Varici gastriche e cirrosi epatica: trattamento

MEDICINA ONLINE MALATTIE FEGATO EPATOPATIE AUTOIMMUNI VARICI ESOFAGEE SINTOMI PRURITO PELLE ITTERO INSUFFICIENZA RENALE ALCOL GRASSI DIABETE CISTIFELLE EPATITE A B C CIRROSI EPATICA STEATOSI ALCOLICA NON EPATOCITI TRAPIANTOLe varici gastriche si sviluppano come le varici esofagee nei pazienti con ipertensione portale da cirrosi epatica. Possono svilupparsi in associazione alle varici esofagee oppure isolatamente, particolarmente nei soggetti con ipertensione portale extraepatica. Al pari delle varici esofagee, esse possono essere presenti per molti anni senza sanguinamento ma, una volta che quest’ultimo si verifica, il loro trattamento diventa problematico. Rispetto alle varici esofagee, esse sanguinano con minore frequenza, ma l’entità del sanguinamento è maggiore.

Trattamento

La scleroterapia endoscopica delle varici gastriche, che si estendono lungo la piccola curvatura collegandosi con le varici esofagee, è ragionevolmente efficace. Si ottengono risultati peggiori nel trattamento delle varici isolate localizzate nel cardias. In questa situazione è più probabile il ricorso a shunt chirurgici oppure a shunt che prevedono il posizionamento di stent transgiugulari intraepatici porto-sistemici.

Per approfondire:

Leggi anche:

Lo Staff di Medicina OnLine

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato sui nostri nuovi post, metti like alla nostra pagina Facebook o unisciti al nostro gruppo Facebook o ancora seguici su Twitter, su Instagram o su Pinterest, grazie!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Dietologia, nutrizione e apparato digerente e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.