, la buffa pianta da cui si ricava il glucomannano

Quanto e quando assumerlo

La dose d’assunzione normalmente consigliata varia da 1 a 3 grammi al giorno. Queste piccole quantità sono di per sé già sufficienti a favorire la diminuzione di peso e ad apportare tutti i benefici elencati nel paragrafo precedente. Gli integratori di glucomannano sono disponibili sotto forma di polvere o compresse a base di estratto secco. Il momento migliore per assumerli è mezz’ora prima dei pasti principali, in modo da favorire la massima riduzione dell’appetito. In ogni caso è estremamente importante assumere gli integratori di glucomannano con almeno un bicchiere d’acqua, ma il mio consiglio è bere due o tre bicchieri colmi d’acqua. Qualora il quantitativo di acqua non fosse sufficiente il glucomannano potrebbe addirittura accentuare la stitichezza. Generalmente in commercio si trovano integratori contenenti un certo numero di capsule da 500 mg di glucomannano. La dose di assunzione consigliata è di 6 compresse al giorno di cui una può essere assunta prima di colazione, tre prima di pranzo e due prima di cena. Se invece il pasto serale è più abbondante di quello pomeridiano è meglio assumere la dose massima (3 cpr.) prima di cena.

Leggi anche: Cosa succede al tuo corpo quando smetti di mangiare pasta e pane

Effetti indesiderati e controindicazioni

Dato il rischio di ostruzione esofagea e gastrica, l’uso non è raccomandato nei pazienti con anomalie strutturali nell’esofago o nell’intestino. Inoltre l’uso non è raccomandato verso le donne in stato interessante o in fase di allattamento.
A causa della capacità del glucomannano di abbassare il glucosio nel sangue, bisogna prestare attenzione verso quei pazienti che rilevano un elevato tasso di ipoglicemia. Inoltre, il glucomannano può ridurre la naturale disponibilità di altri farmaci per via orale. Pertanto, si raccomanda di prendere i farmaci necessari 1 ora prima o 4 ore dopo la somministrazione del glucomannano. Un abuso del glucomannano è stato collegato a casi riportati di epatite colestatica e asma. Si riscontrano invece effetti collaterali minori su problemi gastro intestinali sulla diarrea, flatulenza e gonfiore (dati suggeriscono che per andare incontro a diarrea, dolori addominali e flatulenze bisogna assumere più di 3 g al giorno). Se si consuma più della dose consigliata si rischia di andare incontro a problemi di gonfiore o dolori addominali, ma un eccessivo dosaggio è in grado di provocare anche gas, sensazione di nausea, sensazione di pienezza e diarrea. Va notato tuttavia che gli integratori che hanno come ingrediente principale il glucomannano sono più tollerati rispetto ad altri che propongono diversi tipi di fibre. Infine si suggerisce vivamente di bere un bicchiere d’acqua dopo la somministrazione del glucomannano. Così facendo lo stomaco sarà deterso cosicché la fibra solubile può svolgere senza problemi il suo lavoro. Inoltre evitate l’uso poco prima di andare a letto, e non si avranno difficoltà nel deglutire.

Associate dieta e attività fisica

E’ importante non fare troppo affidamento sugli integratori di glucomannano che, pur rappresentando un valido aiuto, devono essere sempre inseriti in un contesto che preveda un cambiamento di dieta e maggiore esercizio fisico. E’ infatti chiaro che la semplice aggiunta di glucomannano non potrà mai sostituire i benefici di una vita attiva e di una dieta naturalmente ricca di frutta, verdura e cereali integrali.

Dott. Emilio Alessio Loiacono
Medico Chirurgo

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato sui nostri nuovi post, metti like alla nostra pagina Facebook o seguici su Twitter, su Instagram o su Pinterest, grazie!

Informazioni su Dott. Emilio Alessio Loiacono

https://medicinaonline.co/about/
Questa voce è stata pubblicata in Bellezza e cura della persona, Dietologia, nutrizione e apparato digerente, Farmaci e terapie, Integratori alimentari, Psico-dietologia e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a Glucomannano per dimagrire: nel tuo stomaco aumenta di 100 volte il proprio volume, ti sazia e ti impedisce di mangiare troppo

  1. FashionHelp ha detto:

    Per quanti mesi si può assumere? e se si dovesse smettere l’ assunzione il peso tornerebbe a salire?

    • A seconda dei casi va assunto – a mio avviso – per uno o due mesi. Se smette di assumerlo e continua ad assumere più calorie rispetto al suo fabbisogno calorico giornaliero, il suo peso salirebbe sicuramente. Tuttavia anche durante l’assunzione lei deve cercare di non esagerare coi pasti e – se lei è sovrappeso – deve assumere meno calorie rispetto al fabbisogno.

  2. Francesca ha detto:

    Articolo molto chiaro ed esaustivo.
    Grazie mi è stato di grande utilità.
    Cordialmente, francesca.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...