Areola femminile: forma, dimensioni, funzioni e simmetria

MEDICINA ONLINE MAMMELLE SENO CAPEZZOLI AREOLA SALIENZA MAMMARIA TUMORE CANCRO NODULO SENO PALPAZIONE SENOLOGICA BOOBS TITS NUDE NAKED SEX PETTO TORACE DONNA FEMMINILE.JPGIn anatomia l’areola è la zona circolare che circonda il capezzolo, generalmente distinta dal resto della mammella grazie alla forte pigmentazione che le dona un colore variabile (più o meno scuro, generalmente dal rosa all’ocra) ma comunque differente dal resto della mammella. L’areola può essere in alcuni casi lievemente sopraelevata rispetto al resto della mammella. In individui sani, le areole sono due, una per mammella, ma in altri casi può verificarsi la “politelia“, cioè la presenza di un numero maggiore di capezzoli, i cosiddetti capezzoli soprannumerari, anche detti capezzoli accessori, ognuno con la propria areola più o meno sviluppata: in questo caso le areole di una persona possono essere maggiori di due.  Per approfondire: Politelia: quando i capezzoli sono troppi, cause e terapie

Misure medie dell’areola

Le donne adulte hanno areole di diametro medio di 38 mm (cioè 3 centimetri e mezzo), ma le dimensioni variano da un minimo di 10 mm (1 centimetro) fino a 100 mm (10 centimetri) o anche superiori, specie se il seno è molto grande e/o se la donna è in età avanzata e/o quando la componente adiposa tende ad accrescere la salienza mammaria (ad esempio se il soggetto ingrassa) e di conseguenza l’areola tende a dilatarsi. L’areola può aumentare in dimensioni anche durante la gravidanza e l’allattamento. Una mastoplastica additiva con protesi può inoltre stirare l’areola e determinarne un aumento delle dimensioni. Anche una aumento del seno con filler di vario tipo (grasso, acido ialuronico…) può aumentare le dimensioni del seno ed ingrandire l’areola. Con un semplice calcolo geometrico, possiamo dire che un’areola di 38 mm di circonferenza ha un raggio di 19 mm ed una circonferenza di circa 12 cm.

Forma dell’areola

L’areola può avere la forma di un cerchio o essere ovale, schiacciata in alto e basso, oppure ai lati. La forma dell’areola di una mammella è generalmente simile a quella dell’altra mammella, ma può essere anche molto diversa, ad esempio una areola può essere tonda e grande mentre l’altra può essere più piccola ed ovale. L’asimmetria areolare non è necessariamente indice di patologia.

Rapporto tra misure della mammella e dell’areola

L’areola ha un diametro che solitamente tende ad essere tanto maggiore quanto più la mammella sia di grandi dimensioni anche se ciò non è una verità assoluta, dal momento che si possono riscontrare mammelle molto grandi con areole di piccolo diametro e areole ampie su mammelle di dimensioni ridotte.

MEDICINA ONLINE MAMMELLA SENO PETTO DONNA QUADRANTI Q1 Q2 Q3 Q4 FEMMINA FEMMINILE MASCHILE CAPEZZOLO AREOLA MUSCOLI PETTORALI CASSA TORACICA DOTTI GALATTOFORI INTROFLESSO PAGET TESSUTO ADIPOSO ECOGRAFIA MAMMOGRAFIA

Rapporto tra areola e capezzolo

Il diametro dell’areola è generalmente circa cinque volte maggiore rispetto al diametro del capezzolo, tuttavia questo dato è estremamente variabile (vedi foto in alto). Se prendiamo un’areola di medie dimensioni (diametro 38 mm), il suo capezzolo avrà un diametro che oscilla tra 7 ed 8 mm. Areola e capezzolo tendono ad avere lo stesso colore, anche se il capezzolo può risultare più scuro rispetto all’areola. Il capezzolo può essere poco rilevato rispetto all’areola o molto rilevato, tenendo comunque presente che la sua stimolazione (ad esempio quella sessuale) tende ad inturgidirlo ed a farlo apparire molto più grande ed elevato del solito.

