Neonata nasce con ittiosi Arlecchino ma la madre non la vuole: “E’ una maledizione”

MEDICINA ONLINE Baby With Harlequin Ichthyosis Bimba nasce con ittiosi arlecchino ma la madre la rifiuta Non la voglio, è una maledizione.jpgUna bambina è nata prematuramente affetta da una rara malattia che la fa apparire di un aspetto oggettivamente insolito e la mamma 28enne non la vuole accettare. La donna, che desidera rimanere anonima, ha partorito la bimba in un ospedale del distretto di Patna, nell’India orientale. La neonata ha una rarissima malattia genetica chiamata ittiosi Arlecchino (un solo caso circa ogni milione di nati). I genitori sono rimasti traumatizzati quando l’hanno vista e, secondo testimoni, avrebbero detto: “Questa bambina è una maledizione”. In un primo momento i genitori si sono rifiutati di prenderla, poi l’hanno portata a casa, ma la madre non vuole tenerla. La madre ha riferito “Io e il resto della famiglia siamo completamente distrutti. Sono scioccata perché non vedevo l’ora di diventare madre di un figlio sano”. La bambina è nata prematura, a 32 settimane, invece delle 36 previste. Ecco un breve video della neonata:

 

Il parere dei medici

Il dott. Chaudhary, che ha seguito il caso, ha riferito: “Non ci sono stati problemi durante la consegna della bambina ai genitori. Pesava circa 2,5 kg, ha pianto come tutti i bambini appena è nata. Abbiamo mandato uno specialista a casa sua domenica per verificare le condizioni e ha riferito che stava bevendo latte, tuttavia l’abbiamo indirizzata al Patna Medical College and Hospital”I medici sono comunque convinti che la neonata non sopravviverà a lungo, dal momento che nessuno dei suoi organi si è sviluppato correttamente a causa della patologia inoltre i bimbi con questa malattia sono inclini a varie infezioni anche letali, perché la pelle non li protegge in modo normale. Questa rara condizione genetica chiamata ittiosi Arlecchino provoca ispessimento della pelle e deformità facciali.

Per approfondire:

Leggi anche:

Lo Staff di Medicina OnLine

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato sui nostri nuovi post, metti like alla nostra pagina Facebook o unisciti al nostro gruppo Facebook o ancora seguici su Twitter, su Instagram o su Pinterest, grazie!

Questa voce è stata pubblicata in Medicina di laboratorio, chimica, fisica, biologia, genetica e statistica, Oltre la medicina, Pediatria e malattie dell'infanzia e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.