Freddo e mani ruvide: crema emolliente, guanti, saponi non aggressivi ed altri consigli per proteggere la pelle

Dott. Loiacono Emilio Alessio Medico Chirurgo Medicina Chirurgia Estetica Rughe Cavitazione Dieta Peso Dimagrire Pancia Grasso Dietologo Nutrizionista Cellulite Dimagrire Sessuologo  Roma Crema Pelle FREDDO MANI RUVIDEFreddo, vento, umidità, ma anche il caldo secco dei termosifoni: per colpa loro le mani diventano ruvide come carta vetrata appena arriva il grande freddo. Quando la temperatura sul termometro si abbassa all’improvviso, come è successo in questi giorni, gli effetti immediati sulla pelle sono arrossamenti, screpolature e bruciore. Oltre che provocare fastidio, queste condizioni rendono le mani più soggette a infezioni cutanee come i funghi e le verruche. Serve la protezione giusta.
Come ottenerla? Seguendo alcuni piccoli accorgimenti.

I guanti: uno scudo efficace
Sì ai guanti. Se all’esterno la temperatura è rigida, scegliete un modello di pelle, che crea una barriera contro il gelo, a differenza della lana, che disperde il calore. La lana può andare bene, così come il pelo, per l’interno dei guanti. Per chi non volesse la pelle, va bene anche il pile. In casa, per le pulizie o il bricolage, serve una doppia protezione. I classici guanti di gomma o di lattice irritano la pelle e la fanno sudare, disidratandola. Il rimedio? Indossare un paio di guanti di cotone come primo strato.

Scegli il cosmetico giusto
Il problema principale della pelle nei mesi freddi non è tanto la disidratazione, bensì la mancanza di sostanze grasse che la proteggano dalle aggressioni degli agenti esterni. Per questo le creme idratanti in periodi freddi sono senza dubbio importantissime, ma meno utili per proteggere le nostre mani: molto più efficaci sono le creme emollienti. Scegliete formulazioni a base di burro vegetale come avocado, karitè, cocco o aloe, meglio se arricchite di vitamine E o B5, che svolgono un effetto protettivo e nutriente. Si trovano in farmacia e al supermercato.

No ai saponi aggressivi
Lavate le mani con detergenti non troppo aggressivi, cioè che non sgrassino in modo eccessivo il film idrolipidico che protegge la pelle. Potete chiedere in farmacia una base lavante per mani: non fa schiuma ma pulisce in modo efficace senza danneggiare la pelle. E ricordate: l’acqua dev’essere tiepida e mai troppo calda.

Asciugatevi bene
Non dimenticate di asciugare bene le mani dopo averle lavate: l’acqua imprigionata fra gli strati superficiali del derma a contatto con l’aria fredda provoca arrossamenti.

Sicuramente troverai interessante anche: Idratare la pelle durante i primi freddi autunnali

Dott. Emilio Alessio Loiacono

Se ti è piaciuto questo articolo, condividilo su Facebook o su Twitter: basta premere il bottone apposito proprio qui sotto! Per restare sempre aggiornato sugli ultimi articoli, metti “Mi Piace” alla mia pagina Facebook! Se vuoi aggiungermi su Facebook, questo è il mio account! Grazie!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Bellezza e cura della persona, Cosmetica, Dermatologia e venereologia e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...