Posizione, forma e simmetria delle areole

Come già prima anticipato, le areole delle due mammelle sono generalmente di pari forma, dimensione e posizione nel contesto della mammella, anche se sono possibili asimmetrie: non di rado le due areole sono posizionati ad altezza diversa ed in posizione relativa diversa, e naturalmente le mammelle stesse possono avere forma, grandezza e posizioni diverse nel contesto del torace, ma ciò non è necessariamente indice di patologia. A tal proposito leggi anche:

L’areola ha generalmente una forma circolare o lievemente ovale e tende a posizionarsi nella parte inferiore della mammella, specie in età avanzata e con componente adiposa importante. In caso di ptosi mammaria, capezzolo ed areola possono cambiare posizione rispetto al contesto mammario.

MEDICINA ONLINE MASTOPESSI GRADI DI CEDIMENTO SENO MAMMELLA PTOSI MAMMARIA CAPEZZOLO PSEUDOPTOSI GRADAZIONE GRAVITA LIEVE MEDIO SEVERO GRAVO

Generalmente l’areola è solo lievemente rilevata rispetto al resto della mammella, ma in alcuni casi può esserlo in modo pronunciato andando a modificare fortemente il profilo mammario.

Areola e malattie

Alterazioni dell’areola e del capezzolo possono essere indice di patologia: ad esempio una areola che cambia forma/colore, unita ad un capezzolo introflesso (vedi foto in basso) che emette secrezioni, potrebbe indicare la presenza di un tumore mammario. Per approfondire: Tumore alla mammella: cause, diagnosi e prevenzione

MEDICINA ONLINE MAMMELLA SENO PETTO DONNA QUADRANTI Q1 Q2 Q3 Q4 FEMMINA FEMMINILE MASCHILE CAPEZZOLO AREOLA MUSCOLI PETTORALI CASSA TORACICA DOTTI GALATTOFORI INTROFLESSO PAGET TESSUTO A

Capezzolo introflesso ed areola deformata

Differenza tra areola maschile e femminile

L’areola maschile e femminile sono molto simili fino alla pubertà, dopo la pubertà ed in età adulta l’areola di una donna è invece generalmente molto più grande rispetto a quella di un uomo, ma ciò non è una regola fissa. Una differenza importante è che mentre la donna ha una areola di forma generalmente circolare, l’areola maschile tende ad essere invece ovale, schiacciata ai due poli nord e sud (come visibile dalla foto in basso), inoltre l’areola femminile può presentarsi elevata rispetto alla mammella, mentre quella maschile è generalmente piatta, anche se ciò non è una regola: esistono areole femminili “piatte” e maschili fortemente sopraelevate.

MEDICINA ONLINE MAMMELLA SENO PETTO DONNA QUADRANTI Q1 Q2 Q3 Q4 FEMMINA FEMMINILE MASCHILE CAPEZZOLO AREOLA MUSCOLI PETTORALI CASSA TORACICA DOTTI GALATTOFORI INTROFLESSO PAGET TESSUTO ADIPOSO ECOGRAFIA MAMMOGRAFIA

Perché l’areola ha un colore diverso dal resto della mammella?

La particolare colorazione dell’areola è determinata da due particolari pigmenti presenti in questa zona, che sono l’eumelanina e la feomelanina: a seconda della loro concentrazione l’areola si presenterà di colore diverso:

  • se il tessuto areolare è più abbondante di eumelanina, l’areola sarà più tendente al bruno e scura;
  • se il tessuto areolare è più abbondante di feomelanina, l’areola sarà più più rossastra o rosacea e chiara.

La colorazione dell’areola è associata moltissimi fattori soggettivi, tra cui:

  • sesso;
  • etnia;
  • genetica;
  • fototipo;
  • variazioni ormonali;
  • fase del ciclo mestruale;
  • abbronzatura;
  • eventuali patologie;
  • assunzione di particolari farmaci;
  • invecchiamento.

Areole più scure sono generalmente associate a fototipi più scuri (pelle, occhi e capelli scuri), mentre areole più chiare sono associate frequentemente a fototipi più chiari (pelle, occhi e capelli chiari). per approfondire: Fototipo 0 1 2 3 4 5 6: significato, colore, caratteristiche, come abbronzarsi

I “confini” dell’areola sono netti?

Non necessariamente: alcune volte l’areola è ben distinta dal resto della mammella, in altri casi il suo colore può sfumare in uno o più punti, rendendo di fatto difficile tracciare un confine netto tra areola e mammella, come in questo caso:

MEDICINA ONLINE EMILIO ALESSIO LOIACONO MEDICO CHIRURGO SENOLOGIA SENO MAMMELLA AREOLA CAPEZZOLO COLORE SIMMETRIA SALIENZA MAMMARIA PTOSI GINECOLOGIA VISITA SENOLOGICA

Il colore dell’areola rimane uguale per tutta la vita?

Il colore di una areola non è fisso per tutta la vita, bensì può cambiare anche di molto in base a moltissimi fattori. Ad esempio l’areola in genere assume una colorazione più scura e vibrante durante il periodo della gravidanza, quando è esposta al sole, nella pubertà e durante l’eccitazione sessuale (a causa del maggior afflusso di sangue), mentre può assumere un colorito più pallido nell’anziano o in caso di alcune patologie del seno.

Il colore dell’areola è uniforme?

La colorazione dell’areola non è necessariamente uniforme in tutti i suoi punti: in alcuni casi può essere più scura sui bordi e più chiara all’interno, come in questo caso, in cui tale sfumatura è anche accentuata a causa del fatto che l’areola sia sopraelevata rispetto al resto della mammella:

MEDICINA-ONLINE-MAMMELLA-SENO-SALIENZA-MAMMARIA-MASTOPLASTICA-TUMORE-CANCRO-CAPEZZOLO-AREOLA-DIMENSIONI-COLORE-TETTE-VARIAZIONI-ORMONALI-TORACE-SEMEIOTICA-ISPEZIONE-PALPAZIONE-NODULO.jpg

Funzioni dell’areola

La zona delimitata dell’areola è preposta all’allattamento materno, e sulla sua circonferenza sfociano i condotti mammari, dai quali fuoriesce il latte. Sull’areola si trovano inoltre le ghiandole di Montgomery, che hanno lo scopo di mantenere lubrificata la zona dell’areola, favorendo l’assunzione del latte.

Areola e capezzolo in caso di mastectomia

Quando, a causa di interventi chirurgici demolitivi richiesti per eliminare un tumore mammario, vengono eliminati capezzolo ed areola, è possibile effettuare una ricostruzione delle strutture tramite varie modalità, come un innesto cutaneo o una protesi per il capezzolo e la dermopigmentazione per l’areola.

Areola in gravidanza e allattamento

Come già affermato più volte in questo articolo, l’areola, come anche il capezzolo, tende a modificarsi durante la gravidanza e l’allattamento. A tal proposito leggi anche: Differenza dei capezzoli e del seno in gravidanza

Leggi anche:

Dott. Emilio Alessio Loiacono
Medico Chirurgo
Direttore dello Staff di Medicina OnLine

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato sui nostri nuovi post, metti like alla nostra pagina Facebook o unisciti al nostro gruppo Facebook o ancora seguici su Twitter, su Instagram e su Pinterest, grazie!

Informazioni su dott. Emilio Alessio Loiacono

Medico Chirurgo - Direttore dello Staff di Medicina OnLine
Questa voce è stata pubblicata in Anatomia, fisiologia, fisiopatologia, semeiotica, Ginecologia e salute della donna, Senologia e prevenzione del tumore alla mammella e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.